energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Legambiente, tre giorni per “Puliamo il mondo” Ambiente

Firenze – Torna Puliamo il Mondo, la più famosa iniziativa ambientale organizzata da Legambiente (giunta quest’anno alla XXII edizione toscana), che si svolgerà dal 26 al 28 settembre. Inclusione sociale e periferie, verde urbano e coste pulite sono i temi principali della tre giorni. “Il filo rosso che attraverserà questa edizione di Puliamo il Mondo è l’inclusione, sotto tutti i punti di vista”, ha dichiarato Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, in occasione della presentazione dell’evento. Non solo rifiuti e gestione del ciclo della materia, dunque, i temi dell’appuntamento organizzato da Legambiente patrocinato da RAI e Regione Toscana, per il quale l’associazione verde “amplia gli orizzonti della dimensione sociale con il coinvolgimento di tutti i cittadini, anche di coloro in stato di detenzione”. Parteciperanno infatti anche i detenuti delle case circondariali di Massa Carrara e Pistoia, che spenderanno parte del loro permesso premio per partecipare alla campagna insieme a bambini e associazioni. Tanti i comuni toscani coinvolti, nutritissimo il quadro delle iniziative per promuovere la bellezza e combattere il degrado, che si svolgeranno contestualmente in città diverse della regione.

Si parte venerdì 26 settembre, dove a Firenze il tema dominante sarà il verde urbano con “Puliamo il parco dell’Anconella”. Alle ore 10.30 studenti, insegnanti e educatori di Legambiente ripuliranno l’area adiacente il fontanello di Publiacqua, in Via Villamagna. La giornata verrà poi animata da momenti di condivisione sociale sul tema “È bello vivere in Italia”. Moltissime le iniziative che coinvolgeranno la provincia: a Cerreto Guidi 110 bambini delle classi 4° delle scuole elementari puliranno giardini e parcheggi della città, mentre a Reggello verrà illustrato ai ragazzi delle scuole medie il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti, cui seguirà una visita al centro di stoccaggio di Poderino. Nel comune di Lastra a Signa gli studenti della Leonardo da Vinci puliranno le zone interne e esterne della scuola e via delle cascine sotto le mura antiche. Lezione di riciclaggio, invece, per i ragazzi della scuola primaria di Bagno a Ripoli, dove le iniziative della campagna proseguiranno anche sabato 27 e domenica 28 con “PuliAMO Bagno a Ripoli – Giardini nelle frazioni – Insieme per rendere più bello il nostro verde” e “Ospedalindo, pulizia delle aree dell’ospedale”, che interesserà le aree adiacenti all’ospedale di Ponte a Niccheri.

In provincia di Siena il comune di Sovicille riunisce alle 10.00 gli studenti della scuola media Lorenzetti, che puliranno, con Legambiente e altre associazioni di volontariato, il parco pubblico del paese. Per sabato 27 è poi prevista l’attività di ripulitura del bosco che costeggia la strada di Piscialembita. Nel comune di Montalcino i ragazzi delle scuole faranno una passeggiata di ripulitura delle vie principali del paese. Sabato 27, a Siena, Puliamo il Mondo si occuperà della zona delle valli di Follonica, cuore green della città all’interno della cinta muraria medioevale. “Il tema della campagna – ha sottolineato Paolo Mancini, assessore all’ambiente di Siena – è stato interpretato in riferimento alla possibile nascita di “periferie interne”, luoghi un po’ dimenticati. Legambiente di Siena ci ha proposto questo luogo in cui c’è un’antica fonte murata, un’area verde vicina alle mura urbane. È un’area in cui le mura cittadine stanno diventando, nella coscienza cittadina, un tema molto sentito perché l’incuria in cui versano è forte”.

In provincia di Arezzo, raccolta dei rifiuti e differenziazione al Parco della Rimembranza di Bucine.

I Comuni di Capannori e Porcari, con Legambiente Capannori e Piana Lucchese organizzeranno invece, nei giorni di venerdì 26 e sabato 27, un percorso condiviso per la tutela degli ambienti naturali di Capannori e della Piana. Iniziative anche nella provincia di Pisa, tra passeggiate ecologiche a San Miniato e visite al centro comunale di raccolta di Santa Croce. Attività di pulizia, poi, a Ponsacco, Calci e aree limitrofe, come anche ad Agliana e Pieve a Nievole, in provincia di Pistoia. Coinvolti anche il comune di Poggio a Caiano e Montemurlo (Prato). Tra le iniziative principale spicca “Puliamo il mondo dalle discriminazioni”, edizione speciale con una decina di detenuti della Casa Circondariale di Massa Carrara, coinvolti, con bambini delle scuole, l’amministrazione comunale e numerose associazioni “per dire NO ad ogni tipo di discriminazione”, iniziativa che si inserisce nel progetto “Periferie al Centro” – organizzato da Emergency e dall’Accademia Apuana della Pace – che vede l’organizzazione di alcuni eventi al parco pubblico di Castagnara, con l’obiettivo di creare “momenti di adozione del quartiere sia da un punto di vista sociale che ambientale”.

L’inclusione sociale sarà anche il tema di Puliamo il Mondo a Pistoia, dove sabato 27 alle ore 14.30, cinque detenuti della casa circondariale puliranno l’area di Spedaletto, con la collaborazione di Pro Loco e Agesci. “Abbiamo deciso di organizzare la giornata in questo paese della montagna pistoiese – ha dichiarato Antonio Sessa, presidente di Legambiente Pistoia – perché è l’esempio della nostra montagna, l’Appennino Pistoiese, che sta degradando giorno dopo giorno”.

Puliamo il Mondo vedrà anche un’edizione straordinaria di rimozione delle lenze nella zona del “Triangolino”, antistante il porto di Viareggio, dove domenica 28 alle 9.30 verranno raccolte lenze e ami abbandonate da pescatori dilettanti, insidie micidiali per una notevole varietà di uccelli.

Sono in tutto 110 i comuni partecipanti sui 280 della Toscana e circa un centinaio le classi di ragazzi delle scuole primarie e secondarie che prenderanno parte alle attività promosse dalla campagna di Legambiente. Duecento, infine, le aree del territorio regionale che verranno passate al setaccio con la partecipazione di oltre 10.000 volontari in tutta la Toscana. Il programma completo della tre giorni è consultabile al sito www.puliamoilmondo.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »