energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, un turno disastroso per le nove squadre toscane Breaking news, Sport

Firenze – Questa 27° giornata del Girone A del campionato di Lega Pro offre un dato eccezionale, mai registrato prima dall’inizio della stagione. Incredibile : nessuna delle nove squadre toscana ha vinto la partita.

Hanno pareggiato Livorno e Prato. Tutte le altre, Siena, Arezzo, Pontedera, Lucchese, Pistoiese, Tuttocuoio e Carrarese sono uscite sconfitte. Incredibile, sicuramente irripetibile.

————————-

AREZZO – CREMONESE 0 – 1

Pesante sconfitta dell’Arezzo. La squadra amaranto battuta in casa dalla Cremonese scende al quarto posto in classifica a 10 punti dalla capolista Alessandria. E lo precedono Cremonese, ora da sola al secondo posto e dal Livorno.

Peccato. Comunque l’Arezzo travolgente in un recente passato sembra un po’ appannato visto che sette giorni fa era stato sconfitto dal Pro Piacenza.

E’ vero che l’Arezzo mancava di Corradi e Ferrario, ma è anche vero che la squadra non si espressa sui livelli di cui è accreditata. Sicuramente andare sotto di un gol dopo soli 10 minuti – rete di Stanco – ha costretto la squadra aretina di modificare i consueti schemi e nel finale ha attaccato con la forza della disperazione. Niente. Non è riuscito ad evitare questo amaro stop.

——————————

PONTEDERA – VITERBESE 1 – 2

Una sconfitta che il Pontedera sicuramente non meritava. Ma quando va tutto storto succede. E la squadra ne paga le conseguenze relegata nei bassifondi della classifica.

Il Pontedera veniva da quattro risultati positivi (vittorie su Pro Piacenza e Lucchese e due pari con Racing Roma e Pistoiese) e questo stop crea problemi anche sul piano morale.

Per gli amaranto pontederesi primo colpo negativo : un errore della difesa allo scadere del primo tempo permetteva a Falcone di portare in vantaggio i laziali. Al 72’ rigore per la Viterbese (pure per il Pontedera c’era un penalty, ma l’arbitro diceva no) che con Neglia raddoppiava. Nelle battute conclusive il Pontedera andava a bersaglio con King. Insisteva con slancio fino alla conclusione ma non bastava per evitare questa sconfitta. Sulla panchina dei laziali è tornato oggi Giovanni Cornacchini al posto di Dario Pagliari.

——————————–

COMO – PRATO 0 – 0

Una partita senza gol, con scarse emozioni, con due squadre in formazione di emergenza per le tante importanti assenze. I lariani erano anche senza l’allenatore in panchina.

Il Prato era senza Giovanni Tomi, Luca Checchin, Fabio Catacchini ed Antonio Romano. Quindi cercare di non perdere era il primo traguardo. Obiettivo raggiunto. Con questo punto i lanieri affiancano Racing Roma all’ultimo posto in classifica. In fondo pareggiare in trasferta con il Como che su 13 partite in casa ne ha perdute soltanto due è già un risultato accettabile. Per i lanieri è vita dura ed i rischi sono tanti. comunque gli ultimi loro risultati autorizzano a guardare in avanti con fiducia (nelle ultime cinque partite hanno raggranellato ben dieci punti).

———————————

RENATE – LIVORNO 0 – 0

Giusto pareggio a conclusione di una partita con poche emozioni. A confronto due squadre che forse hanno guardato soprattutto a non perdere. Giusto atteggiamento del Livorno sceso in campo senza sei titolari (Benassi, Rossini, Gonnelli, Giandonato, Cellini, Vantaggiato).

Nonostante ciò i labronici hanno avuto due o tre palle-gol che non sono stati capaci di mettere a frutto. Comunque il bilancio degli amaranto livornesi in trasferta è positivo : 13 partite : 6 vittorie; 4 pari; 3 sconfitte).

——————————-

LUPA ROMA – LUCCHESE 3 – 1

Una partita nata sotto cattiva stella per la Lucchese. Infatti ha dovuto giocare per 70’ in dieci per l’espulsione di Dermaku (cartellino rosso diretto) e subire ben due rigori che i romani hanno realizzato entrambi con Fofana.

Dunque la squadra di Galderisi non vince da quattro giornate durante le quali ha preso soltanto due punti (pari con Arezzo e Livorno; sconfitta con Pontedera e Lupa Roma). Certo aver giocato per 70 minuti in inferiorità numerica è stato un handicap notevole.

Peccato perché la Lucchese era partita bene grazie ad una rete in apertura di partita di Fanucci. E con quel gol chiudeva in vantaggio il primo tempo.

Nella ripresa la Lupa Roma, reduce da due sconfitte, si portava presto in parità su rigore calciato da Fofana. La Lucchese cercava di “chiudere” tutti i varchi nella speranza di condurre in porto, pur priva dello squalificato Zecchinato, la divisione dei punti. Negli ultimi dieci minuti, invece, incassava altre due reti :

prima su rigore ancora con Fofana e proprio in chiusura con Iadaresta.

—————————–

PIACENZA – PISTOIESE 1 – 0

Ha deciso il piacentino Di Cecco realizzando una bella rete ad una dozzina di minuti dalla conclusione della partita. Fino a quel momento la Pistoiese si era difesa con ordine non mancando di rendersi pericolosa in qualche contropiede.

Ed ha giocato i minuti di recupero in dieci per l’uscita dal campo di Fissore infortunatosi (erano già state operate le tre sostituzioni). Uno stop che con un pizzo di fortuna poteva essere evitato, ma comunque non compromette un cammino che dovrebbe evitare “agli arancioni” (nelle ultime 7 partite due vittorie, tre sconfitte e due pareggi) il pericolo di scivolare in fondo alla classifica.

Il Piacenza, sicuramente più propositivo della Pistoiese, ha centrato la terza vittoria consecutiva dopo aver battuto Olbia e Cremonese.

———————————

ALESSANDRIA – TUTTOCUOIO 3 – 0

L’Alessandria torna al successo riscattando le delusioni in trasferta (4 sconfitte). E continuando a guidare con grande autorevolezza la classifica. Che per Tuttocuoio fosse una trasferta proibitiva rientrava nelle più logiche previsioni. Giusto ricordare che l’Alessandria in casa ha vinto 12 volte su 13 partite disputate (più un pari).

Quindi niente critiche, né amarezze nel clan della squadra di Ponte a Egola tra l’altro in campo senza Zenuni e Provenzano e reduce da due successi (Giana e Carrarese). Per la squadra toscana non sono quelle le partite nelle quali cercare punti per la classifica.

I piemontesi aprivano le segnature con Fischnaller allo scadere dl primo tempo; raddoppiavano subito all’inizio della ripresa con Bocalon che raggiunge a quota 16 gol al vertice della classifica dei marcatori il compagno di squadra Gonzalez. L’Alessandria metteva a segno la terza rete con Evacuo pochi minuti prima della fine del match.

——————————

CARRARESE – PRO PIACENZA 0 – 3

Un tracollo inaspettato. La Carrarese è in gravissima crisi. Non vince da 11 partite (8 sconfitte e tre pareggi. E’ precipitata in piena zona playout. Il pubblico è sconcertato. E trema la panchina di Andrea Danesi.

La Pro Piacenza ha confermato la sua splendida forma (comunque finora aveva vinto soltanto due partite in trasferta), ma forse questo disastro degli apuani ha avuto la svolta nell’episodio del secondo gol degli emiliani. La Pro Piacenza era andato in vantaggio dopo un quarto d’ora con Pugliese. Ma la svolta alla mezzora. Il portiere della Carrarese Lagomarsino commetteva un clamoroso errore che consentiva agli ospiti di segnare con Pesenti la seconda rete.

All’inizio del secondo tempo terza gol del Pro Piacenza ancora con Pugliese. Ad aggravare la situazione dei marmiferi, anzi a renderla impossibile al 58’ restavano in dieci per l’espulsione di Massoni. Da quel momento la questione era praticamente amaramente conclusa.

——————————

GIANA – OLBIA 1 – 0

Pronostico rispettato. Hanno vinto i lombardi con pieno merito a conclusione di un match senza grandi acuti

grazie ad un super gol di Chiarello a venti minuti dalla fine.

E così il Giana Erminio ha centrato il quinto successo nelle ultime sei partite e consolida il suo quinto posto in classifica. Per l’Olbia invece sono guai. E la sesta sconfitta consecutiva e la posizione dei sardi in classifica si è fatta delicata.

——————————–

ROBUR SIENA – RACING ROMA 1 – 2

Un’altra sconfitta per la Robur Siena. Nelle ultime sei partite ha collezionato una vittoria (sul Prato) e ben cinque sconfitte (Pistoiese, Como, Lupa Roma, Arezzo, Racing Roma). Insomma su 18 punti in palio ne ha presi solo tre. Inevitabili critiche ed allarmismi per i bianconeri senesi chiamati ad una decisa immediata inversione di marcia anche per non mettere in crisi la propria classifica. Ma non sarà facile un pronto riscatto visto che il prossimo turno vedrà il Siena ospite del Livorno, squadra di vertice e molto temibile sul proprio campo.

Contro il Racing Roma, la difesa del Siena ha commesso più di un errore. Comunque i bianconeri non meritavano la sconfitta considerato che nella ripresa hanno attaccato senza sosta costringendo la squadra romana ad una continua, affannosa difesa.

Segnava il Racing Roma allo scadere del primo tempo con De Sousa; pareggiava il Siena all’81’ con Gentile; tornavano in avanti i capitolini a due minuti dalla fine ancora con De Sousa centrando così il quarto risultato utile consecutivo (pari con il Pontedera; successi contro Lupa Roma, Como e Siena).

—————————

CLASSIFICA – GIRONE A

1°) Alessandria p. 59;

2°) Cremonese p. 53;

3°) Livorno p. 50;

4°) Arezzo p. 49;

5°) Giana Erminio p. 43;

6°) Viterbese p. 41;

7°) Como e Piacenza p. 40;

9°) Renate p. 38;

10°) Lucchese p. 37;

11°) Pro Piacenza p. 35;

12°) Robur Siena, Pistoiese p. 32;

14°) Olbia p. 31;

15°) Tuttocuoio, Lupa Roma e Pontedera p. 28;

18°) Carrarese p. 26;

19°) Racing Roma e Prato p. 23.

————————–

CLASSIFICA MARCATORI

16 reti : Gonzalez e Bocalon (Alessandria);

15 reti: Forte (Lucchese);

13 reti : Brighenti (Cremonese);

12 reti Pesenti (Pro Piacenza);

11 reti : Cellini (Livorno), De Sousa (Racing Roma) e Moscardelli (Arezzo);

10 reti : Polidori (Arezzo); Marotta (Robur Siena), Bruno (Giana);

9 reti : Marzeglia (Renate)e Neglia (Viterbese);

8 reti : Capello (Olbia); Chinellato (Como);

7 reti : Razzitti (Piacenza), Rovini (Pistoiese), Santini (Pontedera), Shekiladze (Tuttocuoio); loriano (Carrarese); Di Quinzio (Como); Colombo (Pistoiese)

6 reti : Belingheri, Stanco, Scappini e Scarselli (Cremonese); Maritato (Livorno); Ragatzu (Olbia); Bunino (Siena); Floriano (Carrarese); Marano (Viterbese); Fofana (Lupa Roma);

5 reti : Perico (Giana), Murilo (Livorno), De Feo (Lucchese), Baldassin (Lupa Roma), Piredda (Olbia), Franchi e Romero (Piacenza), Cristiani e Di Quinzio (Como), Moncini (Prato), Napoli (Renate); Kabashi (Pontedera).

—————————-

GIRONE A – 8° DI RITORNO

RISULTATI – Robur Siena-Racing Roma 1-2; Renate-Livorno 0-0; Lupa Roma-Lucchese 3-1; Piacenza-Pistoiese 1-0; Giana-Olbia 1-0; Como-Prato 0-0; Alessandria-Tuttocuoio 3-0; Pontedera-Viterbese 1-2; Arezzo-Cremonese 0-1; Carrarese-Pro Piacenza 0-3.

————————————

GIRONE A – 9° DI RITORNO

SABATO 4 MARZO – Lupa Roma-Pontedera (campo Tivoli, ore 14,30); Olbia-Cremonese, ore 14,30; Viterbese-Giana, ore 14,30; Renate-Carrarese, ore 14,30; Tuttocuoio-Piacenza, ore 16,30; Pro Piacenza-Prato, ore 16,30; Pistoiese-Alessandria ore 18,30; Racing Roma-Arezzo, ore 18,30; Livorno-Robur Siena ore 20,30.

DOMENICA 5 MARZO – Lucchese-Como, ore 14,30.

———————————–

Print Friendly, PDF & Email

Translate »