energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mancano aree cani liberi, i proprietari lanciano l’Operazione Moustache Cronaca

Firenze – Mobilitazione dei proprietari o custodi dei cani che sabato 5 maggio alle ore 10 si sono dati appuntamento in Piazza D’Azeglio a Firenze per illustrare alcune proposte al Comune, volte alla realizzazione in centro di aree recintate, ma anche di aree cani liberi, già esistenti in altri comuni italiani.

L’iniziativa è stata presa in seguito “alle iniziative sanzionatorie ed inutilmente persecutorie subite sin dallo scorso novembre” dai padroni di cani, come è scritto in un comunicato.

Si chiamerà, vista la data, “Operazione Moustache”, il soldato a quattro zampe più valoroso dell’esercito napoleonico.  Centinaia di cittadini hanno aderito all’iniziativa firmando una lettera aperta al Sindaco nella quale si afferma che “nonostante negli anni siano state avanzate delle proposte di realizzazione di un’area cani in Piazza D’Azeglio, le iniziative dell’amministrazione risultano tutte completamente paralizzate”.”Riteniamo – afferma la lettera – che una soluzione non sia più procrastinabile, considerando anche le esigenze di persone anziane residenti nel centro storico e talvolta gravate da handicap fisici e non necessariamente automunite. Segnaliamo inoltre che l’assidua frequentazione di persone accompagnate dai propri cani, anche in orari notturni, garantisce un controllo sociale del territorio e una sicurezza dell’area di cui usufruiscono tutti i residenti”.

cani2

Ecco le proposte dei cittadini: realizzazione di un’area cani di adeguate dimensioni recintata destinata soprattutto a quegli animali che per i motivi più diversi potrebbero creare problemi a loro stessi o ad altri;  la destinazione di una porzione della piazza, compresi i vialetti ad “area cani liberi” opportunamente delimitata da segnaletica.

“Come responsabili proprietari di cani, nel caso volessimo usufruire dell’”area cani liberi” sopracitata, – conclude la lettera – ci impegniamo inoltre a: vaccinare regolarmente i nostri animali; provvedere alla registrazione all’anagrafe canina con microchip, come da obbligo di legge; stipulare un’assicurazione per danni contro terzi; provvedere ad una scrupolosa raccolta delle deiezioni”

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »