energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Libri, alla Marabuk aspettando il Natale Cultura

Firenze  “Il quartiere ci coccola e ci ringrazia e i nostri sacrifici sono ben compensati dagli apprezzamenti per il nostro lavoro, siamo molto contenti di essere qui”. Marida Maritato è una dei sei soci della cooperativa che da nove mesi gestisce la libreria Marabuk in via Maragliano a Firenze, il lavoro quotidiano non la spaventa anzi è entusiasta di questa impresa che sta dando i suoi frutti, primo fra tutti l’accoglienza del quartiere e la collaborazione con associazioni e altre realtà commerciali in una zona periferica dove mancava un presidio culturale come Marabuk, uno spazio ampio tra piano terra e sopra, dove le mamme possono entrare tranquillamente con i passeggini, sostare nello spazio dedicato ai ragazzi e scegliere in tutta calma i regali per Natale.

Oggi pomeriggio una iniziativa dedicata proprio ai ragazzi. Si perché, in linea con le tendenze nazionali, anche da Marabuk un libro su due appartiene al reparto ragazzi, anche se la saggistica, ci confermano che sta andando bene. L’orario continuato e l’apertura anche nei giorni festivi, soprattutto adesso che siamo sotto le feste sono un invito ad entrare, al piano terra la narrativa italiana, i classici, il settore ragazzi e uno spazio per il metà prezzo, oggettistica selezionata e cartoleria, al piano di sopra la saggista e varia. E’ nel corridoio al piano di sopra che si tengono le presentazioni e la lo spazio è sempre overbooking “ Tanti autori ci chiedono di presentare da noi i loro libri, abbiamo molte richieste che non riusciamo ad esaudire – dice Marida – e poi ci sono i corsi di lingue e i laboratori per bambini”.

Come quello per costruire da se’ la calza della befana in programma il 30 dicembre alle 10, 30 o l’incontro con una etnoantropologa sul candon blu il 19 dicembre alle 17.00, mentre per febbraio è previsto un corso di scrittura creativa a cura di Mirko Tondi. “ E’ un peccato – prosegue Marida – non poter ospitare eventi musicali perché una piccola libreria come la nostra non può permettersi di pagare l’esosa SIAE e far pagare il biglietto, ci sarebbero tanti musicisti locali interessati a questo”. Non solo libreria, qui alla Marabuk si sono tenuti corsi di baby wearing, ovvero di fasciatura ed incontri con ostetriche sulle genitorialità. “ Stiamo cercando di essere più poliedrici per conciliare i tempi e le idee ci vorrebbe una giornata lunghissima”. L’occhio cade alla fine su una serie di sfavillanti  colouring book impilati, impossibile non sceglierne uno, “Non credo che avrò mai il tempo per questi” dice Marida, che oltre a lavorare in libreria è anche  una giovane mamma e forse è proprio per questo che è riuscita a dare un’impronta diversa e una serie di servizi in più che fanno la differenza.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »