energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Martedì 21/7 Margaryta Golovko suona a Monte San Savino Spettacoli

Monte San Savino (Arezzo) – Dopo l’esordio sorprendente con i Quintorigo & Roberto Gatto, il Festival Musicale Savinese, la sezione storica del Festival delle Musiche, torna a raccontare la grande musica classica attraverso l’intensa espressività di una giovane pianista ucraina, Margaryta Golovko. Palcoscenico dell’esibizione, attesa per martedì 21 luglio alle ore 21:15, sarà una delle sedi più legate al Festival e al suo pubblico affezionato, il Chiostro di Palazzo di Monte, a Monte San Savino.

Margaryta Golovko, una delle allieve in Italia del M° Piero Rattalino con un curriculum internazionale che l’ha portata ad incidere per l’etichetta statunitense Blue Griffin Records, si esibirà per il Festival delle Musiche in un programma ricco e storicamente colto, dalle Due Sonate K 466 e K 119 di D. Scarlatti alla Sonata op. 27 n. 1 di L. van Beethoven, definita dallo stesso Beethoven “Sonata quasi una fantasia”; dalla Fantasie op. 49 di F. Chopin alle 5 Variazioni su un tema di Sigfrid Ochs di F. Busoni, caricatura burlesca delle variazioni su tema popolare; per finire con le Variazioni su un tema di Corelli op. 42 di S. Rachmaninov, elaborate dal noto tema  “della follia” ed esempio della straordinaria abilità tecnica e lirica del famoso pianista e compositore russo, qui rese magistralmente da una sua giovane erede.

Prossimo atteso appuntamento del Festival Musicale Savinese ancora una donna dal forte temperamento, Nada, in concerto con il suo ultimo progetto: “Occupo poco spazio”. Giovedì 23 luglio alle ore 21:15 presso il Teatro all’aperto di Monte San Savino.

Per ulteriori informazioni sul Festival delle Musiche e sulle sue tre sezioni, Festival Musicale Savinese, Suoni dalla Torre e Tra-dizioni e Contaminazioni: Officine della Cultura, Via Trasimeno, 16 – 52100 Arezzo; Tel. 0575 27961; www.officinedellacultura.orgwww.festivaldellemusiche.it. Il Festival delle Musiche è realizzato da Officine della Cultura in collaborazione con MonteServizi srl e Associazione Resonars di Assisi e con il contributo di Banca Popolare di Cortona, Coingas SpA – Estra, Chimet, Sei – Servizi Ecologici Integrati Toscana.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »