energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Maltempo, serre allagate e oliveti franati Cronaca

Serre sott'acqua, oliveti franati, canali e corsi d'acqua fuori dagli argini, il maltempo torna a flagellare la Toscana con forti danni all'agricoltura. . Le frane e i movimenti franosi hanno isolato numerose frazioni, in una regione dove non è un mistero la fragilità del territorio, basti pensare che 280 comuni, il 98% del totale, sono a rischio frane e alluvioni. Dieci dei sette capoluoghi, vale a dire Firenze, Livorno, Lucca, Massa, Pisa, Prato, Pistoia, hanno il 100% dei comuni a rischio. 

L'ondata di maltempo odierna ha flagellato in particolare la Versilia,  con i comuni di Viareggio, Massarosa, Camaiore e Pietrasanta dove è concentrato il cuore del florovivaismo regionale e dove numerose serre sono state sommerse, mentre le produzioni rischiano uno stop. Pesanti ripercussioni anche per l’orticoltura in campo aperto, dove la presenza dell’acqua nei terreni potrebbe fare slittare la semina delle coltivazioni primaverili. Inoltre, segnala Coldiretti, è preoccupante l'innalzamento del livello del Lago Massaciuccoli che ha raggiunto il livello di 46 cm. Sempre coldiretti segnala gli smottamenti avvenuti sulle colline di Massarosa, che hanno danneggiato aree a olivi. Pesanti criticità anche in provincia di Pisa, in particolare nel Comune di San Giuliano Terme e Vecchiano con allagamenti diffusi che hanno fatto collassare la rete di fossi e canali. Situazione di vigilanza estrema a Massa e Carrara

Print Friendly, PDF & Email

Translate »