energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Martini per brindare all’accordo sul neo ct Sport

Nella casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino quest’oggi è stato virtualmente deciso che sarà Davide Cassani il sostituto del dimissionario Paolo Bettini nel ruolo di Commissario tecnico della nazionale professionisti di ciclismo. Di questa trattativa ci sono alcuni dettagli da mettere a punto, ma tra le due parti interessate, Federazione e l’ex professionista romagnolo, è stato raggiunto un sostanziale accordo di massima. L’argomento è stato affrontato durante il pranzo consumato nel salotto del mitico Martini, dal presidente federale Renato Di Rocco e da Davide Cassani. Poi i tre esponenti del nostro ciclismo hanno proseguito l’esame della questione per quasi un’ora in separata sede.
  “Ritengo che Cassani – ha detto poi Di Rocco – sia la persona giusta per dirigere la nostra nazionale. Ha grande esperienza; capacità per creare un valido gruppo di azzurri; una profonda conoscenza del ciclismo anche internazionale; abilità e senso tattico nel valutare situazioni e corridori. Non credo che se anche dovesse continuare la sua collaborazione con la Rai, ciò non si dovrebbe considerare incompatibile con il ruolo di tecnico federale. Anzi forse sarebbe un arricchimento. L’ufficialità della nomina spetta al Consiglio federale che si riunirà a fine gennaio, ma in questa materia la competenza è del presidente”.
    Dunque salvo imprevedibili sorprese è lui il nuovo nocchiero della nazionale professionisti azzurri. Da 18 anni apprezzato opinionista della Rai alle più importanti corse del mondo, Cassani ha detto: “Sono onorato ed entusiasta della proposta del presidente Di Rocco. Martedi parlerò con i dirigenti della Rai, quindi scioglierò tutte le riserve. Un incarico simile mi era stato già offerto nel 2010, ma allora non mi sentivo pronto. Ora non è così”. 
    Insomma il dado è tratto. Con grande soddisfazione anche di Alfredo Martini. Cassani ha preso ancora un po’ di tempo è perché devono essere definiti alcuni aspetti della trattativa come, ad esempio, quello economico e la possibilità di continuare a collaborare, magari in forma diversa, con la televisione italiana. Questioni di non difficile soluzione. 
   Cassani, 53enne, di Faenza, professionista dal 1982 al 1996, ha vinto 27 corse, dieci volte azzurro (settimo al mondiale del 1988), “uomo squadra” in quanto l’allora commissario tecnico Martini, se nella impossibilità di farlo personalmente, aveva dato incarico a Cassani di decidere durante la corsa le mosse della squadra davanti a circostanze improvvise ed imprevedibili. Tra i suoi successi tre Giri dell’Emilia, Coppa Agostoni, Coppa Bernocchi, Milano-Torino, Giro del Mediterraneo, Giro della Romagna, Coppa Sabatini a Peccioli di Pisa.
Franco Calamai

Foto: Ufficio Stampa FCI

Print Friendly, PDF & Email

Translate »