energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro: vincono Livorno, Siena, Arezzo; pari per altre quattro Sport

Firenze – Bilancio decisamente positivo per le squadre toscane in questa 21° giornata del Girone A del campionato di Lega Pro. Svettano due strepitosi ed importanti successi anche sotto il profilo tecnico. Il Livorno ha battuto la capolista Alessandria, alla sua prima sconfitta e la Robur Siena è passata sul difficile e quotato campo della squadra lombarda di Giana. Ha vinto pure l’Arezzo, nei confronti della Carrarese, che continua così nella sua positiva marcia.

Ben quattro le squadre, Prato, Pontedera, Lucchese e Pistoiese invece hanno pareggiato. Oltre alla Carrarese, sconfitto Tuttocuoio che scivola nelle retrovie della classifica. Insomma delle nove toscane, oltre alla Carrarese, ha perduto solo Tuttocuoio.

—————————-

  LIVORNO – ALESSANDRIA  2 – 1\

Trionfale successo del Livorno che ha inflitto la prima sconfitta alla capolista Alessandria. Una vittoria che porta un nome quello di Marco Cellini autore della doppietta che ha portato il Livorno in paradiso. Il bomber labronico è fiorentino ed ha iniziato a giocare al calcio nella squadretta dell’Affrico.

Con questa affermazione il Livorno ha centrato il dodicesimo risultato utile consecutivo. Insomma il ritorno in serie B non è soltanto un sogno.

Eppure la partita non era iniziata bene per i labronici. Infatti l’Alessandria dopo un quarto d’ora di partita andava in vantaggio con una rete di Marras. Ma alla mezzora Cellini riportava in parità il risultato. Ed nelle prime battute della ripresa il bomber fiorentino – 10 gol personali – riportava in vantaggio la propria squadra con una seconda stoccata che metteva i piemontesi k.o. Giusti meritati gli applausi del pubblico – quasi 6 mila gli spettatori – per gli uomini del tecnico Claudio Foscarini.

——————————-

  AREZZO – CARRARESE  2 – 1

Undicesima vittoria dell’Arezzo che si conferma protagonista del Girone A come dimostra la sua invidiabile classifica. Per gli amaranto aretini seconda vittoria consecutiva (erano reduci dal successo a Como) anche se conquistata con maggior fatica del previsto in quanto la Carrarese si è battuta bene e sebbene sconfitta è uscita a testa alta da questo derby.

Tanto è vero che, dopo un primo tempo senza reti e con poche emozioni, erano gli apuani ad andare in vantaggio all’inizio della ripresa con Migliavacca e con un pizzico di fortuna avrebbero potuto pure raddoppiare.

Ma l’Arezzo, dopo diedci minuti di ripresa mandava in campo il bomber Moscardelli. Ed era la mossa vincente. Tango è vero che ad un quarto d’ora dalla fine, nel giro di cinque minuti, metteva a segno una doppietta – 9 gol personali – con la quale ribaltava il risultato del momento e siglava il successo della propria squadra. Niente da eccepire sulla vittoria degli aretini che proseguono nella loro brillante marcia.

La Carrarese, reduce dal k.o. in casa contro il Giana, e senza Massoni, Dell’Amico e Floriano, nei minuti finali ad Arezzo cercava di riaprire la partita. Tentativo generoso,ma fallito. E la sua posizione in classifica, se non tornerà a vincere, potrebbe preoccupare.

———————————–

    PRATO – RACING ROMA  0 – 0

E’ finita senza reti. Un pareggio che non favorisce nessuna delle due squadre. Divise da un punto il Prato rimane penultimo e il Racing Roma ultimo in classifica. Sono divisi da un punticino soltanto. Insomma il Prato, che tra l’altro giocava sul campo amico, doveva vincere questa partita importante per salvezza. Ha perduto purtroppo una preziosa occasione.

I lanieri, senza lo squalificato Fabrizio Danesi, e con il debuttante difensore Lino Marzorati, per la verità, ci ha provato più volte senza però riuscirvi. Un po’ per la bravura del portiere romano Reinholds che ha neutralizzato tre o quattro palloni che sembravano destinati a finire in fondo alla rete, un po’ per l’imprecisione in zona gol dei bombers pratesi. Insomma per il Prato è un pareggio che non aiuta. Era lecito aspettare il successo pieno dei toscani considerato anche che il Racing Roma in trasferta aveva perso ben nove partite sulle dieci disputate (più una vittoria). Non aveva mai pareggiato prima.

Sebbene per il Prato sia stato un risultato deludente la squadra può benissimo evitare la retrocessione diretta, superare poi i playout e restare in Lega Pro.

Ora il campionato si ferma. Riprenderà il 22 gennaio con la terza giornata del girone di ritorno. Dal3 gennaio si riapre il calcio mercato. Molte squadre saranno operative nel tentativo con di cancellare con novi acquisti le lacune affiorate in questa prima parte del campionato. Il Prato che ha già iniziato a rafforzarsi con l’arrivo di Marzorati. Ma forse dovrà ingaggiare qualche altra pedina per accrescere il rendimento collettivo necessario per allontanarsi dalla zona retrocessione.

——————————–

PONTEDERA – COMO  2 – 2

Pontedera quasi in crisi. La squadra di Paolo Indiani non riesce proprio a ritrovare il positivo e brillante gioco di un tempo. Non vince da cinque partite (tre pari Carrarese, Alessandria e Como e due sconfitte Siena e Piacenza). Ed arranca  nelle retrovie della classifica.

Contro il Como sembrava, pur privo di Claudio Santini, proiettato verso la vittoria. Andava in fuga con due reti segnate nella prima mezzora prima con Bonaventura poi con Cais. Ma allo scadere del primo tempo il Como accorciava le distanze con Chinellato.

All’inizio della ripresa i lariani pareggiavano, due a due, con Nossa. Il Pontedera tentava di riportarsi in vantaggio. Una fatica inutile. E così per la squadra pontederese ottavo pareggio (sesto in casa).

———————————

GIANA – ROBUR SIENA  2 – 3

Splendido blitz del Siena a casa del Giana Erminio, tra l’altro un campo tosto (su 10 partite ne aveva perse soltanto due). Un successo costruito alla grande nella prima mezzora del primo tempo durante il quale i bianconeri mettevano a segno ben tre reti. La prima a tempo di record. Infatti Grillo segnava quando ancora non erano trascorsi due minuti. Intorno alla mezzora le altre due reti senesi : prima con Marotta, poi Bruno.

I lombardi accorciavano le distanze prima del riposo con Bruno. Nella ripresa il Siena controllava bene la situazione fino a due minuti prima del novantesimo quando Perico siglava il secondo gol del Giana rimettendo in discussione il risultato.

Ma la Robur Siena conduceva in porto la preziosa vittoria – la seconda consecutiva reduce dal successo sul Pontedera. La settima in campionato e la quarta in trasferta. E deve recuperare il 18 gennaio la partita con la Pro Piacenza.

———————————–

VITERBESE – TUTTOCUOIO  2 -0

Un risultato numerico che penalizza più del giusto Tuttocuoio. Infatti è vero che i laziali andavano in gol con Celiento alla mezzora, ma i toscani, pur privi di Shekiladze, Gelli e Bachini, avrebbero potuto anche pareggiare prima del riposo.

Pareggio che avrebbero meritato nella ripresa durante la quale giocavano meglio dei loro avversari. Ma sbagliavano troppo in zona gol e sfumavano così le occasioni che riuscivano a creare. A partita virtualmente conclusa – mancava meno di un minuto dei tre di recupero – Neglia portava a due le reti della Viterbese.

Momento difficile per la squadra di Ponte a Egola che pur reduce dal successo sul Prato, è incappato nella decima sconfitta ed è scivolato in zona playout.

———————————

LUPA ROMA –PIACENZA 1 – 1

Giusto pareggio a conclusione di una partita senza grandi emozioni. Per la Lupa Roma è il terzo risultato utile consecutivo; mentre il Piacenza ha interrotto la serie di tre sconfitte. In vantaggio gli emiliani intorno alla mezzora con una rete di Franchi; pareggiavano i romani ad un quarto d’ora dalla fine con Fofana. All’80’ espulso Franzini allenatore del Piacenza.

———————————-

RENATE – CREMONESE 0 – 2

La Cremonese, nella ripresa, scoccata l’ora di partita, nel giro di quattro minuti mette a segno due reti – prima con Scarsella poi con Scappini – con le quali si assicura il successo ed infligge la prima sconfitta in casa al Renate.

Così la Cremonese, terza vittoria consecutiva, conserva il secondo posto in classifica.

———————————-

  LUCCHESE – OLBIA 1 – 1

La Lucchese, reduce dal successo a Piacenza, non è riuscita ieri, in casa, ad andare oltre il pareggio contro l’Olbia. La squadra di Galderisi sta disputando un ottimo campionato – in classifica è in alto e guida con Francesco Forte la graduatoria dei marcatori – ma partite simili a quella con i sardi andrebbero vinte.

Olbia in vantaggio nei primi minuti della partita con un gol dell’ivoriano Kouko; pareggiavano i rossoneri all’inizio della ripresa con Dermaku.

——————————–

PRO PIACENZA – PISTOIESE 1 – 1

Partita con tanti (alcuni criticabili) episodi. Due reti, una per parte; un rigore inesistente concesso al Pro Piacenza a tre minuti dalla fine del match e realizzato da Pesenti grazie al quale pareggiava la rete messa a segno dal capitano pistoiese Colombo. Espulsi Gugliemotti dopo un’ora di partita, quindi Pistoiese in 10 negli ultimi 20’ e l’allenatore toscano Remondina per aver protestato vivacemente al momento in cui l’arbitro decideva di assegnare un rigore fasullo agli emiliani decisivo ai fini del risultato finale dell’incontro.

———————————

 CLASSIFICA – Girone A

1°)  Alessandria p. 50;

2°)  Cremonese p. 45;

3°)  Livorno p. 42;

4°)  Arezzo p. 39;

5°)  Renate e Lucchese p. 32;

7°)  Giana, Viterbese e Piacenza p. 30;

10°) Robur Siena e Como p. 29 ;

12°) Olbia p. 28;

13°) Pistoiese p. 25;

14°) Carrarese p. 22;

15°) Tuttocuoio p. 21;

16°) Pontedera p. 20;

17°) Pro Piacenza p.19;

18°) Lupa Roma p. 18;

19°) Prato p. 13;

20°) Racing Roma p. 12.

——————–

La partita Pro Piacenza-Robur Siena, valida per la 19° giornata, a suo tempo non disputata, sarà recuperata mercoledì 18 gennaio alle ore 14,30.

————————————–

 MARCATORI (Girone A)   

15 RETI : Forte (Lucchese);

14 RETI : Gonzalez (Alessandria);

13 RETI : Bocalon (Alessandria);

12 RETI : Brighenti (Cremonese);

10 RETI : Cellini (Livorno);

9 RETI : Marzaglia (Renate); Moscardell (Arezzo); Bruno (Giana);

8 RETI : Pesenti (Pro Piacenza); Neglia (Viterbese); Marotta (Robur Siena);

7 RETI : Polidori (Arezzo); Razzitti (Piacenza); Rovini (Pistoiese); Capello (Olbia);

6 RETI : Marano (Viterbese); Santini (Pontedera); Colombo (Pistoiese), Sheldiladze (Tuttocuoio); De Sousa (Racing Roma);

5 RETI : Stanco (Cremonese), Terrani (Lucchese); Floriano (Carrarese), Bunino (Robur Siena); Ragatzu e Piredda (Olbia); Franchi (Piacenza); Maritato e Murilo (Livorno); Baldassin e Fofana (Lupa Roma); Chinellato (Como); Scappini e Scarsella (Cremonese);

4 RETI : Taugourdeau e Mateassi (Piacenza); Grossi ed Erpen (Arezzo); Mendecino (Robur Siena); Belingheri (Cremonese); Terrani (Lucchese); Le Noci e Di Quinzio (Como); Romano (Prato); Iocolano (Alessandria); Kouko (Olbia).

—————————-

  21° GIORNATA – GIRONE A

RISULTATI – Lucchese-Olbia 1-1; Pro Piacenza-Pistoiese 1-1;  Lupa Roma-Piacenza 1-1; Giana-Robur Siena 2-3; Viterbese-Tuttocuoio 2-0; Arezzo-Carrarese 2-1; Prato-Racing Roma 0-0; Pontedera-Como 2-2; Renate-Cremonese 0-2; Livorno-Alessandria 2-1.

———————————

22° GIORNATA  – GIRONE A

22 GENNAIO – Robur Siena-Arezzo, ore 16,30; Como-Giana, ore 20,30; Carrarese-Livorno, ore 16,30; Alessandria-Lucchese, ore 20,30; Tuttocuoio-Lupa Roma, ore 16,30; Olbia-Pontedera, ore 14,30; Pistoiese-Prato, ore 14,30; Cremonese-Pro Piacenza, ore 16,30; Piacenza-Renate,ore 20,30; Racing Club Roma-Viterbese, ore 20,30.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »