energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’Università di Firenze saluta il caro vecchio libretto STAMP - Università

Firenze – In attesa del nuovo Manifesto degli studi, che dovrebbe venir pubblicato on-line entro il 30 giugno, l’Università di Firenze ha annunciato alcune importanti novità per il nuovo anno accademico. Il 2016-2017 sarà ricordato, infatti, come l’anno dell’addio al libretto universitario. Al suo posto, le nuove matricole riceveranno una tessera che permetterà l’accesso ai servizi on-line (e non) di Ateneo, come quelli delle biblioteche.

Con l’avvento degli smartphone, anche gli Atenei cercano – sempre più – di stare al passo con i tempi. Oltre ad eliminare il libretto cartaceo e ad introdurre la verbalizzazione degli esami con firma digitale, dunque, l’Università di Firenze ha deciso di lanciare nel 2016-2017 anche la nuova appSmartUnifi, che permetterà agli studenti di accedere con le proprie credenziali personali (matricola e password) ai servizi on-line offerti dall’Ateneo (consultazione dei dati di carriera, prenotazione esami, prenotazione dei libri in biblioteca) comodamente mediante il loro smartphone.

Altra significativa novità introdotta dall’Università del capoluogo toscano, è la Carta degli studenti che, approvata dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo, sancisce i diritti ed i doveri degli studenti. Il documento normativo intende costituire un riferimento per tutte le attività degli studenti, che hanno collaborato alla sua realizzazione e si sono impegnati, mediante i loro rappresentanti, non solo a sottoscrivere, ma anche a rispettare l’accordo.

Se molto cambia, qualcosa resta identico. In particolare, e questa è una notizia particolarmente gradita per molti, le tasse accademiche resteranno invariate rispetto all’anno accademico 2015-16. Identici gli importi ed identiche le face di reddito (70 in totale), che variano a seconda dell’Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) determinato dalla situazione economico-patrimoniale di ciascuno studente.

Cambierà qualcosa, invece, nell’offerta formativa 2016-2017, che prevede 55 corsi di Laurea triennali e 9 corsi di Laurea a ciclo unico, nonché ben 65 corsi di Laurea magistrale. Vengono infatti introdotti la nuova Laurea triennale in Ingegneria gestionale, nonché un percorso a doppio titolo nell’ambito della laurea magistrale Finance and risk management, in convenzione con la Warsaw School of Economics.

Per i corsi a numero programmato (nazionale e locale), a breve saranno disponibili i bandi di ammissione. Per le immatricolazioni, invece, si parte il 19 settembre si parte con i corsi di Laurea triennali ed a ciclo unico, mentre le iscrizioni ai corsi di Laurea magistrale inizieranno il 5 settembre. Dal 29 agosto al 16 settembre, invece, si svolgeranno le prove di verifica delle conoscenze in ingresso, prove obbligatori ma non preclusive dell’immatricolazione in caso di mancato superamento da parte dello studente. Coloro che non dovessero superare tali prove, potranno comunque iscriversi all’AA 2016-2017, ma non sostenere esami o altri atti di carriera prima di aver superato corsi di recupero o espletato altri oneri formativi indicati dal corso di studio al quale intendono iscriversi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »