energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Lega Pro: sale il Pisa, pari fra Prato e Lucchese Sport

Firenze – Con la disputa di cinque anticipi è scattata questo pomeriggio la 23° giornata del girone B della Lega Pro di calcio. Una giornata nella quale la classifica, ma rimane rigorosamente provvisoria, vede ora Teramo e Reggiana affiancare l’Ascoli al comando. Ma l’Ascoli deve giocare la sua partita (lunedi a San Marino) e probabilmente tornerà a guidarla da solo.

Importante il successo del Pisa sul Savona, grazie al quale ora in classifica incalza il terzetto di testa. Insomma i nerazzurri pisani sono in piena lizza nella corsa per il successo finale nel girone B. Un po’ deludente il derby Lucchese-Prato (uno dei due in programma in questo turno, l’altro domani Grosseto-Carrarese).

Ha aperto la serie degli anticipi la partita a Pistoia ospite la Reggiana. Un disastro per i padroni di casa messi k.o. da un poker di reti, due per tempo degli emiliani. Una sconfitta che ci stava visto il valore della Reggiana, magari inaspettata nella sua vistosa espressione numerica. Non influisce sulla valutazione della partita la circostanza che la Pistoiese ha giocato gli ultimi nove minuti in dieci per l’espulsione di Goluboic.

A questo punto l’allenatore Lucarelli deve riflettere con i suoi giocatori su questa batosta per individuarne le cause e sul calo ormai da diverse settimane del rendimento della squadra (2 punti nelle ultime 7 partite). Ora c’è da calmare anche la piazza piuttosto agitata questo pomeriggio davanti al quel disastroso risultato.

La Reggiana – 4 successi nelle ultime 5 partite – ha confermato di aspirare legittimamente al successo finale nel girone B.

 L’attesissimo derby toscano a Lucca ospite il Prato ha un po’ deluso le aspettative se non altro per il risultato di zero a zero. La partita è stata valida. Manovre apprezzabili, buon ritmo, slancio, ma appunto niente gol. Forse è prevalsa la tesi prima non prenderle, anche se in verità sia i padroni di casa che i lanieri hanno cercato la rete.  Un pareggio, tutto sommato, giusto anche se la Lucchese ha attaccato di più, che però non serve molto a nessuna delle due squadre. Comunque dai “numeri” si rileva che le due formazioni toscane non viaggiano male di questi tempi.

Infatti la Lucchese ha centrato il decimo risultato utile consecutivo (3 vittorie, 7 pareggi) cioè con Giuseppe Galderisi in panchina non ha più perso una partita. Certo reduce dallo splendido successo a Savona forse era lecito aspettarsi una Lucchese più concreta.

Il Prato è al suo quinto incontro che esce imbattuto : 1 vittorie e 4 pari. Ma ha necessità di vincerle le partite per risalire la classifica ed uscire così dalla zona dei playout. Per riuscire in questa impresa (una volta, finalmente, assestata la difesa) deve essere più preciso in zona gol. Tropi gli errori in attacco (vedi anche l’incontro di una settimana fa con L’Aquila finito 1 a 1).

Il Pisa, come era nelle più logiche previsioni, ha liquidato il Savona con due reti segnate dalle due attuali punte : il nuovo arrivato Arrighini andava a bersaglio alla mezzora. Raddoppiava in apertura delle ripresa il centravanti, il marocchino Arma che ha consolidato la sua posizione di leader della classifica dei marcatori portando a 14 i gol personali.

L’assenza dello squalificato Manuel Iori non ha avuto negative ricadute. Insomma i nerazzurri pisani non hanno avuto problemi. Hanno condotto con sicurezza la partita conducendo tranquillamente in porto il successo.

La partita tra Ancona e Teramo si è chiusa con un risultato in bianco. Per l’Ancona lo zero a zero può anche andare bene. Tra l’altro nei minuti di recupero ha giocato in dieci per l’espulsione di Dierna. Non è così per il Teramo. E’ vero che ha centrato il 13° risultato utile consecutivo, ma poichè lotta al vertice della classifica gli serviva un successo pieno.  Santarcangelo grazie anche ai nuovi acquisti ha espugnato il campo del Forlì con il classico due a zero. Due reti segnate nel primo quarto d’ora di partita.

Domani domenica derby a Grosseto. Arriva la Carrarese e per i maremmani non sarà una partita facile. Un po’ perché non sono in un momento positivo; un po’ perché non potranno contare su Giovanni Formiconi e Salvatore Ferrero “fermati” dal giudice. Ma soprattutto perché la Carrarese è squadra solida e dal rendimento costante. Su 22 partite ne ha perse solo tre (quante la capolista Ascoli e L’Aquila), vinte 5 e pareggiate 14. In quanto a risultati pari un vero record. Nessuna sorpresa se domani quel record lo portasse a quota 15.

Tuttocuoio domani riceve il Piacenza. Un match alla portata dei toscani che tornerebbero al successo dopo alcune battute a vuoto. Gli emiliani sono in ripresa quindi la squadra di Alvini dovrò ritrovare ritmo, gioco e determinazione per acciuffare il successo. Traguardo possibilissimo anche se ancora una volta saranno assenti alcune pedine importanti.

In trasferta il Pontedera. Sarà ospite de L’Aquila che lotta ai vertici della classifica. Quindi partita molto difficile per i toscani che, tra l’altro, non potranno disporre di Cristian Cesaretti, autore di una tripletta, domenica scorsa contro l’Ancona.

Ma giova ricordare che l’”undici” del tecnico Indiani è in un momento felice : in campionato domenica ha liquidato l’Ancona e non era facile e per la Coppa Italia mercoledi scorso si è qualificato per le semifinali battendo ai rigori la Casertana. Le partite della semifinale saranno giocate l’11 febbraio ed il ritorno il 25 febbraio (Pontedera-Cosenza e Spal-Como) e le finali l’8 aprile ed il ritorno il 22 aprile.   L’altra partita di domani vede a confronto la Spal contro il Gubbio. Un match che potrebbe chiudersi con un punto per parte.

Infine l’impegno della capolista Ascoli a San Marino è fissato per lunedi in notturna. E per la squadra della piccola repubblica, tra l’altro senza gli squalificati Luca Magnanelli e Claudio Cuffa, non sarà assolutamente facile fermare la capolista. Una capolista che sente sul coppo il fiato delle inseguitrici, quindi, andrà in campo decisa a vincere.

 

GIRONE A. L’Arezzo, con 24 punti in classifica, domani domenica ospita alle 14,30 il Renate. La squadra aretina conta di tornare al successo dopo la sfortunata trasferta a Torres (1 a 0 per i sardi) anche se deve rinunciare a Dario Campagna e Emanuele Testardi squalificati.

 

CLASSIFICA PROVVISORIA

(Girone B)

 

1°) Ascoli, Teramo e Reggiana p. 41

4°) Pisa p. 40

5°) L’Aquila p. 37;

6°) Ancona p. 33;

7°) Pontedera p. 32;

8°) Gubbio p. 30;

9°) Carrarese p. 29;

10°)Spal e Lucchese p.28;

12°)Pistoiese e Tuttocuoio p. 27;

14°)Forlì p.26;

15°)Savona e Grosseto p. 25;

17°)Prato p. 24;

18°)Santarcargelo p. 23;

19°)Piacenza p. 17.

20°)San Marino p. 16

———————–

RISULTATI

(23° giornata)

Pistoiese-Reggiana 0-4; Lucchese-Prato 0-0; Ancona-Teramo 0-0; Forlì-Santarcangelo 0-2; Pisa-Savona 2-0.

————-

DOMANI 1 febbraio : Tuttocuoio-Piacenza, ore 11; L’Aquila-Pontedera, ore 14,30; Spal-Gubbio, ore 16; Grosseto-Carrarese, ore 18.

——————–

LUNEDI 2 : San Marino-Ascoli, ore 20,45.

————————————–

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »