energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, turno positivo per le squadre toscane Breaking news, Sport

Firenze – Turno positivo per le squadre toscane in questa decima giornata di ritorno del Girone A del campionato di Lega Pro. Delle nove formazioni in campo (rinviato l’incontro tra Arezzo e Monza) solo il Pontedera usciva sconfitto.

Il Livorno è “risorto”; la Robur Siena ha vinto e mantenuto il primo posto in classifica; la Carrarese ha sbancato Arzachena; la Pistoiese ha travolto un Pontedera stanco e decimato dalle assenze; il Prato ha acciuffato tre punti pesanti per la sua pur desolante classifica. Pari nel derby tra Lucchese, non vince in casa da tempo, e Gavorrano; mentre il Pisa si faceva raggiungere dall’Alessandria nei minuti di recupero.

—————————-

LUCCHESE – GAVORRANO 0 – 0. Giusto pareggio. La Lucchese (non vince in casa da novembre) è stata più propositiva ed ha fallito con Fanucci l’unica clamorosa occasione da rete. Certo alla Lucchese serviva proprio un successo anche per allontanarsi dalla zona playout.

Il Gavorrano (quinto pari esterno) si è battuto alla grande, ha tenuto bene il campo, con una difesa molto attenta e compatta e si è portato a casa un prezioso punto.

A parziale giustificazione del modesto derby le tante ed importanti assenze nelle due squadre (Lucchese senza Mingazzini, Strada, Mugelli, Shekiladze, Merlonghi, Cecchini; Gavorrano privo di Remedi, Conti, Marchetti e Merini).

—————————–

PISTOIESE – PONTEDERA 3 – 0. Partita a senso unico. Pistoiese che domina nel primo tempo in ogni settore del campo e segna tre reti. Un punteggio che da solo esprime la differenza di rendimento in campo. E così gli “arancioni” acciuffano tre punti preziosi.

Per il Pontedera semplice la valutazione della partita. Grande stanchezza anche mentale per la lunga e stressante fatica sostenuta nella recente partita di Coppa Italia contro l’Alessandria e le tante significative assenze quali Caponi e Maritato squalificati; Calcagni, Vettori, Pandolfi e Mastrilli.

Tutto si decideva nei 35 minuti iniziali. A bersaglio prima Minardi (terza rete personale), poi Ferrari infine Picchi. Nella ripresa molto più equilibrio in campo anche perché alla Pistoiese bastava controllare la situazione, tenere in pugno quel tre a zero.

——————————-

PISA – ALESSANDRIA  1 – 1. Pareggio amaro per il Pisa. L’Alessandria ha realizzato il gol del pari all’ultimo dei cinque minuti di recupero. Che la squadra piemontese fosse forte e quotata – undici risultati utili consecutivi – era notorio. Ma sinceramente a quel punto forse sarebbe stato giusto che il Pisa, anche se con qualche affanno, conducesse in porto un successo molto importante anche per rilanciare la squadra. (veniva da due sconfitte Lucchese e Gavorrano).

Il Pisa andava in gol alla mezzora con un colpo di testa del centrocampista austriaco Gucher (terza rete personale). Una rete che concretizzava un periodo in cui i nerazzurri erano stati più propositivi, più insidiosi.

Nella ripresa ancora equilibrio, agonismo con l’Alessandria che cercava con puntiglio il pari. Ma il Pisa difendeva con forza il vantaggio e tutto lasciava credere che ormai la partita sarebbe finita con il successo dei toscani. Invece all’ultimo tiro dell’ultimo minuto la beffa.

—————————-

ROBUR SIENA – VITERBESE 1-0. La Robur Siena vince senza ombra di dubbio la partita contro la pur tenace Viterbese e “respinge” l’assalto del Livorno alla sua posizione di leader della classifica.

La rete decisiva al 18’ quando Vassallo andava in gol. Da quel momento la squadra senese guardava soprattutto a mantenere il vantaggio. Senza per questo cedere l’iniziativa ai laziali. E vi riusciva amministrando con intelligenza il match. E con una difesa compatta e precisa. Insomma bianconeri in vetta alla classifica con pieno merito.

——————————

GIANA ERMINIO – LIVORNO 0 – 2. Il Livorno è risorto. E’ tornato al successo dopo le brucianti recenti sconfitte e la tormentata vicenda dei giorni scorsi dell’allenatore Andrea Sottil che aveva presentato le dimissioni poi ritirate su insistenza dei giocatori.

Una vittoria, quindi, molto importante sotto tutti gli aspetti. E pure meritata perché ha saputo colpire al momento giusto come ha saputo poi imbrigliare le vivaci reazioni del Giana Erminio.

Autore di questa affermazione il 22enne fantasista brasiliano Otavio Mendes Murilo che ha messo a segno una doppietta (al 28’ ed al 66’) portando a nove i gol personali.

—————————

ARZACHENA – CARRARESE 1–3. La Carrarese espugna il campo dei sardi dell’Arzachena, conquista il quarto successo esterno ed in classifica si porta nell’ombra delle squadre di vertice.

Il merito di questa vittoria è di Francesco Tavano autore delle tre reti degli apuani. Questo bomber guida ora da solitario leader la classifica dei marcatori con ben 17 reti. Nato a Caserta 39 anni fa, Tavano in carriera ha totalizzato 204 gol (ha giocato, tra le altre squadre, nell’Empoli, Livorno, Valencia, Roma, Rondinella, Pisa e Fiorentina).

La partita è stata sempre nelle mani della Carrarese che apriva le segnature su rigore, al 25’, appunto, con Tavano. E nelle battute finali del primo tempo altri due gol degli apuani con i sardi incapaci a neutralizzare lo scatenato attaccante dei marmiferi. Per l’Arzachena il gol della bandiera dopo un’ora di gioco con Nuvoli.

—————————

PRATO – PRO PIACENZA 1 – 0. Un sorriso per il Prato. Una speranza di potersi ancora salvare visto che con questo successo, pur restando ultimo in classifica, ha accorciato la distanza dalle squadre Gavorrano e Cuneo che lo precedono in classifica.

E’ stata una vittoria strameritata (la quarta in campionato) nonostante sia risultata di stretta misura nella sua espressione numerica. Il Prato, pur senza Fanucci e Sarr, ha attaccato e creato molte occasioni da rete. Ed è andato in vantaggio dopo un’ora di partita con Ceccarelli (ancora lui un’altra volta protagonista).

Un Prato brillante, convinto, quindi può essere nelle condizioni di continuare in questa serie positiva a cominciare da sabato prossimo nel super derby con la Pistoiese.

————————–

CUNEO – OLBIA 0 – 0. Partita senza tante emozioni. Il Cuneo è quello che ha provato più volte di centrare il bersaglio (due reti annullate) segnatamente nel primo tempo.  L’Olbia dopo due settimane di stop ha portato a casa un prezioso e meritato pareggio (per i sardi è il primo in trasferta in questo campionato). Sabato il Cuneo osserverà un turno di riposo.

—————————–

CLASSIFICA

1°) Robur Siena p. 55; 2°)Livorno p. 54; 3°)Pisa p. 48; 4°) Viterbese p. 46; 5°) Carrarese p. 40; 6°)Alessandria p. 39; 7°) Monza, Olbia e Giana Erminio p. 36; 9°) Piacenza e Pistoiese p. 35; 12°) Arzachena p. 34; 13°) Pontedera e Pro Piacenza e Lucchese p. 31; 16°) Arezzo p. 28; 17°) Cuneo p. 27; 18°) Gavorrano p. 22; 19°) Prato p. 19.

———————————–

I MARCATORI

RETI – 17 Tavano (Carrarese); 13 Vantaggiato (Livorno) e Ragatzu (Olbia); 11 RETI : Bruno (Giana Erminio); Curcio (Arzachena); Alessandro (Pro Piacenza) e Moscardelli (Arezzo); 10 RETI : Gonzalerz (Alessandria), Perna (Giana Erminio); 9 RETI : Ferrari (Pistoiese); Marotta (Robur Siena); Murilo (Livorno); Ceccarelli (Prato); 8 RETI : Marconi (Alessandria); Pesenti (Pontedera); Ogunseye (Olbia); Vrioni (Pistoiese); Dell’Agnello (Cuneo); Sanna (Arzachene); Giudici (Monza).

—————————–

10° GIORNATA DI RITORNO

RISULTATI – Giana Erminio-Livorno 0-2; Pisa-Alessandria 1-1; Arzachena-Carrarese 1-3; Lucchese-Gavorrano 0-0; Cuneo-Olbia 0-0; Pistoiese-Pontedera 3-0; Prato-Pro Piacenza 1-0; Robur Siena-Viterbese 1-0.

Rinviata Arezzo-Monza. Riposa Piacenza.

——————————-

11°GIORNATA DI RITORNO

SABATO 17 MARZO – Viterbese-Arezzo; Olbia-Arzachena; Alessandria-Giana, ore 20,30; Pro Piacenza-Livorno ore 14,30; Carrarese-Lucchese; Pisa-Piacenza; Prato-Pistoiese; Gavorrano-Pontedera; Monza-Robur Siena.

Riposa Cuneo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »