energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Liberfest, Festival del lettore da giovane Cultura

La manifestazione, curata e promossa da Scandicci Cultura, Comune di Firenze e Sdiaf (Coordinamento Provinciale delle biblioteche), con il sostegno di Regione Toscana e Provincia di Firenze, si tiene dal 30 maggio al 2 giugno, tra Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino. Una tre giorni di incontri, spettacoli, reading, lezioni ed appuntamenti nelle biblioteche dell'area in cui i giovani saranno protagonisti attivi. “A differenza di altri festival, non si tratta di una vetrina di personaggi ma di una kermesse che mette al centro dell'attenzione il lettore da giovane, libero di leggere, libero di esprimersi", afferma Paola Zannoner, membro del comitato scientifico di Liberfest (insieme a Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3, Giorgio Van Straten, membro del Cda della Rai, Enzo Fileno Carabba, scrittore). Ma chi è e come legge, il lettore da giovane, oggi? Il mercato è costantemente monitorato dalle vendite in libreria e in rete, dai movimenti di best seller. Abbiamo statistiche periodiche sulle scelte e gli orientamenti di ogni livello e tipo di target. Però che succede quando si entra nel vivo di un territorio, nelle scuole, nei luoghi d'incontro che oggi spesso sono le biblioteche (come le Oblate a Firenze, come Scandicci, come Campi Bisenzio, etc.)? Cosa pensano i giovanissimi della lettura?

L'ampia programmazione inizia la mattina del 30 maggio con “Una tramvia chiamata desiderio”, racconti da leggere nel tempo di un viaggio in tramvia fra Scandicci a Firenze. L'iniziativa nasce a seguito di un bando attraverso il quale gli studenti dell'area fiorentina hanno selezionato 3 racconti di autori noti che sono stati stampati da Tram di Firenze in 15mila copie. Pubblicazioni che saranno distribuite gratuitamente alle fermate della tramvia durante tutta la durata della manifestazione.

Segue “11 giocatori in campo”, iniziativa che vede una squadra di 11 giovani scrittori under 40 che gioca in contemporanea in altrettante scuole, le stesse dove qualche anno prima hanno studiato, per parlare del loro mestiere, di poetiche e del loro modo di guardare il mondo.

Nel pomeriggio, a Firenze, presso l’auditorium di Sant’Apollonia, il convegno “Identikit del lettore da giovane” sul modo di leggere dei giovani nel quale sono previsti sei focus-group a studenti, bibliotecari e docenti.

La mattina del 31 maggio l'appuntamento è al cinema Odeon di Firenze con “Sì, viaggiare (cosa mettere in valigia)”. Folco Terzani, figlio di Tiziano; Marco Coppola, fiorentino appena tornato da un campo palestinese e l’antropologo Marco Aime raccontano la loro inquietudine e ansia di viaggiare stilando una personale mappa emotiva da confrontare con quella dei giovani presenti in sala.

La giornata continua nel pomeriggio, nel Salone Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi. A conclusione del progetto “Ragazzi di classe”, verrà proiettato in anteprima il corto "Storia di un ragazzo e della strana agenda che trovò" con Niccolò Gentili, Alessia Santini, Stefano Martinelli e con la partecipazione di Alessandro Paci.

Venerdì 1 giugno dalle ore 10,30 al Teatro Studio di Scandicci “Suonare le parole” una lezione-spettacolo creata per il festival da Daniela Morozzi, Valerio Nardoni e dal saxofonista Stefano “Cocco” Cantini. Nel pomeriggio, nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, la conclusione del XII° concorso Libernauta nel quale saranno premiati 500 Libernauti per la loro resistenza di lettori. 

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »