energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Luci di Natale, stanziati 200mila euro per le più belle e sostenibili Cronaca

Firenze – Particolare attenzione al risparmio energetico, per le luci di Natale del 2022.  Il Comune di Firenze, con una delibera della vicesindaca Alessia Bettini condivisa con l’assessore alle attività produttive Giovanni Bettarini,  ha stanziato 200mila euro per sostenere i progetti e le iniziative dei centri commerciali naturali e dei mercati storici per il periodo natalizio 2022, risorse che consentiranno di aiutare la ripartenza delle botteghe e illuminare le strade e le piazze cittadine durante il periodo di queste festività.

I Ccn e i mercati storici possono partecipare a partire da oggi al bando presentando progetti rivolti a visitatori e cittadini, con una particolare attenzione ad iniziative di risparmio energetico, valutando allestimenti luminosi di minor impatto energetico o l’utilizzo di energie alternative e prevedendo anche la riduzione dei tempi di utilizzo. Il contributo massimo è di 7mila e 500 euro a progetto e può arrivare a coprire fino all’ 85 per cento delle spese effettivamente sostenute. 

“Con questo stanziamento straordinario vogliamo aiutare botteghe e associazioni di negozi di tutti i quartieri a realizzare i progetti che li valorizzino e che promuovano la loro attività durante queste feste natalizie” ha detto l’assessore Bettarini.

“Dopo due anni di pandemia e in un momento di crisi energetica – ha aggiunto Bettarini – vogliamo sostenere le attività ma anche fiorentini e turisti a vivere un Natale festoso e con tante iniziative, anche attraverso luminarie a bassissimo consumo energetico”.
“Andiamo a sostenere progetti per valorizzare anche in chiave turistica il nostro prezioso tessuto commerciale, rendendo botteghe e mercati sempre più belli. – sottolinea la vicesindaca e assessora al Turismo Alessia Bettini – Anche questa è una modalità per raccontare Firenze sotto un altro punto di vista e proporre a chi arriva uno storytelling inedito che consenta una gestione sempre più sostenibile dei flussi turistici”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »