energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Liceo Coreutico e Musicale, primi diplomati e concorso a giugno Cultura

Firenze – Duecentocinquanta studenti suddivisi in tre sezioni. Sono questi i numeri del Liceo Coreutico e Musicale istituito nel 2010 presso il Liceo Dante di Firenze, dopo l’approvazione della Riforma Gelmini che modificò gli indirizzi e il profilo della Scuola Media Superiore di Secondo Grado. A cinque anni da quella data, il prossimo giugno si diplomerà la prima mandata di strumentisti usciti da questo nuovo corso di studi. Non poteva dunque esserci occasione più propizia per indire, tra questi giovani talenti, un concorso vòlto a premiare l’eccellenza nello studio. Ideato da un gruppo di docenti del liceo, con il patrocinio della CISL Scuola, il Concorso è riservato agli allievi di quarta e quinta del Liceo musicale, come dire tutti quei ragazzi che una volta finito il corsi di studi dovranno poi cominciare a farsi largo nel mondo del lavoro. La CISL Scuola Firenze-Prato che sostiene economicamente l’iniziativa, intende con questo sottolineare l’importanza della formazione e dei percorsi di studio dell’eccellenza

Sottolinea Antonella Velani, responsabile del settore scuola della CISL: “Il sindacato non è nuovo a iniziative del genere. In questo caso si trattata di selezionare non solo l’alunno che ha maggior talento ma che abbia anche dimostrato maggior impegno e determinazione. Per noi questo premio ha un significato particolare – dice ancora Velani – perché si lega al ricordo di una figura sindacale che è scomparsa prematuramente. Il Prof. Francesco Pedani che è stato uno dei nostri rappresentanti più significativi; era appassionato di musica e lo si e voluto ricordare mettendo in campo qualcosa di diverso dalle ormai consuete gare di matematica, certamen per latinisti, palestre di giornalismo. Per noi è un’esperienza nuova e ci fa piacere che il nostro collega venga ricordato attraverso qualcosa che ha una ricaduta sui ragazzi e sulla loro esperienza quinquennale”.

Il Liceo musicale a Firenze ha avuto una storia travagliata. A cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta dello scorso secolo, ne fu istituito uno sperimentale – annesso al Conservatorio Cherubini, in via dell’Arcolaio che fu poi chiuso nel 1998, mentre altri corsi di studio analoghi in altre città come Milano e Trento continuarono a rimanere in essere. Si può dire quindi che questa sua “rinascita” all’interno di un nuovo piano nazionale, licenzia i primi studenti che escono da questo percorso di studi. Il premio si compone di diverse tappe: una preselezione fatta dai docenti con la quale vengono scelti tre allievi di ogni corso per la partecipazione alla prova finale e infine una esibizione da solista di 12 minuti, a memoria. Particolare rilievo avrà la cerimonia di premiazione, l’11 aprile all’ Auditorium Regionale della CISL in via Benedetto Dei, alla presenza delle autorità e di una giuria composta da esponenti di chiara fama del mondo musicale cittadino e nazionale. E’ in questo concerto che i finalisti si giocheranno il tutto per tutto. Al vincitore o vincitrice, una borsa di studio di 500 euro che finanzierà l’iscrizione ad un corso di perfezionamento e/o master.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »