energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

L’inflazione a Firenze cresce ancora Economia

Cresce ancora l’inflazione a Firenze: la variazione mensile è +0,3% (a maggio era +0,4%); la variazione annuale è +2,8% (lo scorso anno era +2,7). La rilevazione, effettuata dall’Ufficio Statistica del Comune, si è svolta come di consueto dal 1° al 21 del mese di maggio su oltre 900 punti vendita (anche fuori dal territorio comunale) appartenenti sia alla grande distribuzione sia alla distribuzione tradizionale, per complessivi 11.000 prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere.
A contribuire a questo dato sono stati, rispetto al mese precedente, gli aumenti dei prezzi dei comparti Prodotti alimentari (1,9%), delle Comunicazioni (+0,9%) dei Servizi ricettivi e di ristorazione (+0,7%); sono invece risultati in calo i prezzi del capitolo Trasporti (-1,0%).

La forte variazione mensile dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche (+1,9%) è causata principalmente dall’aumento della frutta (+21,4% rispetto a maggio e +14,2% rispetto a giugno 2011), delle patate (+5,2%) e dello yogurt (+3,2%). In forte aumento anche la variazione annuale passata da +2,4% di maggio a +3,9% per il mese in corso.
Per le Comunicazioni, si registra l’aumento degli apparecchi per la telefonia mobile: +3,7% rispetto a maggio 2012 (comunque sempre in forte diminuzione (-15,6%) su base annuale, ovvero rispetto al giugno 2011.
Nel settore Servizi di alloggio e di ristorazione sono aumento i servizi di alloggio (+2,5%) che tuttavia risultano in diminuzione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente ( 4,0%).
La diminuzione registrata per i Trasporti è dovuta al sensibile calo dei carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (-3,1%); mentre rispetto allo stesso mese dell’anno precedente i carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati incrementano di +15,6%.

I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori aumentano dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 4,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
I beni, che pesano nel paniere per circa il 56%, hanno fatto registrare a giugno 2012 una variazione di +4,0% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I servizi, che pesano per il restante 44%, hanno fatto registrare una variazione annuale pari a +1,4%.
Scomponendo la macrocategoria dei beni, si trova che i beni alimentari registrano una variazione annuale pari a +3,8%. I beni energetici sono in aumento di +14,5% rispetto a giugno 2011. I tabacchi fanno registrare una variazione di +9,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »