energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

L’investigatore senza licenza di piazza Santa Maria Novella Rubriche

In cima ad una casa-torre abita l'investigatore “senza licenza d'investigare” del romanzo giallo L'incidente di via Metastasio di Linda di Martino. «Abito in piazza Santa Maria Novella, alto sui centoventi rapidissimi gradini di una vecchia casa-torre. Man mano che si sale, gli scalini aumentano di altezza e diminuiscono di profondità, l'ultima rampa è un budello erto e stretto, da agguato. […] Lontano si profilano attici, campanili, torri e cupole. Dal lato est lo sguardo può abbassarsi per scoprire la geometria abbagliante di Santa Maria Novella, il taglio sghembo della piazza, l'onda degli archi di San Paolo. Tutte le volte che il tempo lo permette, io vivo in terrazza, il cui arredo fisso comprende una vaschetta in pietra, un tavolone di legno ormai fossile e panche di ferro fissate su tutti i lati. L'arredo mobile è protetto da quello immobile: sotto il tavolo sono allogate due brandine pieghevoli, due fornelli elettrici e i tendoni da sole; sotto le panche, quattro cassette di metallo sono destinate rispettivamente ai viveri e ai tegami, ai libri e alle carte, ai saponi e agli asciugamani, alle lenzuola e alle coperte.»

Linda di Martino, L'incidente di via Metastasio, Il Giallo Mondadori N. 2497, 8/12/1996

immagine http://goo.gl/d4Lf5

Print Friendly, PDF & Email

Translate »