energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, toscane : quattro vincono, cinque sono uscite sconfitte Sport

Firenze – Per le nove squadre toscane questa ottava giornata del Girone A del campionato di Lega Pro è stata positiva per alcune e negative per altre. Quattro hanno vinto Lucchese e Robur Siena addirittura siglando il successo con un poker di gol ciascuna; Livorno e Carrarese invece con una sola rete.

Le altre cinque tutte sconfitte. Il Prato e precipitato ancor più nella crisi; nulla da fare per Tuttocuoio contro la capolista; il Pontedera altro brutto stop; Pistoiese ed Arezzo non meritavano di finire k.o.

————————-

      PRATO – COMO 0 -1

Seconda vittoria consecutiva per il Como e quinta sconfitta di seguito per il Prato. Questa la sintesi di una partita che i comaschi si sono assicurati con una rete realizzata dopo un quarto d’ora da De Leidi.

Il Prato non meritava davvero di uscire sconfitto perché non ha certo giocato peggio dei comaschi. Ma il risultato numerico lo condanna e la situazione della squadra, ultima in classifica con solo due punti, si fa sempre più critica fino ad essere allarmante. Nemmeno con l’arrivo del nuovo allenatore, il fiorentino Roberto Malotti, è servito a fermare questo crollo in verticale ora con i giocatori anche “bloccati” da comprensibili motivi psicologici.

Un Prato che mette paura : cinque sconfitte una dietro l’altra (Como, Renate, Siena, Viterbese, Carrarese); zero successi, solo due pari in casa (Tuttocuoio e Pistoiese); 16 reti al a passivo e soltanto 5 all’attivo. Ed non manca nemmeno la sfortuna. Insomma un bilancio fallimentare che consente a quei tifosi pratesi che protestano da tempo di aumentare il tono delle loro polemiche.

Domenica il Prato sarà ancora sul campo amico contro Pro Piacenza e lo sarà ancora mercoledì 19 ottobre ospitando l’Arezzo per la prima fase di qualificazione alla fase finale della Coppa Italia di Lega Pro.

——————————-

TUTTOCUOIO – ALESSANDRIA 1 – 4

Che potesse vincere l’Alessandria – imbattuta capolista – era nei più scontati pronostici. Magari è il netto punteggio a favore dei piemontesi che appare un po’ pesante.

C’è stato un episodio estremamente negativo che ha spinto la squadra di Ponte a Egola verso una netta sconfitta. Era il 50’ quando Tuttocuoio ha ottenuto un rigore. Purtroppo Tempesti si è fatto parare il tiro. A quel punto la partita era sul due a uno a favore dell’Alessandria. Gol del Tuttocuoio con Zenuni; pareggio degli ospiti con Cazzola e loro vantaggio con Bocalon. Se fosse stato realizzato il rigore il risultato sarebbe andato sul due a due.

E forse la partita avrebbe preso una strada meno faticosa per Tuttocuoio. Invece negli ultimi dieci minuti altre due reti dell’Alessandria prima con Piccolo e poi di Bocalon. Comunque nessun dramma. Sono altre le partite nelle quali la squadra di Fiasconi deve guadagnare punti.

————————-

  LIVORNO – RENATE 1 – 0

Vittoria importante per il Livorno. Ma ottenuta soltanto su cacio di rigore a pochi minuti dalla fine realizzato da Maritato. Anche se è giusto ricordare che nel Livorno c’era qualche assenza importante. Ha pure disputato i minuti di recupero in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione di Luci.

Comunque tutto bene. Ma un successo così stiracchiato e grazie ad un rigore è anche indice delle difficoltà che gli amaranto incontrano a sciorinare un calcio autorevole e ad andare a bersaglio.

————————–

    PISTOIESE –PIACENZA 1 – 2

La Pistoiese, che era in serie positiva da cinque giornate, si è stata ”fermata” dal Piacenza. Meglio sarebbe dire che sono stati gli stessi i padroni di casa a confezionarsi la sconfitta con l’aiuto della sfortuna.

Promo tempo tutto di marca pistoiese. Alla mezzora anche un palo di Colombo. Dopo una decina di minuti di ripresa finalmente e giustamente Pistoiese in vantaggio con rete di Rovini. L’andamento del gioco sul campo lasciava credere che gli “arancioni” avrebbero centrato il loro sesto risultato utile. Invece superata l’ora di partita gli emiliani accorciavano subito le distanze con Matteazzi e poco dopo passavano in vantaggio con Razzitti. Finale tutto di colore arancione ma non è bastato per evitare una bruciante batuta d’arresto.

———————————–

    LUCCHESE – LUPA ROMA 4 – 0

Lucchese alla grande. Ha preso a volare dopo un inizio di campionato un po’ in sordina. Da quattro giornate sempre risultati positivi : pari con Arezzo e Livorno e nelle ultime due giornate Pontedera ed, appunto, contro Lupa Roma i primi due successi in campionato.

Sette giorni fa quattro gol al Pontedera; oggi stessa razione alla Lupa Roma. Tre reti le ha messe a segno nei primi 25’ di una partita tutta di marca lucchese. Andava a segno De Feo, poi Terrani, quindi Forte che siede al vertice della classifica dei marcatori. Negli ultimi minuti del match la quarta rete autore Martinez. C’è poco da aggiungere il poker di gol rigilato ai romani parla chiaro.

————————–

  PRO PIACENZA – CARRARESE 0 – 1

Vittoria preziosissima per la Carrarese la seconda in assoluto (aveva battuto il Prato) e la prima in trasferta. Preziosa anche perché ha lasciato il penultimo posto in classifica ed ha dato ossigeno al morale della squadra.

Non è stata una grande partita. Ma in questo caso il risultato era al centro dell’attenzione delle due squadre. Hannp avuto la meglio gli apuani grazie alla rete realizzata al 55’ da D’Amico.

———————————-

RACING ROMA –ROBUR SIENA 0 – 4

Ha dilagato la Robur Siena sul campo della Racing Roma centrando così la sua seconda vittoria in campionato. Una curiosità : i suoi due successi sono stati ottenuti entrambi in trasferta (aveva vinto a Prato). In casa ancora niente vittorie.

Quando una squadra chiude il match con quattro reti di vantaggio c’è poco da aggiungere. Tra l’altro sono stati realizzati due nel primo tempo gli altri due nella ripresa. Insomma i senesi hanno dominato dall’inizio alla fine.

Infatti andava in vantaggio dopo 19’ con Doninelli; raddoppiava al 27’ con Marotta; ancora a bersaglio al 68’ con Firenze e poker all’85’ con Mendicino.

—————————–

  VITERBESE – PONTEDERA 2 – 0

Il Pontedera totalizza maggior possesso di palla, sbaglia almeno tre palla gol, non segna; mentre la Viterbese “colpisce” dopo 25’ con Marano e negli ultimi tre minuti della partita con una doppietta di Neglia. I toscani hanno così incassato la terza sconfitta consecutiva (prima Pro Piacenza e Lucchese) quindi il pur ottimo allenatore Indiani deve trovare una rapida soluzione per l’inversione di marcia visto che anche la classifica se non piange ma quasi.

————————–

CREMONESE – AREZZO 3 – 2

Incredibile. In questo scontro al vertice della classifica l’Arezzo avrebbe meritato di vincere senza discussione. Ma non ha centrato questo significativo obiettivo soprattutto per colpa propria.

Nel primo quarto d’ora la squadra toscana metteva a segno due reti con Moscardelli arrivate a siglare una indiscussa superiorità. Ma se l’Arezzo fosse stato più preciso in zona gol al riposo il vantaggio sarebbe stato ancora più vistoso.

Nella ripresa amaranto continuavano a sprecare facili conclusioni a rete. Ed è un classico : chi sbaglia troppo poi viene punito. Ma pure le modalità della “punizione” sono state singolari. A 10 minuti dalla fine Arezzo era ancora avanti di due gol. Fatali le ultimissime battute. Ad otto minuti dalla fine del tempo regolamentare la Cremonese con Stanco accorciava le distanze e subito dopo Maiorino pareggiava – intanto l’Arezzo continuava a buttare al vento palle da gol – ed all’ultimo dei cinque minuti di recupero i padroni di casa, ancora con Stanco, acciuffava la rete del successo.

—————————-

   OLBIA – GIANA 3 – 2

Quando sembrava che il Giana avesse ormai in tasca il quarto risultato utile consecutivo, i sardi riuscivano a ribaltare il risultato. Lombardi in vantaggio di due reti nel primo quarto d’ora con Okyere Gullit, poi con Bruno.

Ed i gol sarebbero stati tre se dopo un’ora di gioco non avessero fallito un rigore. A quel punto la grande rimonta dell’Olbia che accorciava le distanza Gerini ed a dieci minuti dalla fine pareggiava con Piredda. Subito dopo Giana in dieci per l’espulsione di Bruno ed allo scadere del match la rete del successo dei sardi con Capello. Così l’Olbia ha conservato pure l’imbattibilità del proprio campo.

—————————

   CLASSIFICA

                        (Girone A)  

1°) Alessandria p. 22;

2°) Viterbese p. 18;

3°) Cremonese p.17;

4°) Piacenza p. 15;

5°) p.m. Arezzo e Livorno p. 14;

7°) Renate p. 13;

8°) p.m. Olbia, Como e Giana Erminio p. 11;

11°) Lucchese e Robur Siena p. 10;

13°) Tuttocuoio p. 9;

14°) Pistoiese p.8;

15°) Carrarese p. 7;

16°)p.m. Pontedera, Racing Club Roma, Pro Piacenza p. 6;

19°) Lupa Roma p. 5;

20°) Prato p. 2.

—————————

Como-Pontedera sarà recuperata mercoledì prossimo 12 ottobre.

—————————-

Classifica marcatori Girone A

6 reti Forte (Lucchese)

5 reti Neglia (Viterbese) e Bruno (Giana);

4 reti Gonzalez e Bocalon (Alessandria), Brighenti (Cremonese), Taugourdeau (Piacenza), De Sousa (Racing Club Roma) e Sheldiladze (Tuttocuoio); Marano (Viterbese); Marotta (Virus Siena);

3 reti : Erpen e Polidori (Arezzo); Gyasi (Pistoiese), Santini (Pontedera), Razzitti (Piacenza), Rovini (Pistoiese), Capello e Pireddu (Olbia);

2 reti : Florian, Marzeglia e Napoli (Renate); Iocolano (Alessandria); Colombo (Pistoiese); Murilo e Venitucci (Livorno); Le Noci e Nossa (Como); Franchi (Piacenza); Grossi (Arezzo); Floriano (Carrarese): Scappini (Cremonese); Mastropietro (Lupa Roma); Della Latta (Pontedera); Romano (Prato); Tavani (Rancing Club Roma).

—————————

RISULTATI 8° GIORNATA – Cremonese-Arezzo 3-2; Livorno-Renate 1-0; Lucchese-Lupa Roma 4-0; Olbia-Giana Erminio 3-2; Pistoiese-Piacenza 1-2; Prato-Como 0-1; Pro Piacenza-Carrarese 0-1; Racing Club Roma-Robur Siena 0-4; Tuttocuoio-Alessandria 1-4; Viterbo-Pontedera 3-0.

—————————–

NONA GIORNATA

GIRONE A : Sabato 15 ottobre : Como-Lucchese e Pontedera-Lupa Roma; domenica 16 ottobre : Alessandria-Pistoiese; Arezzo-Racing Club Roma; Carrarese-Renate; Cremonese-Olbia; Giana-Viterbese; Piacenza-Tuttocuoio; Prato-Pro Piacenza; Siena-Livorno.

———————-

Print Friendly, PDF & Email

Translate »