energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lyceum, una nuova stagione “oltre i cinque sensi” Cultura

Riparte in grande stile la programmazione del Lyceum Club Internazionale di Firenze per la stagione 2011-2012. Il filo conduttore che unirà le varie sezioni dell’associazione culturale (Arte, Letteratura, Musica, Scienze, Attività Sociali e Relazioni Internazionali) è rappresentato dal tema “I cinque sensi e oltre: l’intelligenza del cuore”, affrontato liberamente dalle presidenti delle sezioni in un «andirivieni tra cambiamento e riscoperta», tra sguardo rivolto agli scenari più recenti «dove, in ogni settore -sostiene la presidente della sezione Letteratura Enza Biagini- pare dominare l’esercizio di una mescolanza caotica, sregolata e contaminata dei sensi» e il «desiderio di riscoperta» di antichi sapori e stimoli estetici. Stimoli e ispirazioni che arrivano da uno splendido ciclo di arazzi fiamminghi di fine ‘400 custodito nel Museo Nazionale del Medioevo di Cluny a Parigi, composto da sei tappezzerie, aventi per protagonista “La dame à la Licorne”, che rappresentano allegorie dei cinque sensi (vista, udito, odorato, tatto e gusto), superati, nei loro limiti, dal  “senso intellettivo”, o “intelligenza del cuore”, secondo l’interpretazione data al sesto arazzo, in cui si legge l’emblematica scritta “A mon seul désir”. IL 104esimo appuntamento con gli eventi del Lyceum Club Internazionale, una delle associazioni culturali più antiche del capoluogo toscano, si aprirà domani, giovedì 13 ottobre, alle ore 17.30, presso la sede di Palazzo Giugni Fraschetti, con un incontro a cura della presidente Maria Grazia Beverini Del Santo, in cui verrà spiegato il tema della rassegna al centro del programma che vedrà impegnate le varie sezioni in diverse attività: la sezione Arte, con il ciclo di conferenze dedicate a Cosimo I de’ Medici e la giornata interamente dedicata all’architetto Bartolomeo Ammannati, prevista per il 25 ottobre; la sezione Letteratura, che propone un programma in comune con la sezione Sociale, centrato sul rapporto tra filosofia e arte cinematografica, esplorato attraverso un ciclo di proiezioni, tra cui il film “Viva l’Italia”, di Roberto Rossellini, proiettato per primo il 27 ottobre alle ore 18; la sezione Musica, con la rassegna “Il percorso aureo del quartetto d’archi: Haydn, Mozart, Beethoven”, che inizierà lunedì 17 ottobre alle ore 18.15, abbinata alla ricca stagione concertistica, che quest’anno spazierà dalla musica antica a quella contemporanea e al jazz, e che sarà inaugurata il 7 novembre con il concerto della giovane pianista tedesca Ragna Schirmer; la sezione Scienze, con una serie di conferenze sul clima e sulla medicina (la prima, “Cambiamenti climatici e globalizzazione” è prevista per il 19 gennaio 2012, e vedrà la partecipazione di Giampiero Maracchi); infine, la sezione Relazioni Internazionali, con appuntamenti importanti tra cui la collaborazione con l’Associazione Italia – Israele, la presidenza all’evento per la Giornata della Memoria, e la collaborazione con il Consolato tedesco di Firenze nell’organizzazione di una conferenza di presentazione della mostra “Germania-Italia 1943-1994, un racconto di due Paesi”, in calendario a Berlino dal dicembre 2012 al marzo 2013, anticipati dall'evento inaugurale che prevede, per il 10 novembre, un pomeriggio interamente dedicato a Dostoevskij, con letture di brani sia in russo che in italiano, presentato da Donatella Ferrari Bravo.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »