energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Margin Call – Notte prima delle crisi Cinema

Una rispettata compagnia finanziaria sta ridimensionando il suo settore gestione rischi. Il manager del settore, Eric Dale, sta analizzando le strategie di vendita su cui tutta l'azienda fa affidamento, ma al suo licenziamento lascia il lavoro a uno dei suoi protetti. Il giovane Peter Sullivan riesce a concludere l'analisi e si ritrova davanti la terribile consapevolezza della fine. Chiama così i suoi superiori per presentare il terribile disastro finanziario cui la compagnia sta andando incontro. Ciò che segue sarà una lunga nottata di controlli e doppi controlli su dei dati talmente terribili da non sembrare reali. E mentre il CEO dell'azienda si prepara a distruggere il mercato mondiale, inondandolo di pacchetti di investimenti che non valgono nulla, Peter e un gruppo di coscienziosi impiegati e manager si dovranno confrontare con i propri dubbi etici e morali.

"Quando ci si trova sul ciglio di un burrone, quella che si prova non è paura di cadere ma la paura di poter saltare." Nei quattro anni che hanno seguito l'esplosione della bolla speculativa dei pacchetti di rischio che ha scatenato la crisi, di salti nel vuoto se ne sono visti tanti. Ci troviamo in tempi bui, la crisi finanziaria scatenatasi nel 2008 non accenna a fermarsi e le prospettive di crescita sono sempre più negative. Forse il modo migliore per andare avanti è guardare indietro e tentare di razionalizzare. La crisi, scatenata da quelle compagnie che dominano il mercato, è qualcosa di più grande di noi e non possiamo fare altro che stringere la cinghia e combattere per andare avanti.

Margin Call, eccezionale opera prima scritta e diretta da J.C. Charon, tenta di fare questo, vuole provare a cercare un causa ai problemi attuali e tentare di analizzarla dal punto di vista umano. Cosa ha spinto quelle persone a decidere del futuro di miliardi di persone? Cosa spinge qualcuno ad accettare che si possa fare ciò in barba a qualsiasi legge? E, infine, quanto una persona è disposta a mettere in gioco e a sacrificare per la sua personale sete di denaro e potere? Questi sono le domande che si pone il regista, che non è interessato a proporre una ricostruzione accurata di ciò che è accaduto, forse non lo sapremo mai, ma tenta di costruire una sorta di dramma teatrale, un film costruito totalmente sui dialoghi che mette a nudo l'animo dei suoi protagonisti. Dal giovane ingegnere Peter, passato alla finanza perché più interessato ai soldi, e al suo collega Seth, che sogna di guadagnare milioni, fino ai suoi due capi, Sam e Will, spietati manager ma che conservano un briciolo di integrità morale, tutti i personaggi si struggono di fronte ai dubbi che li assillano.

J.C. Charon con questa opera dimostra, non solo, di avere una discreta capacità di messinscena ma di essere ancora più bravo nello scrivere drammi in cui i dilemmi personali sono al centro della narrazione. La sua capacità di scrittura è elegante e fortemente analitica di tutte quelle sfaccettature della psicologia umana e riesce a sostenere da sola l'intero film. La pellicola riesce quindi a catturare lo spettatore – che sa già cosa accadrà perché sta vivendo in prima persone le conseguenze – e a coinvolgerlo nelle vite di questi spietati manager, mostrando il loro lato umano e la consapevolezza delle conseguenze di decisioni così terribili.

Grazie ad una regia lucida e raffinata, fatta di numerosi primi piani che scrutano negli occhi i suoi protagonisti, e che non si abbandona a virtuosismi inutili, J.C. Chandor confeziona un dramma d'interni folgorante, sostenuto da degli ottimi attori, Kevin Spacey e Zachary Quinto sopra tutti, che colpisce per la sua eccezionale scrittura. Nominato agli Oscar come Miglior Sceneggiatura Originale, Margin Call è consigliato a tutte le persone che amano le prove d'attore e che vogliono provare a razionalizzare la crisi che ci attanaglia.

Regia: J. C. Chandor
Sceneggiatura: J. C. Chandor
Genere: Drammatico
Nazione: USA
Durata: 107'
Interpreti: Kevin Spacey, Paul Bettany, Zachary Quinto, Stanley Tucci, Demi Moore, Jeremy Irons, Penn Badgley
Fotografia: Frank De Marco
Montaggio: Pete Beaudreau
Produttore: Before The Door Pictures, Washington Square Films, Untitled Entertainment

Print Friendly, PDF & Email

Translate »