energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, staffetta al vertice, Ascoli torna primo Sport

Firenze – Questa 22° giornata del girone B della Lega Pro di calcio, è stata caratterizzata da una elettrizzante staffetta al vertice della classifica. Ieri sabato il Teramo batteva il Forlì e scalzava dal primo posto l’Ascoli. Ma questo pomeriggio gli abruzzesi hanno liquidato Tuttocuoio e si sono ripresi, con un punto di vantaggio, il comando della classifica.

Insomma al vertice c’è una vibrante lotta per conquistare il successo finale del girone B – con Ascoli e Teramo in lizza anche la Reggiana, L’Aquila ed il Pisa – il cui esito è ancora molto incerto.

Per quanto riguarda le toscane questo turno ha registrato il prezioso successo della Lucchese e del Pontedera; il pari di Carrarese, Pisa e Prato; la sconfitta di Grosseto e Tuttocuoio.

—————-

Pronto il riscatto del Pontedera sul terreno di casa contro l’Ancona. La squadra di Indiani, reduce dalla bruciante sconfitta a San Marino; senza più Grassi ceduto all’Ascoli, e Galli squalificato, non dava tanta fiducia anche perché i marchigiani erano imbattuti da otto turni.

Invece il Pontedera vinceva il confronto alla grande con Cesaretti – sostituto di Grassi – autore di una tripletta. Era lui a portare i toscani in vantaggio, pareggiava l’Ancona su rigore; nella ripresa subito Cesaretti ancora a bersaglio, quindi un’autorete dei marchigiani e allo scadere del tempo di nuovo Cesaretti a segno.

——————————

Il Prato davanti ai propri sostenitori, non è riuscito ad andare oltre ad un pari contro L’Aquila. I lanieri avevano durante la partita più di un’occasione per andare a bersaglio. Ma sbagliavano troppo in zona gol – anche il bomber Bocalon che vanta 11 reti personali – ed è logico che non si può recriminare se poi non arriva il successo pieno.

Quarto risultato utile consecutivo per il Prato quindi rispetto a qualche mese fa la squadra ha registrato sensibili progressi. Ma ancora non produce gioco e

risultati di cui era accreditata all’inizio del campionato.

Certo gli abruzzesi –reduci dalla vittoria sulla capolista Ascoli – confermavano di costituire un complesso tosto e valido sotto ogni profilo. La partita si risolveva nel giro di un solo minuto. Ad un quarto d’ora dalla fine andava in vantaggio L’Aquila con Sandomenico e subito dopo il Prato pareggiava con Fannucchi.

——————–

La Carrarese, sul campo amico, non è riuscita a battere il San Marino. Colpa soprattutto degli errori dei giocatori marmiferi in zona gol. Non possono bastare le diverse assenze – anche Castagnetti e Garzogno squalificati – e un San Marino rafforzato con il mercato di gennaio, a giustificare questo zero a zero.

Se la Carrarese ha mancato un successo che sulla carta era alla sua portata deve dire mea culpa. Comunque il cammino della squadra di Remondina rimane largamente positivo : 5 successi; 14 pareggi e soltanto tre sconfitte. Quattordici pari su 22 partite : un record assoluto nazionale.

——————-

Il Pisa poteva e doveva vincere sul campo del Gubbio. Invece, a conclusione di pur una bella partita, il risultato è stato di parità. Avrebbe potuto acciuffare i tre punti se, a pochi minuti dalla fine del primo tempo, Arrighini non avesse fallito un rigore.

In caso contrario per i toscani avrebbero potuto proseguire la partita attuando uno schema tattico più “coperto” in difesa e con uno stato d’animo diverso, forse i padroni di casa non avrebbero segnato un gol a venti minuti dalla fine con Regolandi, suo ottavo centro.

Meno male che un quarto d’ora dopo il Pisa pareggiava con Beretta. Dunque uno a uno : risultato che va stretto al Pisa e che lo tiene ai margini della lotta per il successo finale del girone B. Purtroppo non disponeva né del bomber Rached Arma, squalificato, che con i suoi 13 gol guida la classifica dei marcatori, né dell’infortunato Frediani.

———————-

Clamoroso colpo della Lucchese sul campo del Savona. I toscani si sono aggiudicati il match con un secco tre a zero. E’ vero che l’ultima rete è arrivata allo scadere della partita, arrotondando in modo vistoso il risultato,

ma è anche vero che la Lucchese ha meritato questo successo con il quale è uscita dalla zona dei playout. Buono l’esordio di Pagano.

Giusto ricordare che dal giorno in cui sulla panchina della Lucchese si è seduto Giuseppe Galderisi, la squadra non ha più perduto una partita. Ne ha giocate nove totalizzando tre vittorie e sei pareggi.

———————

Un’altra battuta d’arresto del Grosseto a Reggio Emilia. Una partita da dimenticare per i maremmani non solo perché la sconfitta è stata siglata da un dubbio rigore alla mezzora del primo tempo. Ma anche perché hanno concluso in nove per l’espulsione prima di Ferrero, al suo debutto nel Grosseto e, nel finale, di Formiconi. Per la Reggiana terzo successo nelle ultime quattro partite.

———————–

Il Teramo ha liquidato, come era nelle previsioni, il Forlì ed ha provato la gioia di guidare la classifica per qualche decina di ore. Tre i gol degli abruzzesi con doppietta di Donnarumma. Un Teramo comunque he guarda legittimamente alla serie B.

———————

Tra Santarcangelo e Spal partita senza gol e senza troppe emozioni. Due squadre molto attive sul mercato di gennaio, ma in questa partita non si sono vista apprezzabili miglioramenti.

———————-

L’Ascoli che ieri si era visto strappare il primato in classifica dal Teramo, ha affrontato stasera Tuttocuoio con grande determinazione. E si è aggiudicato la partita tornando a guidare la classifica.

Segnavano in apertura di partita i padroni di casa; pareggiava alla mezzora Tuttocuoio. Ma nei minuti di recupero del primo tempo l’Ascoli tornava in vantaggio grazie ad un rigore. Se al riposo il punteggio fosse stato di parità, forse nella ripresa Tuttocuoio, tra l’altro ancora privo di pedine importanti (anche quella di Falivena squalificato), avrebbe giocato con un altro stato d’animo. Invece non è stato così. Anzi i toscani incassavano altre due reti.

—————————-

Chiude la serie delle partite di questo 22° turno la partita Piacenza-Pistoiese in programma domani sera lunedi, alle ore 20,45. Nella squadra toscana alcuni

titolari assenti tra i quali Falzerano e Vassallo squalificati. Arbitra Marini di Roma.

—————————————–

GIRONE A. Sfortunato oggi domenica l’Arezzo a Torres battuto per 1 a 0, rete segnata dai sardi dopo 25’ di partita. Sfortunato anche perché alla mezzora il nuovo attaccante il francese Yaisten si infortunava e nelle ultimissime battute restava pure in dieci per l’espulsione di Testardi. L’Arezzo, con 24 punti in classifica, domenica 1 febbraio ospiterò alle 14,30 il Renate.

—————–

CLASSIFICA

(Girone B)

1°) Ascoli p. 41

2°) Teramo p. 40;

3°) Reggiana p.38;

4°) L’Aquila e Pisa p. 37;

6°) Ancona e Pontedera p. 32;

8°) Gubbio p. 30;

9°) Carrarese p. 29;

10°)Spal p.28;

11°)Pistoiese, Lucchese e Tuttocuoio p. 27;

14°)Grosseto e Forlì p.26;

16°)Savona p. 25;

17°)Prato p. 23;

18°)Santarcargelo p. 20;

19°)San Marino p. 16

20°)Piacenza p. 14.

———————–

RISULTATI

(22° giornata)

Savona-Lucchese 0-3; Santarcangelo-Spal 0-0; Pontedera-Ancona 4-1; Reggiana-Grosseto 1-0; Teramo-Forlì 3-1; Carrarese-San Marino 0-0; Prato-L’Aquila 1-1; Gubbio-Pisa 1-1; Ascoli-Tuttocuoio, 4-1.

————–

DOMANI LUNEDI : Piacenza-Pistoiese, ore 20,45.

————————–

PROSSIMO TURNO

(23° giornata)

SABATO 31 : Pistoiese-Reggiana, ore 14,30; Lucchese-Prato ore 15; Ancona-Teramo, ore 16; Forlì-Santarcangelo, ore 17; Pisa-Savona, ore 17.

————-

DOMENICA 1 febbraio : Tuttocuoio-Piacenza, ore 11; L’Aquila-Pontedera, ore 14,30; Spal-Gubbio, ore 16; Grosseto-Carrarese, ore 18.

——————–

LUNEDI 2 : San Marino-Ascoli, ore 20,45.

————————————–

Print Friendly, PDF & Email

Translate »