energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

L’uomo di Pitti diventa anche eco-sostenibile Economia

Firenze – Alla Fortezza da Basso da martedì 11 fino al 14 giugno torna Pitti Uomo con una manifestazione ricca di ben 1220 brand e la celebrazione dell’anniversario dei suoi 30 anni. Una kermesse che come sempre vedrà il capoluogo toscano al centro di sfilate, mostre ed eventi dove la moda maschile sarà la protagonista assoluta della scena.

Nell’edizione estiva di questa importante ricorrenza saranno presenti, insieme ai migliori marchi dell’alta couture italiana, tante aziende straniere dando una connotazione internazionale alla manifestazione il cui tema è “The Pitti Special Click”, a cura di Sergio Colantuoni.

E come al solito tante le novità. L’uomo scopre un nuovo modo di vestire legato al benessere ma soprattutto all’eco-sostenibilità. Così la ricerca scopre l’eco, dai materiali utilizzati, naturali, a basso impatto ambientale alle nuove sperimentazioni tecnologiche come i tessuti che mirano a riutilizzare estratti di piante o frutti di originale provenienza oppure elementi innovativi tutti da scoprire. Sarà l’apoteosi dell’uomo connesso e green.

La connessione fa da sfondo a tutta l’edizione 96 e avrà come partner Instagram con un suo set alla Fortezza.  Tante le sezioni collocate in divesi padiglioni. “Touch!” è il salone di punta, internazionale e sperimentale con 6 brand emergenti in collaborazione con Tokyo Fashion Award. Spazio alla terza edizione di “Scandinavian Manifesto”, collezioni tra arte e design firmate da fashion designer provenienti dalla Danimarca, Svezia e Norvegia. “I go out” presenta la ricerca nell’outdoor style, per chi ama lo sport e stare all’aperto.

“Futuro Maschile” è il classico aggiornato, lo stile per eccellenza composto da tanti brand e da una ricerca unica. “Unconventional” si rivolge verso l’innovazione e l’esclusività di collezioni internazionali. Una sezione speciale è dedicata alla nuova generazione di artigiani tra savoir faire della manifattura e appeal attuale. L’anima di Pitti Uomo è sempre l’area dedicata all’evoluzione del classico contemporaneo, il vero lusso della moda maschile.

E poi ancora le avanguardie stilistiche, i nuovi confini dello sportswear,  il lifestyle trasversale e innovativo, i profumi, le fragranze e i prodotti per la bellezza maschile. Non mancano le innovazioni in fatto di cultura metropolitana, per valorizzare le nuove tendenze fra musica, arte e design oppure “Urban Panorama” riservato a chi ama la libertà tra ispirazioni e influenze etniche.

Infine un progetto speciale “Guest Nation China”, che coinvolge gli stilisti cinesi emergenti, grazie a una collaborazione fra Shanghai Fashion Week e Fondazione Pitti Immagine Discovery. Rappresenta, con orgoglio, una full immersion nella creatività cinese nel campo della moda, attualmente una delle nazioni più fertili e dinamiche nel panorama internazionale.

Per questa occasione anche il Centro di Firenze per la Moda Italiana, insieme alla  Camera di Commercio e il Comitato Oltrarno Promuove 2.0, accoglieranno gli ospiti della edizione 96 con un evento, omaggio alla città e al Made in Italy, ispirato all’arte del ricevimento, nel 500° anniversario della nascita di Cosimo I e Caterina de’ Medici. Dall’Oltrarno, via Maggio, sede di eccellenze di artigiani e antiquari, fino a via Tornabuoni, il percorso sarà caratterizzato da stendardi, bandiere e festoni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »