energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

LGBT, appello Andos al presidente Mattarella: “Apertura sui diritti” Società

Roma – L’associazione nazionale contro le discriminazioni da orientamento sessuale (Andos): “I nostri 115.900 associati in tutta Italia chiedono al neo Presidente della Repubblica apertura sui diritti LGBT. Il presidente Mattarella segua la strada di Obama”

L’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, espone subito anche le associazioni Lgbt (persone esbiche, gay, bisessuali, transgender) alle prime riflessioni sul tema del riconoscimento dei diritti. Il più grande movimento LGBT, per numero di associati, rivolge un appello al Quirinale sul modello della Casa Bianca. “A nome della nostra comunità Lgbt e dei nostri 115.900 associati – sottolinea Andos in una nota – auspichiamo un mandato presidenziale caratterizzato da equilibrio, saggezza ed apertura sui diritti civili: un grande segnale di rinnovamento ci aspettiamo dal neo presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, fin dal suo primo discorso ufficiale alla Nazione: una citazione per le persone Lgbt  nei primi giorni del suo insediamento al Quirinale, potrebbe proiettare il nostro Paese vicino a quanto pronunciato pochi giorni fa da Barack Obama, visto che il presidente degli Stati Uniti nei giorni scorsi è stato il primo a nominare per intero l’acronimo che indica le persone gay, lesbiche, bisesessuali e transgender”.

“Se nel nostro Paese – rimarca il presidente nazionale Mario Marco Canale – la questione dei diritti in termini di parità di genere è arrivata ai più alti livelli istituzionali, manca ancora un analogo riconoscimento in merito alle discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Confidiamo, quindi, che il nuovo presidente possa perseguire con determinazione questa strada sul riconoscimento dei diritti”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »