energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Maggio, da Chiarot la “rivoluzione gentile” Breaking news, Cultura

Firenze – Tra un mese, “forse prima” un piano di programmazione triennale; niente nuovi licenziamenti; il sovrintendente è un primus inter pares; un nuovo atteggiamento verso la danza, che, sebbene il corpo di ballo del Maggio sia stato “liquidato” dalla precedente gestione,  potrebbe riacquisire uno spazio nel Maggio. Inoltre, anche un ritorno a Boboli. Ma non è solo questa, quella che si prospetta come la “rivoluzione gentile” di Cristiano Chiarot, il nuovo soprintendente del Maggio Fiorentino, perché l’obiettivo dichiarato è quello di fare del Maggio un grande motore di cultura, interrelato con gli altri soggetti cittadini.  64 anni, giornalista, fino ad ora sovrintendente della Fenice di Venezia, Chiarot è apparso ieri, all’incontro con la stampa, deciso a fare uscire il Maggio dalla crisi: “Il passato è passato – ha detto – questa fondazione ha subito alcuni traumi. Ma noi non siamo per nuovi licenziamenti: i lavoratori devono riconquistare la loro serenità”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »