energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Marceddu perde match e imbattibilità, sorpreso e steso da Gachechiladze Sport

Uno stop arrivato come un fulmine a ciel sereno per il peso gallo professionista Gianpietro Marceddu. Il pugile fiorentino, cresciuto al Centro Sport Combattimento Firenze, nella riunione di ieri domenica a Firenze, stava conducendo con sufficiente superiorità il match contro un georgiano di nome George Gachechiladze che si era presentato con 10 vittorie, di cui tre prima del limite, e 9 sconfitte.
  Dopo un 1’35” della terza delle sei previste riprese, quando Marceddu era in netto vantaggio e stava conducendo il match con grande autorevolezza, inaspettatamente veniva colpito da un preciso gancio sinistro d’incontro. Un colpo pesante che mandava groggy il generoso battagliero pugile fiorentino. Il match finiva così. Per l’arbitro non rimaneva che decretare il k.o. tecnico.
  Peccato che Marceddu abbia perduto l’imbattibilità – da professionista aveva disputato e vinto 5 matches – in un incontro che invece lo vedeva avviarsi verso una meritata affermazione. Dispiace, ma nel pugilato sono abbastanza frequenti questi sgradevoli contrattempi.
Hanno completato il programma cinque incontri dilettanti. Lo junior superleggero Gabriele Giometti (Centro Sport Combattimento) ha prevalso ai punti sul tenace Mattia Arcidiacono (Pugilistica Isolotto). Il leggero Alonso Hernandez (Boxe Luminati Sesto Fiorentino) si è aggiudicato ai punti il confronto con Nicola Palmieri (Boxe Campi) a conclusione di un ottimo incontro. Hernandez è stato così bravo da meritare la palma del miglior pugile della riunione ricevendo per questo il Premio Diego Oliva.
  Veloce il successo del peso medio Alessio Di Giulio (Centro Sport Combattimento) in quanto costringeva alla resa Flora Prokopchuk (Pol. Palazzaccio) quando ancora non si era concluso il primo round. A vantaggio del supermassimo Alexandru Marin (Pugilistica Isolotto) si concludeva prima del limite anche il match che lo vedeva opposto a Francesco Becherucci (“Ambra” Poggio a Caiano) costretto quest’ultimo ad abbandonare per la distorsione ad una caviglia.
   Infine l’incontro tra i welter Andrea Bartalini (Pugilistica Colligiana) e Simone Fenech (Boxe Robur Scandicci). E’ stato forse il match più bello, più valido sul piano tecnico della serata che si concludeva con un giusto verdetto di parità.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »