energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Manifestano per la fine dello sfruttamento e dell’uccisione degli animali Cronaca, Foto del giorno

Firenze – Attivisti provenienti da tutto il paese hanno manifestato oggi a Firenze per la fine dello specismo e l’abolizione dello sfruttamento e dell’uccisione degli animali in allevamenti, mattatoi, nella pesca e nella caccia, nei laboratori, circhi e in ogni altro luogo dove specie diverse vengono assoggettate.

La manifestazione, nella centrale piazza della Repubblica, ha dato volto e voce alle vittime dello specismo con slogan, cartelli e letture di autori esperti sul tema, quali il filosofo Steve Best e le psicologhe Annamaria Manzoni e Carla Sale Musio.
“La fine dello specismo è il tassello mancante nel cammino umano verso i diritti per tutti. Mentre ideologie come il razzismo, il sessismo, l’omofobia, e altre forme di oppressione vengono identificate come tali, la violenza della nostra specie sulle altre viene ancora vista dalla maggioranza delle persone come normale e necessaria”, hanno affermato gli organizzatori. “Viviamo in una società dove la differenza di specie non è un motivo valido per sfruttare e uccidere altri individui”.
I partecipanti si sono quindi uniti attorno al messaggio di rifiuto di ogni violenza e discriminazione, chiedendo con fermezza a chi già partecipa a movimenti progressisti per gli umani di fare la connessione e allargare il cerchio dei diritti.  Nelle ultime settimane manifestazioni simili si stanno svolgendo in tutto il mondo, collegate alla Giornata internazionale per la fine dello specismo.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »