energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Martedì 27 novembre l’Università di Firenze ricorda Antonio Cassese STAMP - Università

Alle ore 16.00 di martedì 27 novembre presso il Polo di Scienze Sociali dell’Università di Firenze (piazza Ugo di Toscana n. 5, Edificio D15, Aula 5), si terrà un dibattito sul volume “La ricostruzione giudiziale dei crimini nazifascisti in Italia”. L’iniziativa è stata promossa da Micaela Frulli, docente di Diritto internazionale dell’Ateneo del capoluogo toscano, e si inserisce nel quadro del corso di “Current Challenge to International law” del Dottorato in Scienze Giuridiche. Interverranno la preside della Facoltà di Scienze Politiche, Franca Alacevich, e gli autori del libro, ossia Marco De Paolis, procuratore militare della Repubblica (che ha istruito e condotto tutti i processi per le stragi naziste svoltisi negli anni 2000: Sant'Anna di Stazzema, Civitella della Chiana, Marzabotto), Silvia Buzzelli, professore di Procedura penale all’Università Milano Bicocca ed Andrea Speranzoni, avvocato di parte civile del comune di Marzabotto. Il dibattito verrà introdotto da Filippo Focardi, docente dell’Università di Padova, e da Antonio Vallini, docente dell’Università di Firenze. La presentazione del libro sarà però soprattutto l’occasione per ricordare, a poco più di un anno dalla sua scomparsa, il celebre giurista Antonio Cassese. Ordinario di Diritto internazionale presso la  Facoltà di Scienze politiche dell’Ateneo fiorentino fino al 2008, Cassese è stato anche presidente del Comitato del Consiglio d'Europa per la prevenzione della tortura, nonché primo presidente del Tribunale penale internazionale per l'ex-Jugoslavia (dal 1993 al 1997). In seguito ha presieduto la Commissione internazionale di inchiesta voluta dall'Onu sui crimini commessi in Darfur ed il Tribunale speciale per il Libano, l'organo di giurisdizione internazionale con il compito di perseguire i responsabili di attacchi terroristici in Libano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »