energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, toscane: hanno vinto, Robur Siena, Arezzo e Prato Sport

Firenze – Nona giornata del Girone A del campionato di Lega Pro. Delle nove squadre toscane tre hanno vinto: Arezzo che in classifica si è portato in alto; il Siena che si è aggiudicato l’atteso derby con il Livorno ed il Prato che, finalmente, ha centrato la sua prima vittoria in campionato.

Tre hanno pareggiato : Tuttocuoio, Carrarese e Pontedera e tre sono uscite amaramente sconfitte : Livorno, Pistoiese e Lucchese.

——————————

    ROBUR SIENA – LIVORNO 1 -0

Vince il Siena, all’ultimo minuto dei cinque di recupero con una rete di Gentile quando ormai sembrava scontato lo zero a zero. Per la squadra senese è la terza vittorie e la prima in casa (aveva prevalso a Roma contro il Racing Club ed a Prato). Un successo importante con il quale i bianconeri senesi allungano la serie positiva (sesto risultato utile consecutivo) e si avvicinano alla zona playoff.

Il Livorno, invece, continua a marciare a corrente alternata ed a Siena ha frenato la sua rincorsa per inserirsi nella lotta al vertice. Se non avesse sbagliato un rigore ottenuto dopo una ventina di minuti, che sudamericano Murilo calciava a lato, forse l’esito del derby avrebbe potuto essere diverso.

I labronici viaggiano a corrente alternata. C’è qualcosa da registrare nella manovra della squadra. Questa è la terza sconfitta, la prima dopo cinque partite nelle quali aveva collezionato 3 pareggi e due vittorie. Certo essere sconfitti quando mancano pochi secondi alla fine dei minuti di recupero provoca tantissima amarezza.

—————————–

 ALESSANDRIA – PISTOIESE 2 – 1

Sul campo dell’imbattuta capolista, la Pistoiese si è comportata egregiamente. Si è battuta senza alcun timore reverenziale. Solo un paio di gravi errori della difesa hanno aperto la strada al successo degli alessandrini.

Insomma gli “arancioni” avrebbero potuto tornare a casa con in tasca un bel pareggio perché durante tutta la partita hanno costretto i loro blasonati avversari a pedalare tanto ed a momenti anche con il fiatone. Peccato. Comunque non è contro l’Alessandria che la Pistoiese deve cercare i punti per la sua non brillante classifica.

Erano proprio i toscani a portarsi in vantaggio dopo un quarto d’ora con un gol di Benedetti. Però quasi subito pareggiato da uno di Bocalon. Ed ad una ventina di minuti dalla fine Bocalon concedeva il bis e con quel secondo gol la vittoria all’Alessandria.

————————-

   COMO – LUCCHESE 1 – 0

La Lucchese non meritava assolutamente di perdere questo incontro con i lariani. Non lo meritava per il suo notevole volume di gioco,; per le occasioni da rete che ha costruito; per un pizzico di sfortuna (un palo di Bruccini). E perché il gol incassato dopo un quarto d’ora di partita è stata la conseguenza di un grave errore del rossonero Espeche.

Però è anche giusto sottolineare che in zona gol la Lucchese ha sbagliato tanto, troppo. Tra le palle gol fallite alcune anche facili. E quindi ha pagato dazio anche per questa lacuna. Sarà bene che il tecnico Galderisi in allenamento costringa gli attaccanti ad allenarsi sui tiri a rete.

Per la Lucchese uno stop quando si era presentata a Como con una striscia di quattro partite utili di cui tre vinte segnando ben 11 gol.

—————————-

   PIACENZA – TUTTOCUOIO 0 – 0

Il Piacenza, reduce da tre successi, è stato “fermato” sul pareggio da un Tuttocuoio che ha tenuto bene testa all’avversario con un gioco attento segnatamente in difesa non tralasciando azioni di rilancio. E’ finita per risultare una partita con poche emozioni e scarse occasioni da rete (un tiro di Tougordan scuoteva la traversa dei toscani). Questo pareggio per Tuttocuoio, che è il quarto e terzo in trasferta, serve eccome per muovere la classifica.

—————————-

AREZZO – RACING ROMA 1 – 0

Vittoria di misura, ma meritata quella dell’Arezzo contro i romani del Racing Club. In classifica con questi tre punti la squadra aretina si è portata al quarto posto cioè nell’ombra delle maggiori protagoniste. L’Arezzo si è assicurato il verdetto, quinta vittoria, grazie ad un rigore ottenuto nei minuti di recupero del primo tempo. Dal dischetto non falliva il tiro Moscardelli. Nella ripresa i padroni di casa tenevano bene le redini del match e conducevano in porto il risultato procedendo in una eccellente marcia in campionato.

——————————–

CARRARESE – RENATE 0 – 0

Reduce dalla vittoriosa partita sul campo della Pro Piacenza, la Carrarese non riesce a fare bottino pieno in casa contro il Renate. Delle due antagonista è quella decisamente più aggressiva con larga superiorità nel possesso palla. Ma fallisce più volte, troppe, nel calciare a rete.

Il Renate cura in particolare la fase difensiva togliendo al match anche qualche pizzico di spettacolo. Apuani più volte vicini al gol – segnatamente nel primo tempo – ma al momento di concludere si sono smarriti. E così la partita è finita senza reti e senza troppe emozioni.

——————————

  PONTEDERA – LUPA ROMA 0-0

Fatica a ritrovare smalto e concretezza il Pontedera. Più di un errore in difesa, mira sbagliata in zona gol. Insomma la squadra di Paolo Indiani uscita battuta nelle ultime quattro partite (Pro Piacenza, Lucchese, Viterbo e Como) non è riuscita a fare risultato pieno, in casa, nemmeno contro la Lupa Roma. Stanchezza, anche mentale?. Questo crollo merita un attento esame per eliminare le criticità che ne appannano il rendimento. Una riflessione più rapida possibile perché la squadra, intanto, è precipitata nei bassifondi della classifica.

——————————-

 PRATO – PRO PIACENZA 1 – 0

Dopo tante amarezze finalmente un sorriso per il Prato. Ha battuto con pieno merito la Pro Piacenza con una rete realizzata dal nigeriano Ogunseye alla mezzora della partita. La squadra è sembrata in riprese sotto tutti i profili : nell’impostazione tattica; nella concentrazione,; nel morale; nella determinazione. Ed è approdata al sospirato successo.

E così dopo otto giornate di campionato, il Prato ha centrato la sua prima vittoria (vantava solo due pareggi). Una vittoria che attenua polemiche e critiche. Non solo, ma questa partita sembra aver dimostrato che il “lavoro” del nuovo allenatore, il fiorentino Roberto Malotti, comincia a dare dei frutti. Naturalmente i diversi problemi della squadra e della società non sono spariti. Ma ora il Prato può guardare in avanti con più slancio e più fiducia.

————————–

CREMONESE – OLBIA 2 – 1

Un successo centrato in rimonta, ma con merito da parte della Cremonese che alla fine di un incontro abbastanza brillante ha offerto una certa superiorità. Tre gol tutti nel primo tempo. L’Olbia passava in vantaggio in apertura con una rete di Miceli, ma alla mezzora i lombardi pareggiavano con Brighenti. E mettevano a bersaglio il pallone della vittoria con Cavion nei minuti di recupero del primo tempo.

————————–

   GIANA – VITERBESE 1 – 1

Partita con un gol per parte segnati entrambi nei minuti di recupero. Il Giana Erminio quando l’arbitro passati i due minuti di recupero stava per fischiare la fine del primo tempo. Gol di Perna.

Nella ripresa un certo equilibrio (le due squadre finivano in dieci : fuori prima Bonalumi per doppia ammonizione e negli ultimissimi minuti Sforzini della Viterbese (erano già state eseguite le tre sostituzioni). Sembrava ormai scontava la vittoria del Giana. Invece allo scadere dell’ultimo minuto di recupero la Viterbese pareggiava con Cuffa.

—————————–

    CLASSIFICA

(Girone A)

1°)  Alessandria p. 25;

2°)  Cremonese p. 20

3°)  Viterbese p. 19;

4°)  p.m. Arezzo e Como p. 17;

6°)  Piacenza p. 16;

7°)  p.m. Renate e Livorno p. 14;

9°)  Robur Siena p. 13;

10°) Giana Erminio p. 12;

11)  Olbia p. 11;

12°) p.m. Lucchese e Tuttocuoio p. 10;

14°) p.m. Pistoiese e Carrarese p. 8;

16°) Pontedera p. 7;

17°) p.m. Racing Club Roma e Pro Piacenza p. 6;

19°) Lupa Roma p. 6;

20°) Prato p. 5;

————————–

 CLASSIFICA MARCATORI

(Girone A)

6 reti Forte (Lucchese) e Bocalon (Alessandria);

5 reti Neglia (Viterbese); Brighenti (Cremonese);  Bruno (Giana); 4 reti Gonzalez (Alessandria), Taugourdeau (Piacenza), De Sousa (Racing Club Roma) e Sheldiladze (Tuttocuoio); Marano (Viterbese); Marotta (Virus Siena) e Moscardelli (Arezzo);

3 reti : Iocolano (Alessandria);  Erpen e Polidori (Arezzo); Gyasi e Rovini (Pistoiese), Santini (Pontedera), Razzitti (Piacenza), Capello e Pireddu (Olbia); Stanco (Cremonese);

2 reti : Florian, Marzeglia e Napoli (Renate); Colombo (Pistoiese); Murilo, Maritato e Venitucci (Livorno); Le Noci e Nossa e Chinellato (Como); Franchi e Matteassi (Piacenza); Grossi (Arezzo); Floriano (Carrarese): Scappini (Cremonese); Mastropietro (Lupa Roma); Della Latta (Pontedera); Romano (Prato); Tavani (Rancing Club Roma); Gullit (Giana); De Feo, Martinez e Terrani (Lucchese); Pesenti (Pro Piacenza); Mendicino (Siena).

—————————

    NONA GIORNATA

RISULTATI – Como-Lucchese 1-0; Pontedera-Lupa Roma 0-0; Alessandria-Pistoiese 2-1; Arezzo-Racing Club Roma 1-0; Carrarese-Renate 0-0; Cremonese-Olbia 2-1; Giana Erminio-Viterbese 1-1; Piacenza-Tuttocuoio 0-0; Prato-Pro Piacenza 1-0; Robur Siena-Livorno 1-0.

———————- ———-

   DECIMA GIORNATA

(Girone A)

DOMENICA 23 OTTOBRE – Lucchese-Prato; Lupa Roma-Giana; Olbia-Alessandria; Pistoiese-Como; Pro Piacenza-Viterbese; Racing Roma-Carrarese; Renate-Pontedera; Siena-Piacenza; Tuttocuoio-Cremonese.

LUNEDI’ 24 – Livorno-Arezzo, ore 20,30.

——————————-

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »