energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro: vincono Lucchese, Carrarese e Tuttocuoio Sport

Firenze – Tre derby toscani in questa 32° giornata del Girone B del campionato di Lega Pro di calcio. Senza reti e senza emozioni quello tra Pisa e Prato; successo di misura, ma meritato del Grosseto sul Pontedera e travolgente l’affermazione della Lucchese a Pistoia.  La crisi del Pisa non solo non si risolve, ma sta aggravandosi. Un solo punto nelle ultime quattro partite  (sconfitta a San Marino L’Aquila e Lucchese; pari con il Prato) ed il rischio di finire anche fuori dai playoff. Questo Pisa è una brutta gatta da pelare per Christian Amoroso che da pochi giorni è sulla panchina al posto del dimissionario Giuseppe Pillon. Ed i tifosi nerazzurri sono sul piede di guerra.

Nel clan del Prato invece si è creata una “fase di tregua” : dentro la società con la squadra che ha raccolto quattro punti nelle ultime due partite (vittoria sulla Pistoiese, pari a Pisa) e nella tifoseria che, sebbene profondamente delusa dall’andamento della squadra rispetto alle aspettative di inizio stagione, vede la migliorare la classifica.

———————-

Il derby a Grosseto, ospite il Pontedera, è risultato una partita combattuta con i maremmani che dovranno fare un monumento a Fofana grazie al quale si sono aggiudica il confronto. Ed al nuovo allenatore Massimo Silva, che è ancora imbattuto dopo tre giornate.

Il Pontedera, senza Federico Vettori e Lorenzo Polvani, è apparso un po’ stanco, con poche idee. Forse si sente appagato perché in classifica può dormire sonni tranquilli.

—————————-

Senza reti la partita di vertice tra Reggiana e la capolista Teramo. Emiliani in campo con una formazione di emergenza per le numerose assenze e con una partita da recuperare (con il Pisa); abruzzesi imbattuti da cinque mesi che guardano tutti dallp0alto in basso.

—————————

Il Savona passa a San Marino, fanalino di coda, e riprende a sperare di risalire la classifica fino ad uscire dalla zona dei playout.

————————

Vola la Lucchese. La squadra di Giuseppe Galderisi  vince a Pistoia e centra così il quarto risultato utile consecutivo (tre vittorie e un pari). E dietro l’angolo ormai c’è la salvezza matematica.

E’ passata in vantaggio alla mezzora con il centrocampista Degeri. Pochi minuti dopo la Pistoiese ottiene un rigore. Ma dal dischetto Romeo sbaglia (si fa parare il tiro) e da quel momento gli “arancioni” vanno in “confusione”. Tanto che la Lucchese al momento del riposo segna la seconda rete con Ferretti.

Nella ripresa niente di particolare. Alla fine Lucchese in paradiso, Pistoiese all’inferno dal momento che con questa sconfitta – la quarta di seguito – è scivolata nella zona playout.

Comunque deve recuperare due partite (Ancona e Santarcangelo) e potrebbe raccogliere i punti necessari per risalire in classifica.

—————————-

Perentorio ed importante riscatto della Carrarese vittoriosa sul campo del Piacenza. La squadra toscana è tornata al successo pieno dopo che nelle ultime quattro giornate aveva totalizzato due sconfitte e due pareggi. Un successo che la mette al sicuro da ogni pericolo di bassa classifica.

La Carrarese ha segnato due reti negli ultimi sette minuti del primo tempo. Prima con Cellini che ha portato così a 16 i gol personali, ed ora si trova a solo due gol di distacco dal leader della classifica marcatori Donnarumma.

L’altra rete allo scadere del tempo da Belcastro. Il Piacenza accorciava le distanze al 55’ con Speziale, ma poi riusciva ad evitare la bruciante sconfitta.

——————

Tuttocuoio ha centrato una significativa affermazione contro il Gubbio. Quella contro gli eugubini è stata la terza partita in una settimana. Un tris di gare con due vittorie (Pontedera e Gubbio) ed una sconfitta (L’Aquila). Quest’ultimo successo consente a Tuttocuoio di raggiungere la matematica salvezza. Non è poco per una matricola.

La vittoria contro il Gubbio è stata siglata da una rete di Ingrosso ad una decina di minuti dal riposo. Nella ripresa, nonostante le assenze di Colombo e Konate e dell’espulsione di Balde per doppia ammonizione a venti minuti dalla fine, la squadra toscana ha condotto in porto il successo.

————————

Sorprendente vittoria del Forlì sull’Ascoli. Sorprendente perché in classifica il Forlì è in basso, l’Ascoli in alto. Per i romagnoli sono tre “punti di speranza” di poter uscire dalla zona playout; per i marchigiani questa quinta sconfitta mette in dubbio la loro possibilità di tornare a comandare la classifica.

In campo due squadre in formazione occasionale per assenze di numerosi titolari (Forlì senza cinque; Ascoli senza sei). In vantaggio l’Ascoli allo scadere del primo tempo con Chiricò; mentre il Forlì nei dieci minuti iniziali della ripresa prima pareggiava con Docente poi, con lo stesso giocatore, passava in vantaggio su rigore.

——————-

L’Aquila, come del resto era prevedibile, non ha avuto troppi problemi a battere un pur combattivo Santarcangelo e centrare così la terza vittoria consecutiva. Dopo un quarto d’ora aveva già realizzato due reti : prima con Corapi, poi con Pomante. Quasi all’inizio della ripresa i romagnoli accorciavano le distanze con De Respinis. Ma L’Aquila portava con sicurezza la vittoria in porto ed in classifica è salita al quarto posto.

————————

La Spal espugna il campo dell’Ancona travolgendo i padroni di casa con tre reti tutte realizzate da Zigoni (la prima su rigore dopo un’ora di partita; le altre due nella ripresa dopo una ventina di minuti e la terza  nelle battute conclusive. Per Zigoni, bomber sugli scudi ottava rete personale. E per la Spal quarta vittoria consecutiva. Si vedono i risultati del lavoro dell’allenatore Leonardo Semplici ex tecnico della Primavera viola.

————————–

 

L’AREZZO PAREGGIA

CON LA PRO PATRIA (2-2)

———————-

GIRONE A. Prosegue la positiva marcia dell’Arezzo :  successo a Lumezzane; quindi tre pareggi : a Salò; con la capolista Alessandria ed ieri con la Pro Patria. Un pareggio giusto che ora vede l’Arezzo in classifica a quota 44 punti. Il prossimo impegno della squadra toscana sarà il 2 aprile a Vicenza alle ore 19,30.

——————————-

CLASSIFICA

(Girone B)

1°)  Teramo p. 62

2°)  Ascoli p. 59;

3°)  Reggiana p. 54;

4°)  L’Aquila p. 51;

5°)  Pisa p. 48;

6°)  Spal p. 46;

7°   Ancona p. 45°;

8°)  Pontedera, Tuttocuoio e Lucchese p. 44;

11°) Carrarese p. 41;

12°) Gubbio p. 39;

13°) Grosseto p. 38;

14°) Prato e Savona p. 35;

16°) Santarcangelo p. 34;

17°) Pistoiese e Forlì p. 33;

19°) Piacenza p. 28;

20°) San Marino p. 26.

———

PARTITE DA RECUPERARE

Pistoiese-Ancona, mercoledì 8 aprile; Reggiana-Pisa (8 aprile, ore 20,45); Pistoiese-Santarcangelo (15 aprile, ore 15)

——————-

 

RISULTATI

(32° Giornata)

Pisa-Prato 0-0; Grosseto-Pontedera 1-0; San Marino-Savona 1-2; Reggiana-Teramo 0-0; L’Aquila-Santarcangelo 2-1; Pistoiese-Lucchese 0-2; Ancona-Spal 0-3; Forlì-Ascoli 2-1; Piacenza-Carrarese 1-2; Tuttocuoio-Gubbio 1-0.

——————

PROSSIMO TURNO

(33° Giornata)

MERCOLEDI’ 1 aprile : Prato-Reggiana, ore 14,30; Santarcangelo-Grosseto, ore 17; Carrarese-Pisa, ore 19,30; Pontedera-Pistoiese, ore 20,45.

———

GIOVEDI’ 2 : Lucchese-San Marino, ore 14,30; Savona-L’Aquila ore 14,30; Ascoli-Piacenza, ore 17; Teramo-Tuttocuoio, ore 17; Gubbio-Ancona, ore 19,30; Spal-Forlì, ore 20,45.

——————

Print Friendly, PDF & Email

Translate »