energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mandela: figura immortale di uguaglianza, libertà e diritti Cronaca

Molte persone ancora non hanno accesso al cibo e le condizioni degli agricoltori in molte aree del Pianeta rimangono disumane. La morte del grande Nelson Mandela, la cui figura e vita rimarrà immortale, dovrà spronare i popoli a sconfiggere quelle disuguaglianze, anche di diritti, che ancora esistono in molte aree del mondo. Molte popolazioni nel 2013 soffrono la fame e vivono in condizioni inaccettabili. Così il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi parla nel ricordo del leader della lotta contro l’apartheid. Come ha detto il premier britannico David Cameron “una grande luce si è spenta nel mondo” ma – ha aggiunto Politi – la strada che ha costruito Mandela dovrà rimanere illuminata per giungere a un futuro realmente senza sfruttamento, senza razzismo e con il rispetto di diritti inviolabili come quello dell’accesso al cibo.

"Noi – ha proseguito Politi – siamo portati a pensare che alcuni temi ci siano lontani, ma sbagliamo. Anche in Italia dobbiamo quotidianamente confrontarci con ingiustizie e difficoltà insopportabili: nei nostri campi avvengono cose ingiustificabili, certamente fenomeni circoscritti e non paragonabili a quello che avviene in altre vaste aree del Pianeta, ma comunque fenomeni che non dovrebbero esistere".
" Chi come noi agricoltori – ha concluso il presidente della Cia – ama e vive la terra, anche grazie all’esempio di Mandela, dispone di una sensibilità molto forte verso il rispetto degli uomini e della natura. Ed è proprio per questo motivo che, da sempre, la nostra organizzazione ha messo dentro la propria missione non solo la tutela degli agricoltori e dell’agricoltura italiana, ma progetti di cooperazione internazionale e molte altre azioni finalizzate al miglioramento delle condizioni di vita di tutti gli agricoltori del mondo".

Print Friendly, PDF & Email

Translate »