energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

L’export toscano cresce sulle ali del Dragone Economia

Primi sei mesi del 2013, le imprese toscane esportano moda, cibo e bevande in Cina: volume d'affari, 190 milioni di euro, in crescita del7,8% per quanto riguarda la moda e del 45% legato a "food and beverage". I dati sono emersi oggi nel corso dell'evento promosso da Unicredit e Confindustria Firenze “Destinazione Cina”. Obiettivo, quello di illustrare alle aziende del territorio le potenzialità in termini di export del mercato cinese.

Se le esportazioni toscane del settore moda valgono circa un quarto di quello complessivo italiano, in termini di analisi per provincia si mette in luce la leadership delle aziende pisane nel settore del 'food and beverage' che continua a tenere  sia nel 2012 che nel primo semestre 2013.
Nell'area moda invece è Firenze a guidare la classifica dei movimenti export verso la Cina seguita da Pisa, Arezzo e Prato. Scendendo nel dettaglio, nei primi sei mesi del 2013 le esportazioni di prodotti tessili hanno segnato un valore di 41 milioni di euro (in calo del 5,4%), gli articoli da abbigliamento 23,4 milioni (con una crescita del 28%), mentre quelli in pelle 99.9 milioni (+9,97%).

Per comprendere quanto spazio di crescita per l'export italiano ci sia ancora nel mercato cinese, è necessario analizzarne la “mappa”: l'Italia primeggia nell'export di articoli di abbigliamento e calzature con 688 milioni di dollari nel 2012, ossia quasi 5 volte quanto esportato dalla Germania e quasi 3,5 volte la Francia. Il settore alimentare italiano se paragonato all'export dei paesi limitrofi ha ancora grandi potenzialità di crescita: la Francia esporta infatti 7,5 volte più dell'Italia mentre la Germania quasi il triplo. Infine, secondo le stime, le importazioni di beni e servizi da parte della Cina cresceranno nei prossimi tre anni del 7,6% all'anno generando opportunità di business per le aziende straniere ed in particolare per quelle con valori di marca riconosciuti.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »