energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mafia, intercettazione tra manager coinvolge Palenzona Cronaca

Firenze – Un’intercettazione telefonica fra due manager agli atti dell’inchiesta della Dda di Firenze sui i presunti legami tra la cosca mafiosa di Matteo Messina Denaro e le banche, coinvolge il vicepresidente di Unicredit Fabrizio Palenzona.  Quest’ultimo è accusato di aver favorito fiancheggiatori del clan mafioso di Matteo Messina Denaro, in particolare attraverso il sostegno all’imprenditore Andrea Bulgarella, il cui gruppo negli ultimi anni pativa un indebitamento da 65 milioni di euro.

“Il sostegno e il coinvolgimento diretto di Fabrizio Palenzona – scrivono i pm di Firenze nel decreto di perquisizione – nel processo di approvazione da parte di Unicredit del piano del Gruppo Bulgarella (il costruttore siciliano attivo in Toscana dagli anni ’90, ndr) emerge anche nella conversazione intercettata il 22 aprile scorso, ore 19.58,
in cui Tiziano Piemontesi alle perplessita’ mosse da Edoardo Verardi (dirigente Unicredit, ndr) circa l’improvvisa
accelerazione data alla pratica, ritiene che l’urgenza sia stata indotta da Palenzona che ha sollecitato Fossati”.

L’intercettazione è stata trascritta e riportata nel decreto di perquisizione:  “… no che non ho bisogno adesso .. domani mattina quando leggo se ho qualche punto ti spacco i maroni di mattina presto e me le mandi … tu sei sempre convinto di venire in comitato e non fare la tua visita … (…) okay … okay ! a me sembra corretto tu il … tu anteponga i tuoi .. le sue … no tu non capisci perché’ una vera urgenza non c’è se non … il fatto che probabilmente Palenzona ha di nuovo
chiamato Fossati e lui”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »