energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Marradi: pietra, piazzette e fioriere per un nuovo look Notizie dalla toscana

Marradi – Una, due e, ora, tre. E’ infatti la terza fase del programma di riqualificazione urbana quella scattata in questi giorni a Marradi con interventi sulla pavimentazione in via Razzi. Ed è quella che “ricucirà” gli interventi precedenti (a partire dalla scalinata di Piazza Scalelle, poi via Talenti e il ponte sul Lamone) con i prossimi che prevedono nuovi marciapiedi e attraversamenti pedonali in pietra nel centro storico, piazzette con arredo urbano e fioriere agli ingressi del paese (nelle aree ex ospedale San Francesco e Teatro Animosi), nei pressi del Palazzo Torriani e dell’ufficio postale.

“Stiamo procedendo con la tabella di marcia e adesso realizzeremo nuovi marciapiedi in pietra alberese in alcuni tratti in via Fabroni e ulteriori in via Talenti con abbattimento delle barriere architettoniche e ricostruzione della pavimentazione in simil pietra nelle zone di teatro e ex ospedale – spiega il sindaco Tommaso Triberti -. E realizzeremo anche nuovi attraversamenti pedonali in porfido e granito, illuminati”. Anche tutt’attorno al Teatro Animosi saranno realizzati marciapiedi, con pietra artificiale (il cosiddetto cemento ricostruito, del tutto simile alla pietra). E poi nasceranno delle “piazzette”: “Saranno ricavate, o riqualificate, vicino all’ex ospedale San Francesco e al teatro, in pietra ricostruita, al Palazzo Torriani e alle Poste, in pietra alberese, con sedute e fioriere – continua a spiegare il sindaco Triberti -. Vogliamo che i cittadini possano riappropriarsi del proprio paese restituendo spazi ora poco fruibili in spazi invece belli e accoglienti, da vivere tutto l’anno. Spazi che cambieranno volto e cambieranno il volto del capoluogo, pur rimanendo legati alla propria storia”.

Recupero e riqualificazione stanno alla base del programma “Vivi il centro”: “Un restyling del paese come abbiamo promesso ai cittadini – sottolinea il sindaco Triberti -, accogliendo anche suggerimenti e modifiche emersi nel percorso partecipativo, perché Marradi è la loro casa. E deve essere per questo più bella e accogliente. E così deve essere per i turisti che la visitano, ora più che mai – precisa – visto il progetto di promozione territoriale e turistica su territorio della Romagna Toscana che stiamo lanciando”.

I lavori – importo oltre 150.000 euro (quasi completamente finanziati da un contributo regionale) – saranno realizzati a step, con Hera che effettuerà quelli di sostituzione e ammodernamento dei sottoservizi, e ci vorranno 2 mesi e mezzo circa per vederne la conclusione.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »