energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ispirazioni e visioni al Museo Ferragamo Cultura

Salvatore Ferragamo ha scritto che quando aveva bisogno di creare un modello nuovo di calzature, gli bastava sceglierlo tra i tanti che aveva già in mente. “Ispirazioni e visioni” è la mostra a Palazzo Feroni – curata da Stefania Ricci e Sergio Risaliti – che dal maggio scorso fa capire al pubblico quanto è stato fondamentale per Ferragamo attingere alla storia e alla tradizione e quanto la sua immaginazione sia servita per creare accessori sempre attuali perché capaci di dettare la moda, parola che di per sè significa: ora, di questo tempo.
“E’ arrivato il momento di passare a un’evoluzione per quanto riguarda le attività programmate dal museo Ferragamo – dichiara Stefania Ricci che lo dirige – così abbiamo pensato a un ciclo di conferenze che inizia questo sabato 5 alle 17, nella Sala del Consiglio in via Tornabuoni 2. Il primo sarà Edoardo Nesi, l’imprenditore pratese che ha lasciato la produzione di tessuti famosi per la loro qualità e bellezza, per liberare la sua creatività di scrittore, sceneggiatore e regista; il 12 novembre di ispirazione parlerà il critico e storico Achille Bonito Oliva, vivace personaggio e intelligente provocatore, e il 19 l’approccio al tema sarà affidato a un’esperta di neurestetica, Ludovica Lumer, dalla quale apprenderemo come il sistema fisiologico interferisce con la rappresentazione artistica. Ogni conferenza sarà seguita da una visita guidata alla mostra in corso”. 
Con questo bel programma, puntate a un pubblico giovane? “Il Museo ha iniziato un progetto di formazione con due licei fiorentini, l’azienda Ferragamo lo sente come un dovere sociale, e qui abbiamo una fornita biblioteca dove gli studenti possono venire a fare ricerca sulla moda. Personalmente tengo lezioni presso le scuole, propedeutiche alle visite al museo. Spiego cosa significhi essere alla moda, e come le donne la interpretano ”. Leggo nella brochure che sono previsti dei laboratori anche per i più piccoli. “E’ un nuovo esperimento anche questo: il 18 dicembre ci sarà un laboratorio con un maestro artigiano per i bambini dai 4 ai 10 anni, lungo tutto il pomeriggio su prenotazione e in gruppi; così i bambini potranno sbizzarrire la loro fantasia e creare i loro modelli di scarpe”. Stefania, che si è formata al Museo del Costume sotto la guida di Cristina Piacenti, ha contribuito nel 1995 alla nascita del Museo Ferragamo, e ne è la responsabile degli eventi culturali a Firenze e nel resto del mondo.

Per contatti e prenotazioni: wwwmuseoferragamo.com   museoferragamo@ferragamo.com

Nella foto: Stefania Ricci, direttrice del Museo Ferragamo

Print Friendly, PDF & Email

Translate »