energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La luce scolpita: una mostra di Domenico Militello a Montespertoli Cultura

Montespertoli (Firenze) – E’ stata inaugurata oggi, sabato 13 dicembre, e rimarrà aperta fino al 21 dicembre presso lo Spazio espositivo iMago di Fabio Mochi (Via Sonnino, 27, Montespertoli) si terrà la mostra La luce scolpita di Domenico Militello.

L’ARTISTA. Domenico Militello nasce a Palazzo Adriano (Palermo) nel 1976. Sin da bambino è attratto dal fascino delle arti plastiche, in particolar modo dalla scultura che comincia a praticare con mezzi rudimentali. Si avvicina allo studio del disegno nell’atelier del pittore Francesco Sarullo e frequenta l’Accademia di Belle Arti di Palermo dal 1996 al 2000. producendo lavori su commissioni private e pubbliche. Il suo percorso di scultore è legato alla pratica dell’intaglio del legno e alla ritrattistica, variando su altre pratiche della scultura come la terracotta e il modellato in gesso. Vive a Montespertoli (FI), dove è visitabile il suo Atelier. Attualmente una sua opera è stata selezionata per la mostra Trecento capolavori del Novecento siciliano, a cura di Vittorio Sgarbi, ospitata nelle sale di palazzo Sant’Elia, a Palermo, (fino al 26 dicembre 2014), per raccontare la ricerca artistica che ha influenzato la cultura dell’intero Novecento, dagli anni ’30 fino ai nostri giorni. La mostra, realizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, da Fondazione Sant’Elia, Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, l’assessorato regionale dei Beni culturali, Comune di Palermo, Expo Milano 2015 è tra le iniziative che aprono la Settimana delle Culture e sarà poi presentata a Catania, Londra e New York.

LA MOSTRA. ESTRATTO DAL TESTO CRITICO DI FAUSTO BENVEGNA. L’opera di Domenico Militello è scultura, niente affatto dunque mera ripetizione del mondo sensibile. Beninteso, non che non ne tenga conto, solo non si arresta ad esso. Egli cerca di oltrepassare la forma esteriore delle cose e, se le pone innanzi a sé, non lo fa certo per riconoscerne la scorza, semmai per togliere – come è proprio alle arti plastiche – quella buccia esclusivamente bruta, materia di impedimento a quell’Unità che, senza resistenza né dispersione, tutto contiene. Naturalmente ciò presuppone la ricerca intransigente di quel profondersi luminoso che, scrive l’ultimo Giacometti, è “lampo di tutto all’infinito”. La Luce, cui Militello tende, è gravida di possibili, giacché egli non vuole arrestarsi alla densità cupa della materia, né al suo scintillio superficiale, ma raccogliersi per penetrare in quel segreto ultimo che, senza negare la luce fisica, le forme e la materia, le profonde, le attraversa e le eccede (…). Domenico non si concede alla trivialità, ci tiene che sia resa giustizia a quel compito che, se correttamente inteso, confina col Sacro; egli cerca la qualità e ciò che la origina.

MOSTRE, PREMI, OPERE PUBBLICHE

PERSONALI
2005-”Sculture e disegni” a cura di M. Solari,Chiostro di S. Benedetto, Conversano (BA).
2009-”Personale di D. Militello” a cura di C. Muolo, galleria “Il Chiodo”, Sermoneta (LT).

COLLETTIVE
2006 – “Collettiva 9 artisti quisquinesi”. S.Stefano di Quisquina (AG).
2007 – ”Arte e design” a cura di G.Correggiari, Monastero di S.Scolastica, Bari.
2010 – “Collettiva E.Araujo, B.Varini, D.Militello, galleria “Studio D.R.” Roma.
2011 – “Collettiva circolo degli artisti Casa di Dante, Firenze.
2011 – ”Collettiva sul tema di S.Rosalia” a cura di M. Rabante e G.Rabante, S.Stefano di Quisquina (AG).2011 –
2011 – “Artisti per Noto e Altrove, L’ombra del divino nell’arte contemporanea” a cura di V.Sgarbi, 54° Biennale di Venezia, Palazzo Grimani, Venezia.
2011/12 – “Artisti nella luce di Sicilia” a cura di V.Sgarbi, Palazzo della Cultura, Ex Cortile Platamone, (CT).
2013- artista selezionato alla “ Prima biennale di Palermo”.
2014 – “Artour-O Il Must” X anno XIX edizione a cura di T. Leopizzi, Firenze.
2014 – “Effetto frana” a cura di Giovanna M. Carli, Montespertoli (FI).
2014 – Amaci – X Giornata Del Contemporaneo. “Studio d’artista”. Montespertoli (FI)
2014 – In corso “Artisti di Sicilia da Pirandello a Iudice” a cura di Vittorio Sgarbi, Palermo.

La mostra sarà poi presentata a Catania, Londra e New York.

OPERE PUBBLICHE
Crocifisso ligneo,1999. Legno di cipresso dipinto dal pittore F. Sarullo. (180X280 cm)
Eremo di Santa Rosalia, Santo Stefano di Quisquina (AG)
Scultura di Padre Pio in legno di cipresso dipinto.(80x100x170)
Chiesa madre di Cianciana (AG)

PREMI 2011- Premio Amalfi (sezione scultura), Antichi Arsenali della Repubblica, Amalfi.

ALCUNE OPERE DELL’ARTISTA SONO VISIBILI AI SEGUENTI INDIRIZZI:

www.premioceleste.it/domenico.militello www.flickr.com/photos/metazero/sets/72157619039285728/
www.entrarte.it/index.php?language=it&sectionid=1031&pagename=domenico-militello-scultore

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »