energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, trionfano Lucchese e Tuttocuoio Sport

Firenze – Almeno uno dei risultati delle quattro partite del Girone B del campionato di Lega Pro anticipate ad oggi sabato è clamoroso ed imprevedibile. Si tratta del trionfo, giusto definirlo così, del Tuttocuoio, a Siena cioè’ sul campo di un avversario che stava marciando alla grande (anche in Coppa Italia).

Conferma della Lucchese che è tornata a riveder le stelle; pareggio nel derby adriatico tra Rimini ed Ancona; mentre la Pistoiese vince e tira un sospiro di sollievo.

———————–

SIENA – TUTTOCUOIO 0 – 4

Risultato clamoroso, sorprendente, incredibile. Nessuno forse aveva ipotizzato la vittoria del Tuttocuoio. Tantomeno stracciando il Siena con un poker di gol. Insomma i bianconeri senesi che stavano collezionando una serie di partite utili, compresa quella della Coppa Italia grazie alla quale la squadra è approdata ai quarti di finale, sono crollati davanti al proprio pubblico in modo inspiegabile.

Dieci e lode al Tuttocuoio, squadra coraggiosa e valida come dimostra la sua ottima classifica. Ha affrontato il difficile impegno a viso aperto mettendo in campo energie fresche e tanta voglia di lottare. Merito anche dell’allenatore Cristiano Lucarelli che è riuscito a dare alla squadra fiducia e spirito battagliero.

L’”undici” di Ponte a Egola andava subito in vantaggio con Tempesti e raddoppiava al 20’ con Shekiladze. Il Siena tentava di reagire, ma senza esito. Ad accrescere disagi e problemi alla squadra l’espulsione allo scadere del primo tempo di Masullo, reo di un brutto fallo.

Nella ripresa, Siena in dieci, Tuttocuoio guardingo, impegnato a difendere il doppio vantaggio. Ma negli ultimissimi minuti, con i padroni di casa completamente spenti, realizzava altre due reti. Prima con Shekiladze – e per georgiano sono sei i gol personali, poi con ancora con Tempesti.

 

PISTOIESE – SAVONA 1 – 0

La Pistoiese ha vinto questa sfida salvezza mettendo sotto il Savona. Un successo sofferto, ma atteso da tutto il clan arancione. Finalmente può tirare un sospiro di sollievo la squadra ed il suo allenatore Massimiliano Alvini che rischiava la panchina se la Pistoiese avesse perso. E forse anche i tifosi sebbene ancora sul piede di guerra concederanno una tregua alla società.

Quanta fatica per tornare a vincere dopo ben nove giornate negative (ultima affermazione contro la Lucchese). Comunque i problemi rimangono tutti anche perché in fondo la vittoria è arrivata su rigore e il Savona aveva avuto la possibilità di pareggiare, ma ha fallito un rigore. Ora c’è la sosta. A gennaio sarà tesserato l’attaccante Colombo ex Tuttocuoio. Ma forse servirà anche qualche altro rinforzo.

La Pistoiese prendeva subito le redini della partita. Ed alla mezzora, grazie ad un rigore concesso per atterramento di Falasco, passava meritatamente in vantaggio. Partita in pugno dei padroni di casa fino al riposo.

Ripresa. Niente di importante. Ad un quarto d’ora alla fine un rigore per i liguri. Calciava Virdis, ma il portiere pistoiese neutralizzava il tiro. La vittoria era salva.

Il Savona rimane ultimo in classifica (anche per le gravi penalizzazioni) ed è a digiuno di vittorie dal 1 novembre quando mise sotto il Pisa. A Pistoia ha confermato che in trasferta è un disastro (8 partite, 7 sconfitte).

 LUCCHESE – L’AQUILA 3 – 1

Continua la stupenda marcia della Lucchese. Contro L’Aquila ha centrato la terza vittoria consecutiva ed è salita nella parte più alta della classifica. Sembrano lontani e sbiaditi i tempi dell’allarmante crisi. Le otto sconfitte, la caduta in verticale nei bassifondi della classifica, lo sgomento della società.

Ora la Lucchese è in grande salute e lanciatissima e L’Aquila ne ha preso atto pagando gabella. La partita è stata divertente e ricca di episodi. Quattro gol; due rigori a favore della Lucchese (uno fallito); un espulso (Zandrini, portiere degli abruzzesi); sesto gol personale

sia di Fanucchi che di Terrani, due cannonieri della squadra di Lopez.

Fino dalle prime battute la Lucchese saliva in cattedra e comandava il gioco. Segnava dopo soli 4’ con Fanucci, raddoppiava quasi subito con Benvenga. A cinque minuti dal riposo : espulso Zandrini, portiere de L’Aquila e rigore calciato da Sartore, neutralizzato dal portiere ospite.

In apertura di ripresa secondo penalty a favore della Lucchese e questa volta Terrani non sbagliava dal dischetto. Tre a zero. L’Aquila segnava il gol della bandiera allo scadere dell’ora di partita con De Sousa.

 

RIMINI – ANCONA 2 – 2

Giusto pareggio. Andavano in vantaggio i dorici con Bussi allo scadere del primo tempo. Ma il Rimini dopo dieci minuti della ripresa segnava prima il pareggio con Polidori e subito dopo passava in vantaggio con Lisi. Ma l’Ancona ad un quarto d’ora dalla fine riportava il risultato in parità con una rete di Casiraghi. Dunque per il Rimini continua il periodo piuttosto negativo (2 punti nelle ultime 4 giornate; l’Ancona invece ha portato a sette la striscia delle partite utili (2 successi,5 pari).

DOMANI A PRATO ARRIVA UNA CARRARESE IN CRISI

Domani domenica le altre cinque partite del 16° turno. In programma un derby toscano a Prato ospite la Carrarese. I lanieri marciano collezionando risultati soddisfacenti (sono reduci dal pari sul campo del Santarcangelo) ed in classifica si sono portati nella zona di centro. Quindi la squadra è tranquilla, fiduciosa e da qualche settimana esprime anche un calcio abbastanza concreto.

Non è così per la Carrarese che nel posticipo di lunedi è stata sconfitta in casa dal Pontedera. Un brutto stop. Non c’è dubbio che la squadra è calata di tono, ma risente anche della grave crisi dirigenziale. Se nei prossimi giorni non sarà trovata una soluzione, la società rischia di essere messa in liquidazione.

Il Pontedera, invece, con l’ultimo successo, si è portato in classifica nella scia delle protagoniste, e domani in casa contro il Santarcangelo dovrebbe centrare la sua sesta vittoria.

Il Pisa, sebbene ancora sembra non avere smaltito la bruciante eliminazione in Coppa Italia, domani è nella capitale ospite della Lupa Roma. Sulla carta parte favorito. Insomma il Pisa ha tutti i titoli per vincere quell’incontro. Non può deludere le sue migliaia di tifosi due volte nel giro di pochi giorni.

Vita dura invece per l’Arezzo a Macerata. Il campo dei marchigiani è ancora imbattuto. Ma gli amaranto aretini, se in giornata positiva, sono capaci anche di smentire un pronostico che in verità non li vede favoriti.

Chiude la serie delle partite la Spal. La capolista non sembra più quella formidabile macchina da gol della prima parte del campionato. Ma sul campo amico è difficile che deluda. Il Teramo si batterà con slancio, ma non sarà facile evitare la sconfitta.

 CLASSIFICA

 Spal p. 31

Maceratese p.29;

Pisa p. 28;

Ancona p. 27;

Siena e Tuttocuoio p. 23;

Carrarese e Pontedera p. 21;

Prato, L’Aquila, Lucchese p.20;

Santarcangelo, Rimini ed Arezzo p. 16

Teramo e Pistoiese p.15;

Lupa Roma p. 9;

Savona p. 1.

RISULTATI

Rimini-Ancona 2-2; Siena-Tuttocuoio 0-4; Lucchese-L’Aquila 3-1; Pistoiese-Savona 1-0.

——————

DOMANI

Ore 14 : Macerata-Arezzo, arbitro Antonio Di Martino di Teramo;

Ore 14,30 : Prato-Carrarese, arbitro Fabio Pasciuta di Agrigento;

Ore 15 : Lupa Roma-Pisa, arbitro Giacomo Camplone di Pescara e Spal-Teramo, arbitro Niccolò Baroni di Firenze;

Ore 17,30 : Pontedera-Santarcangelo, arbitro Vittorio Di Gioia di Nola.

————————-

 PROSSIMO TURNO

SABATO 9 gennaio

Ore 14 : L’Aquila-Lupa Roma;

Ore 15 : Teramo-Pontedera;

Ore 17,30 : Tuttocuoio-Spal;

Ore 20,30 : Arezzo-Rimini, Santarcangelo-Maceratese, Savona-Prato.

DOMENICA 10

Ore 15 : Ancona-Siena;

Ore 17,30 : Carrarese-Lucchese e Pisa-Pistoiese.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »