energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Maggio, volantinaggio davanti al Teatro Breaking news, Politica

Firenze – Volantinaggio davanti al Teatro del Maggio, organizzato da Firenze Città Aperta con il contributo di Sinistra progetto in comune. Il motivo: le modalità con cui, negli ultimi giorni, si è verificata l’interruzione dell’incarico del Soprintendente, l’attuale Cristiano Chiarot, giunto proprio oggi al suo ultimo giorno di attività. “Ciò che ci stupisce – dice Dmitrji Palagi, consigliere comunale di Sinistra progetto in comune – è l’impossibilità di avere una chiara esposizione dei fatti in consiglio comunale. A nostra richiesta, a rispondere è stato l’assessore Tommaso Sacchi, che ha fatto una relazione di circa sei minuti”. Un po’ poco, pare di capire, rispetto alla complessità della situazione. “La preoccupazione – continua Palagi – è per noi legata anche alla sorte dei lavoratori, che dovevano essere sentiti oggi in un incontro in commissione consiliare, che è caduto nel vuoto”.

Non solo: sembra che ci sia una pregiudiziale della sinistra anche nei confronti di Nastasi, vale a dire l’uomo che che il sindaco Nardella vorrebbe delegare al ruolo, ad ora da lui ricoperto, di presidente del consiglio di indirizzo della Fondazione. A questo riguardo, la sinistra annuncia tutta la propria contrarietà che verrà esternato con ogni “mezzo disponibile dall’opposizione”.

La richiesta sostenuta dai consiglieri e dai lavoratori è anche la stabilizzazione dei contratti. “Inoltre non si capisce perché debba essere interrotto un percorso, difficile, iniziato nel 2017, ma che tuttavia ha dato risultati apprezzabili – conclude Palagi – anche perché fino a due settimane fa il sindaco ci aveva rassicurato sulla permanenza di Chiarot. Così si apre un periodo di incertezza, sia su chi verrà, sia sulle questioni generali”. Per di più, all’affermazione del sindaco che comunque la continuità di Chiarot sarebbe dovuta venire meno per ragioni di età e pensione, lo stesso Soprintendente “ci ha detto che non è vero”. E proprio per quanto riguarda il futuro, la sinistra lancia una proposta: aprirsi anche a livello internazionale per trovare una competenza adatta al Maggio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »