energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lucca, torna la XV edizione del LuBec 2019 Cultura

Lucca – Al via i primi di ottobre la XV edizione di LuBec 2019, dedicata quest’anno al complesso tema dell’innovazione di settore ed alla  sostenibilità tra pubblico e privato.

Oltre alla Regione Toscana, rappresentata dalla vicepresidente Monica Barni , sono 10 le città e gli enti toscani che parteciperanno alla XV Edizione di LuBeC 2019.
La due giorni contribuirà al dibattito internazionale approfondendo temi cardine per il rafforzamento delle politiche per la sostenibilità sociale, presentando soluzioni e proposte tecnico-operative maturate da imprese, istituzioni e operatori della filiera, utili a programmare e mettere in opera azioni concrete.

A rappresentare la Toscana oltre alla vicepresidente Monica Barni altre 10 città e gli enti toscani che parteciperanno.

Laboratori, seminari, interviste, talk, convegni, spazi espositivi e presentazioni, coinvolgeranno in circa 25 differenti appuntamenti, la pubblica amministrazione centrale e locale, gli operatori, le imprese, i professionisti, il terzo settore e molti stakeholder da tutta Europa, anche grazie all’internazionalizzazione dell’iniziativa grazie alla consueta presenza di un Paese Ospite, il servizio Europe Corner e gli Infodays sui bandi europei.

Accanto agli incontri si conferma e si amplia LuBeC Digital Technology, la rassegna espositiva dei prodotti e dei servizi turistico-culturali per la valorizzazione del patrimonio culturale, che si sviluppa durante la due giorni intorno ai dibattiti, luogo di B2B e networking tra privato e privato e tra pubblico e privato.

Nei due giorni LuBec 2019 si focalizzerà su 6 ambiti:

-modelli di gestione per il patrimonio culturale: azioni replicabili destinate ai sistemi territoriali e riflessioni sui set di competenze necessarie per gestire “il cambiamento”.

-digitalizzazione, archivi e open data: gli strumenti digitali quali supporti per realizzare forme alternative di fruizione e per attuare processi di salvaguardia e trasmissione del patrimonio culturale.

-patrimonio culturale e sostenibilità: economica, sociale, ambientale. Sostenibilità è parola chiave per una crescita reale del sistema culturale, delle città e delle comunità contemporanee.

-cultura e benessere: promuovere la partecipazione piena e sostenuta alle attività culturali ed artistiche perché ogni individuo raggiunga una condizione di benessere, essenziale per la buona salute fisica e mentale.

-musei e innovazione: il Museo come hub culturale contemporaneo, luogo di formazione della società.

-patrimonio culturale e Made in Italy: la connessione tra menti e identità culturale è ciò che genera la creatività, marchio distintivo del nostro saper fare, della nostra Italia. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »