energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Lega Pro: vincono in cinque, Arezzo terzo Sport

Firenze – Giornata positiva per le squadre toscane che militano nel Girone A del campionato di Lega Pro. Su nove ben cinque hanno vinto : Pontedera e Pistoiese i rispettivi derby con Prato e Tuttocuoio; Arezzo, che ora è da solo al terzo posto in classifica, Carrarese e Livorno.

Ha pareggiato la Lucchese; sono usciti sconfitti Prato, sempre più in crisi, Siena e Tuttocuoio.

——————-

PRATO – PONTEDERA 0 – 1

E’ stato il derby della disperazione perchè Prato e Pontedera si erano presentate a questo scontro diretto ciascuna reduce da tre sconfitte consecutive ed in classifica lanieri ultimi e pontederesi penultimi.

Il risultato ha premiato il Pontedera che si è aggiudicato il derby grazie ad una rete realizzata ad una decina di minuti dalla fine da Santini. Un successo meritato che consente al Pontedera di tirare il fiato e guardare con rinnovata fiducia al futuro. E ne aveva bisogno visto che erano sette giornate che non vinceva.  Questa vittoria unita alla qualificazione agli ottavi di finale della Coppa Italia potrebbero costituire il trampolino di lancio verso una fase della stagione tranquilla.

Per il Prato è notte fonda. In questa partita ha esordito in panchina Francesco Monaco nuovo allenatore. Niente da fare. Il Prato continua a collezionare sconfitte ed a rimanere sempre più solo in fondo alla classifica. Il suo bilancio è fallimentare :  su 13 partite 1 sola vittoria; 2 pari; 10 sconfitte; 8 reti attive; 27 passive).

——————————-

   TUTTOCUOIO – PISTOIESE 0 – 1

La Pistoiese ha compiuto l’impresa. Non aveva mai vinto in trasferta (in casa una sola volta contro la Carrarese nella settima giornata) e questi tre punti sono linfa per una squadra che stenta ad esprimere un buon football pur possedendo le qualità.

Questa volta è riuscita ad andare in vantaggio allo scadere del primo tempo con una prodezza dell’ex Colombo ed a condurre in porto quel vantaggio. Non che abbia risolto i suoi problemi di classifica (e di gioco) ma è chiaro che ora l’ottimo allenatore Remondina può lavorare in un clima più sereno e più fiducioso.   Tuttocuoio attraversa un momento di grane crisi. La squadra ha perduto freschezza, ritmo determinazione. E le conseguenze si vedono. In casa ha perduto le ultime quattro partite. Urge un immediata inversione di marcia.

—————————–

AREZZO – PIACENZA 1 – 0

L’Arezzo mette k.o. il Piacenza, con il quale divideva il terzo posto in classifica. Un successo di stretta misura, cioè grazie alla rete di Solini, realizzata dopo cinque minuti di partita sfruttando un’azione nata da calcio d’angolo.

E’ stata una bella partita, combattuta, equilibrata come era nelle previsioni visto che il Piacenza, in trasferta, si era arreso solo una volta.

La squadra di Sottili allunga così la sua striscia positiva centrando il quinto risultato utile consecutivo (3 vittorie Racing Roma, Renate e Piacenza e due pareggi Livorno e Pistoiese). Con questo successo rimane da solo al terzo posto in classifica. Confermate le previsioni della vigilia del campionato quando Arezzo era indicato una dalle maggiori protagoniste del girone A.

——————————

   LUCCHESE – RENATE 1 – 1

E’ successo tutto nei primi dodici minuti. Renate in vantaggio con Marzeglia, Lucchese che pareggia con Merlonghi. Un risultato giusto, un primo tempo scoppiettante con ottime fasi di gioco; una ripresa molto tattica fra due squadre che non volevano rischiare di perdere. Forse la Lucchese poteva osare di più, ma va bene così. La squadra continua in una marcia tranquilla (è il quarto risultato utile consecutivo) magari sperando in un futuro più consistente.

——————————-

     CARRARESE – COMO 3 – 1

La Carrarese, dopo il k.o. a Siena ha ripreso a collezionare risultati positivi (prima di Siena 3 vittorie e 2 pari) battendo senza esitazione il Como. A cui va aggiuntala qualificazione agli  ottavi di finale della Coppa Italia.

E’ stata una partita in cui è successo di tutto : quattro gol; due rigori; tre espulsioni. E gli episodio decisivi tutti negli ultimi venticinque minuti. Floriano portava in vantaggio la Carrarese: raddoppiava su rigore Del Nero (con il lariano De Leidi espulso), ancora in avanti gli apuani con Bastoni.

A cinque minuti dalla fine rigore per il Como trasformato da Pessini ed espulsione del carrarino Massoni. Ed allo scadere della partita fuori anche Danesi allenatore della Carrarese.

—————————–

     CREMONESE – ROBUR SIENA 1 – 0

Alla Robur Siena non è bastata una superba prova ad evitare la sconfitta. Comunque alla Cremonese, che aveva vinto cinque delle sei partite giocate in casa, c’è voluto un rigore concesso a dieci minuti dalla fine e realizzato da Brighenti per volgere a proprio vantaggio una partita che poteva benissimo finire in parità.

La squadra toscana aveva impostato la partita benissimo anche sul piano tattico e Cremonese – unica squadra che cerca di contrastare la marcia trionfale della capolista Alessandria – non era riuscita a trovare la strada per sbloccare l’incontro.

Inevitabile che dopo aver lottato alla pari per quasi l’intera partita sul campo della quotata Cremonese perdere su rigore forse anche discutibile, abbia provocato tanta amarezza nel clan senese. Così tanta amarezza che per protesta venivano espulsi prima Firenze, che sedeva in panchina e subito dopo il fischio finale, anche D’Ambrosio.

———————————

                 GIANA – ALESSANDRIA 1 – 1

Terzo pareggio per l’imbattuta capolista Alessandria. Ha  chiuso in parità sul campo del Giana Erminio che può essere definita la bestia nera della capolista visto che pochi fa ha battuto l’Alessandria in una partita di Coppa Italia.

La partita registrava una superiorità dei “grigi” alessandrini passati in vantaggio dopo una mezzora con l’argentino Gonzalez (leader della classifica dei marcatori con 10 reti). Ma allo scadere di un’ora di partita il Giana trovava il pari con Bonalumi.

In classifica questo pareggio porta la Cremonese ad un solo punto dalla capolista (mai prima era stato così’ minimo il vantaggio dell’Alessandria sulle inseguitrici).

———————————-

    PRO PIACENZA – RACING ROMA  3 -0

Pro Piacenza vince con pieno merito questa sfida salvezza e si allontana dalla zona pericolo; zona nella quale invece affonda sempre più Racing club Roma (in classifica è  penultimo).  IL risultato numerico esprime da solo l’andamento del match. Piacentini in vantaggio, su rigore, con Pesenti e nei primi sei minuti della ripresa andavano a segno altre due volte : prima con Rossini poi con Bazzoffia.

———————————

  VITERBESE – OLBIA 0 – 3

E’ stato lo scontro diretto tra due neo promosse. Da questo confronto l’Olbia è uscita alla grande mettendo a segno ben tre reti tutte nella ripresa. Apriva la serie Piredda, raddoppiava Ragatzu ed ad una decina minuti dalla fine triplicava Capello.  Per l’Olbia è il terzo risultato utile consecutivo e la prima vittoria in trasferta. Momento poco felice invece, per per la Viterbese che nelle ultime cinque partite ha racimolato solo due punti.

——————————-

    LUPA ROMA – LIVORNO 1 – 2

Meritato successo del Livorno nell’anticipo di sabato espugnando il campo della Lupa Roma. Un successo siglato da una doppietta del bomber Cellini, fiorentino che ha esordito nel calcio nella squadra ragazzi dell’Africo del Campo di Marte. A due minuti dalla fine Livorno in dieci per l’espulsione di Dell’Angelo ed 90’ il gol della bandiera dei romani con Palomeque.

Per il Livorno è stato il quarto risultato utile consecutivo (successi su Prato e Lupa Roma; pareggi con Arezzo e Viterbo).

——————————-

 CLASSIFICA – Girone A

1°)  Alessandria p. 33;

2°) Cremonese p. 32;

3°) Arezzo p. 25;

4°) Piacenza e Livorno p. 22;

6°) Viterbese p. 20;

7°) Como e Renate p. 19;

9°) Lucchese, Olbia e Giana Erminio p.18;

12° Carrarese p. 17;

13°) Robur Siena e Pro Piacenza p. 16;

15°) Tuttocuoio e Pistoiese p. 13;

17°) Pontedera e Lupa Roma p. 10;

19°) Racing Club Roma p. 7;

20°) Prato p. 5;

————————————–

   CLASSIFICA MARCATORI (Girone A)

10 reti : Gonzalez (Alessandria)

8 reti Forte (Lucchese); Bocalon (Alessandria) e Brighenti (Cremonese);

7 reti : Bruno (Giana);

6 reti : Neglia (Viterbese), Marzaglia (Renate) e Pesenti (Pro Piacenza);

5 reti : Sheldiladze (Tuttocuoio), Marotta (Robur Siena); Razzitti (Piacenza); Capello (Olbia);

4 reti Taugourdeau (Piacenza), De Sousa (Racing Club Roma); Marano (Viterbese); Polidori, Grossi e Moscardelli (Arezzo); Rovini (Pistoiese); Mendecino (Robur Siena); Cellini (Livorno), Pireddu (Olbia); Santini (Pontedera); Colombo (Pistoiese); Floriano (Carrarese);

3 reti : Iocolano (Alessandria);  Erpen (Arezzo); Gyasi (Pistoiese); Stanco e Belingheri (Cremonese); Napoli (Renate); Chinellato (Como); Matteassi (Piacenza); Murilo (Livorno); De Feo e Terrani (Lucchese); Diop (Viterbese); Belingheri (Cremonese); Mastripietro (Lupa Roma); Ragatzu (Olbia);

2 reti : Florian e Palma (Renate); Lambrughi, Enej Jelene, Maritato e Venitucci (Livorno); Damian, Le Noci e Nossa (Como); Franchi (Piacenza); Scappini e Maiorino (Cremonese); La Camera e Baldassin (Lupa Roma); Della Latta (Pontedera); Romano (Prato) Tavani e Massimo (Rancing Club Roma); Gullit (Giana); Bruccini e Martinez (Lucchese); Miceli e Cossu (Olbia); Foglia e Yampa (Arezzo); Bunino (Siena).

——————————–

     13° GIORNATA

RISULTATI : Lupa Roma-Livorno 1-2; Cremonese-Robur Siena 1-0; Giana-Alessandria 1-1; Pro Piacenza-Racing Club Roma 3-0; Viterbese-Olbia 0-3; Arezzo-Piacenza 1-0; Carrarese-Como 3-1; Lucchese-Renate 1-1; Prato-Pontedera 0-1; Tuttocuoio-Pistoiese 0-1.

———————————-

 DOMENICA 20 NOVEMBRE – 14° GIORNATA

Renate-Lupa Roma, ore 14,30; Alessandria-Carrarese, ore 14,30; Como-Cremonese; Livorno-Pro Piacenza; Olbia-Prato; Piacenza-Giana, ore 14,30; Pistoiese-Viterbese; Pontedera-Arezzo, ore 18,30; Racing Club Roma-Lucchese; Robur Siena-Tuttocuoio, ore 16,30.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »