energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

L’Università di Firenze inaugura l’anno accademico a Palazzo Vecchio STAMP - Università

«Vivete un anno all'insegna della curiosità, in un periodo foriero di cambiamenti», ha dichiarato il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, durante la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Ateneo di Firenze. Assieme a numerose autorità, il primo cittadino di Firenze ha partecipato ieri, 5 dicembre, all’evento che apre ufficialmente un nuovo anno dell’Università fiorentina. Nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio c’erano oltre 300 persone, fra le quali il rettore, Alberto Tesi, i presidi delle 12 Facoltà dell’Ateneo fiorentino, l’arcivescovo di Firenze, don Giuseppe Betori, gli ex rettori Blasi e Marinelli, il vicepresidente della Regione Toscana, Stella Targetti, una delegazione cinese di Ningbo, sette rettori di altri Atenei italiani ed il presidente della Conferenza dei rettori universitari, Marco Mancini. Renzi si è detto emozionato di ospitare ancora una volta l’Università in Palazzo Vecchio ed ha ricordato come il fatto che l’inaugurazione dell’anno accademico si sia tenuta nella sede del Comune fiorentino sia sintomo di un rinnovato legame fra l’Ateneo e la città. Prima del sindaco, però, aveva parlato il rettore. Tesi ha ribadito, nella sua relazione, che l’attuazione della riforma Gelmini è soltanto a metà strada in quanto ancora l’Università non ha emanato tutti i decreti applicativi. Le risorse stanziate per l’Ateneo nel 2012 dovrebbero garantire un po’ più di respiro, ha continuato il rettore, ma «mi auguro che in questa fase di confronto con gli organi di controllo ministeriali prevalga uno spirito costruttivo di collaborazione». L’Università di Firenze, infatti, ha approvato a luglio il nuovo Statuto, che al momento è al vaglio del ministero dell’Università e della Ricerca. E se i rappresentanti di Studenti di Sinistra, Giacomo Barlucchi ed Andrea Cimbalo, hanno deciso di disertare la cerimonia in segno di protesta contro l’evento, Lorenzo Usari, rappresentante studentesco del gruppo Lista Aperta, ha assicurato che gli studenti fiorentini non hanno intenzione di soffermarsi su sterili polemiche, ma di contribuire attivamente al rilancio dell’Università della loro città. L’inaugurazione dell’anno accademico 2011/2012 dell’Ateneo fiorentino ha visto anche gli interventi del rappresentante del personale tecnico-amministrativo, Pierluigi Parrini, e del presidente dell’Istituto Universitario Europeo, Josep Borrel Fontelles. La tradizionale prolusione è stata invece affidata al professor Pietro Costa, ordinario di Storia del diritto medievale e moderno presso la Facoltà di Giurisprudenza, che ha esposto la sua orazione dal titolo “La cittadinanza degli italiani: dal Risorgimento all’Italia repubblicana”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »