energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’hockey su pista in Italia è affar nostro Sport

E’ l’hockey su pista, che sta disputando l’ottantanovesimo campionato della sua storia. Una storia nella quale la Toscana, soprattutto negli ultimi anni, ha avuto una parte importante, praticamente fondamentale, con le sue squadre. Perché se fino al nuovo millennio l’hockey su pista toscano a livello nazionale era poco più che una comparsa, da un decennio tutto è cambiato. Ha iniziato il Primavera Prato (oggi Hockey Prato 1954) vincendo lo scudetto nel 2003, poi è arrivato l’Etruria Follonica con il poker consecutivo di titoli d’Italia dal 2004 al 2008, fino al CGC Viareggio tricolore in carica (nella foto). In totale fanno sei scudetti su gli ultimi nove finiti in Toscana, roba da fare invidia alle egemonie del calcio (in Lombardia sette scudetti a Milano negli ultimi otto anni nel calcio tra Milan e Inter) e del basket (ancora Toscana con Siena campione da cinque anni consecutivi). Non solo, è grazie alla Toscana e basta che l’hockey su pista italiano è arrivato ai massimi livelli in Europa, la conquista della Coppa dei Campioni da parte del Follonica nel 2006 alle Final Four di Torres Novas, in Portogallo, e nel Mondo, con il successo sempre del Follonica l’anno successivo nella Coppa Intercontinentale, vinta grazie al 4 a 1 rifilato agli argentini del Conception di San Juan. E storia a parte, quest’anno come sta andando? Abbastanza bene. Al massimo campionato di hockey su pista partecipano quattordici squadre, e di queste ben quattro sono toscane (oltre alle già citate Follonica, Prato e Viareggio c’è anche l’ALIMAC Forte dei Marmi) e in classifica procedono a braccetto: Forte dei Marmi e Viareggio a gonfie vele, dopo diciassette partite sono seconde a pari punti dietro alla capolista Lodi, che ha appena due lunghezze di vantaggio; Prato e Follonica, a causa di una classifica cortissima da metà in giù, hanno le stesse possibilità di centrare i playoff che di retrocedere, con il team pratese attualmente ottavo e dunque nell’ultimo posto utile per i playoff tricolore, e il Follonica decimo a tre punti dal Prato (le prime otto vanno ai playoff, tredicesima e quattordicesima retrocedono, undicesima e dodicesima ai playout con due squadre di A2, e attualmente la penultima, Matera, ha solo tre punti da recuperare sul Follonica). Non finisce qui, perché in A2 a lottare per la promozione (attualmente sono terza e quarta e ai playoff per salire vanno le prime otto) c’è la seconda squadra di Viareggio, l’AS Viareggio, ed il Ciabatti Castiglione, da Castiglione della Pescaia. Con un po’ fortuna, l’anno prossimo su quattordici squadre nella massima serie, otto potrebbero venire dalla Toscana. Siamo certi che si tratterebbe di un record del quale tutti gli appassionati in regione dovrebbero vantarsi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »