energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’italia di calcio a 5 entra nel Museo del Calcio Sport

FIRENZE – Il Museo del Calcio di Coverciano si arricchisce di nuovi cimeli, che testimoniano i successi delle Nazionali italiane: da martedì 4 luglio, dopo la presentazione alle ore 12, verrà ci sarà la nuova teca dedicata alla storia della Nazionale italiana di calcio a 5.

La teca sarà esposta – e presentata – nella sala conferenze del Museo del Calcio intitolata a ‘Mario Valitutti’ – accanto ai cimeli del mondiale 2006 e nella stessa sala che ospita anche le teche dedicate alla Hall of Fame del calcio italiano – e custodirà quattro maglie appartenute ad altrettanti giocatori che hanno fatto la storia del calcio a 5 azzurro:
· quella indossata da Andrea Rubei in occasione di Euro ’99, la manifestazione continentale disputata in Spagna, dove l’Italia si è classificata al terzo posto;
· la divisa di Massimo Quattrini, vestita in occasione del mondiale del 1996, sempre in Spagna;
· la maglia di Gabriele Caleca a Euro ’96, quando l’Italia a Mosca chiuse la competizione al quarto posto;
· e quella vestita da Vinicius Bacaro durante la finale dei Campionati Europei del 2003, disputati in Campania, ad Aversa e Caserta. Una divisa storica, tanto che il pivot azzurro risultò fondamentale nell’atto decisivo della manifestazione, siglando l’unica rete della finale contro l’Ucraina.

La teca ospiterà anche la Coppa di quello storico europeo, che rappresenta il primo successo internazionale dell’Italia, datato 24 febbraio 2003 e ottenuto al Palamaggiò di Caserta.
Undici anni più tardi (nel 2014) la Nazionale si ripeterà ad Anversa, in Belgio, conquistando il suo secondo titolo europeo. La guida azzurra di quel secondo trionfo continentale e attuale Ct delle Nazionali – maschile e femminile – di calcio a 5, Roberto Menichelli, sarà presente all’evento, che si inserirà nel giorno di inaugurazione del nuovo corso per ‘Allenatore di calcio a 5 di primo livello’, di cui lo stesso Menichelli è docente.

Saranno presenti inoltre alla presentazione i quattro giocatori protagonisti, con i loro cimeli, della nuova teca, ovvero Bacaro, Caleca, Quattrini e Rubei e il Presidente della Divisione calcio a 5 Andrea Montemurro. A fare gli onori di casa, il Presidente della Fondazione Museo del Calcio, Dr. Fino Fini, ed il Direttore del Museo del Calcio, Dott. Maurizio Francini.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »