energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Lega Pro: solo pari e sconfitte per le sette toscane Sport

Firenze – Il turno feriale del girone B del campionato di Lega Pro disputato ieri mercoledì non ha portato bene alle sette squadre toscane.  Infatti nessuna è riuscita a vincere. Hanno pareggiato Grosseto e Lucchese a diretto confronto, Prato, Pontedera e Carrarese. Sono uscite sconfitte Tuttocuoio e Pisa (la Pistoiese non ha giocato).   Novità al vertice della classifica. Il Teramo vittorioso ha raggiunto l’Ascoli “fermato” a Pontedera; Mentre la Reggiana ha consolidato il suo terzo posto favorito anche da un’altra scivolata del Pisa.

Una rete per parte nel derby toscano di questo turno Grosseto-Lucchese. Sulla panchina maremmana il nuovo allenatore Massimo Silva che sperava di guidare la squadra al successo anche per riscattare la sofferta sconfitta su un discutibile rigore una settimana fa a Ferrara con la Spal.

La Lucchese, reduce dall’importante successo sul Forlì, e priva di due pedine importanti quali il bomber Forte e Nole squalificati, ha giocato con prudenza ed ha così conquistato un buon pari.

La partita. Andava in vantaggio il Grosseto alla mezzora del primo tempo con Fofana (terza rete personale); pareggiava la Lucchese ad un quarto d’ora dalla fine con la rete del difensore Cazè da Silva. Tutto sommato un pareggio giusto.

———————–

Zero gol tra Pontedera ed Ascoli. Non è stata una grande partita. Comunque per i toscani un pareggio andava benissimo in quanto ottenuto contro una capolista che si era presentata a Pontedera lanciatissima (solo 4 sconfitte su 30 partite). Tra l’altro, segnatamente nella ripresa, sono stati più i toscani a poter segnare il gol del successo.

Insomma l’”undici” di Paolo Indiani continua la sua marcia positiva e raggranella punti su punti in virtù dei quali in classifica viaggia nell’ombra delle “grandi”.

——————–

Ancora un amaro crollo del Pisa. Una settimana fa è stato travolto in casa da L’Aquila (2 a 0 per gli abruzzesi); ieri sera è stato sconfitto a San Marino con una rete che la squadra della piccola repubblica ha realizzato con La Mantia a quattro minuti dalla fine.

Incredibile. Il San Marino aveva vinto soltanto cinque partite su 29; da sempre fanalino di coda; ed ha giocato senza gli squalificati Benassi e Cuffa. Insomma contro una squadra così modesta era giusto aspettarci un  Pisa autorevole e vittorioso.  Invece ha issato bandiera bianca. Grande profonda la delusione sotto la Torre Pendente. La squadra vede allontanarsi il terzo posto in classifica. Addio sogni di gloria. I tifosi sono in agitazione nel clan nerazzurro si respira aria di crisi, di contestazione. Amaro il debutto di Giuseppe Pillon sulla panchina pisana.

——————–

Il Prato ha acciuffato un punto a Forlì. Un pareggio meritato grazie ad una doppietta di Fanucci. Il primo gol dopo un quarto d’ora di partita, l’altro a dieci minuti dalla fine su rigore. Per Fanucci sono otto le reti personali. Nessuna euforia nel clan dei lanieri. Giustamente visto l‘andamento deludente della squadra dall’inizio del campionato. Comunque con questo punticino guadagnato in trasferta si attenua nell’ambiente pratese l’amarezza per il crollo di una settimana fa contro il Pontedera.

In classifica la squadra è salita di un gradino, ma per il Prato la zona playout è dietro l’angolo. Pertanto l’”undici” di Vinicio Esposito deve cercare con puntiglio il successo pieno, più che aspirare al pareggio.

————————

Per la Carrarese, incredibile. Ancora un pareggio. Sono 17 su 30 partite. Sta realizzando così un record raro, singolare. Anche una settimana fa aveva chiuso a reti bianche a Santarcangelo.

Ieri sera in casa la Carrarese si è ripetuta a conclusione di una partita vibrante, spigolosa tanto è vero che ci sono stati due espulsi – prima Teso della Carrarese poi Eguelfi del Savona – e diversi ammoniti.

Il risultato – due a due – tutto sommato appare giusto. E la partita è stata bella ed avvincente.

——————

Tuttocuoio sembrava avviato a conquistare i suo dodicesimo pareggio. Avevano segnato i dorici con Parodi all’inizio della ripresa ed i toscani su rigore con Colombo avevano ristabilito il punteggio. Ad un quarto d’ora dalla fine, quando la partita andava avanti senza particolari pericoli improvvisamente l’Ancona centrava il bersaglio con D’Orazio. Peccato. E con quel punteggio si chiudeva l’incontro. Tuttocuoio ha registrato questo stop  dopo quattro risultati utili.

————————

Il Teramo continua a vincere. Sul campo del Piacenza ha segnato tre reti senza subirne alcuna. Un risultato numerico che esprime da solo la superiorità degli abruzzesi squadra che dispone in attacco di un tandem di irresistibili goleador : Donnarumma e Lapadula – oggi una rete per ciascuno; l’altro gol è stato di Masullo – che insieme hanno totalizzato ben 32 reti. Ed è la coppia regina al momento nella classifica dei marcatori. Intanto la squadra si è portata in testa alla classifica a fianco dell’Ascoli.

————————-

La Spal ha espugnato il pur munito campo de L’Aquila che ieri ha registrato la seconda sconfitta consecutiva. E con questo stop la squadra abruzzese deve cancellare ogni speranza di inserirsi nel dialogo al vertice della classifica. Gli spallini si sono aggiudicati il match grazie ad un rigore ottenuto allo scadere del primo tempo. Implacabile Zigoni dal dischetto. Con questo successo la Spal si è portata a centro classifica.

————————-

Reggiana-Gubbio una sinfonia degli emiliani. E’ vero che andavano sotto di una rete al decimo minuto con Casiraghi; ma poi salivano in cattedra e, favoriti anche dall’espulsione di Lasicki alla fine del primo tempo, mettevano segno una tripletta con Ruopolo (12° rete personale). Insomma vincevano la partita stabilizzando il loro terzo posto in classifica.

————————-

AREZZO DOMENICA (ore 11)

OSPITA L’ALESSANDRIA

———————-

GIRONE A. Prosegue la positiva marcia dell’Arezzo. Il successo a Lumezzane, poi il pari sul campo del Feralpisalò. Domenica 22, inizio ore 11, sarà in casa contro l’Alessandria. Intanto la Lega Pro ha respinto il ricorso del Pavia, che sosteneva, nella partita giocata ad Arezzo, un errore arbitrale. Pertanto la partita è stata omologata con il risultato di 1 a 1 acquisito sul campo.

——————————-

CLASSIFICA

(Girone B)

1°) Teramo ed Ascoli p. 58

3°)  Reggiana p. 52;

4°)  Pisa p. 47;

5°   Ancona p. 45

5°)  Pontedera p. 44;

6°)  L’Aquila p. 42;

8°)  Spal p. 40

9°)  Tuttocuoio, Lucchese e Carrarese p. 38;

12°) Gubbio p. 36;

13°) Grosseto p. 34;

14°) Pistoiese p. 33;

15°) Santarcangelo, Savona e Prato p. 31;

18°) Forlì p. 30;

19°) Piacenza p. 28;

20°) San Marino p. 26

———

Partite da recuperare.

L’Aquila-Tuttocuoio; Reggiana-Pisa (8 aprile, ore 20,45); Pistoiese-Santarcangelo (15 aprile, ore 15)

———————-

RISULTATI

(30° Giornata)

Forlì-Prato 2-2; Piacenza-Teramo 0-3; L’Aquila-Spal 0-1; Ancona-Tuttocuoio 2-1; Pontedera-Ascoli 0-0; Reggiana-Gubbio 3-1; San Marino-Pisa 1-0; Carrarese-Savona 2-2; Grosseto-Lucchese 1-1. (Pistoiese-Santarcangelo rinviata).

————————

PROSSIMO TURNO

(31° Giornata)

——

SABATO 21 Marzo

Lucchese-Pisa, ore 14,30, arbitro Niccolò Pagliardini di Arezzo.

——————-

DOMENICA 22 marzo

Gubbio-Forlì, ore 14,30, arbitro Daniele Rasia di Bassano del Grappa;

Spal-Piacenza, ore 14.30, arbitro Piero Perotti di Legnano;

Prato-Pistoiese, ore 14,30, arbitro Luigi Rossi di Rovigo;

Ascoli-Reggiana, ore 16, arbitro Francesco Fiore di Barletta;

Carrarese-L’Aquila, ore 16, arbitro Vincenzo Fiorini di Frosinone;

Pontedera-Tuttocuoio, ore 16, arbitro Fabio Schirru di Torino;

Santarcangelo-Ancona, ore 18, arbitro Federico Sassoli di Arezzo;

Savona-Grosseto, ore 18, arbitro Antonio Rapuano di Rimini;

Teramo-San Marino, ore 18, arbitro Francesco Fourneau di Roma.

——————————-

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »