energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Magherini, parla un testimone: “Gli tiravano calci” Cronaca

Firenze – “I carabinieri gli tiravano calci”. E’ questo, il punto di cui il testimone principale di ciò che accadde a Riccardo Magherini, quella sera del 3 marzo 2014 a Firenze nel cuore di San Frediano in cui il quarantenne rimase sul selciato dopo il fermo dei militari, parla. Riccardo Magherini, quarantenne deceduto durante l’intervento dei carabinieri, era, sempre secondo il testimone, “agitato ma non aggressivo”, “urlava di essere un bravo ragazzo, che non aveva fatto niente e che aveva figli”. Nel frattempo, due persone incitavano ‘Dagliene ancora’”. Insomma, nell’intervista la cui sintesi si trova sul sito web del Fatto, due elementi sembrerebbero emergere, secondo il racconto del testimone: il primo, che si sarebbe trattato di un intervento particolarmente duro da parte dei militari, il secondo, che Magherini era agitato, “ma non aggressivo”. L’8 gennaio è fissata l’udienza preliminare a Firenze, che riguarderà, oltre ai quattro carabinieri, anche tre soccorritori della Croce Rossa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »