energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Maschere etrusche in concorso Società

Durante il periodo di Carnevale i concorsi in cui sfidarsi a suon di costumi, maschere e parrucche sono moltissimi. A Vescovado di Murlo (Siena), i volontari del servizio civile regionale in servizio presso l'Antiquarium di Poggio Civitate, e in collaborazione con la stessa pro loco, hanno indetto una sfida divertente e sicuramente inedita: la sfida alla maschera etrusca più originale.
Il concorso è aperto a tutti i cittadini del comune di Murlo, senza limiti di età e nazionalità e senza alcun tipo di costo, e premierà con un’opera dell’artista Luciano Scali, la maschera più bella e interessante ispirata alla civiltà e alla cultura etrusca.
Situato sud della provincia di Siena, nella parte della Val di Merse che confina con le Crete Senesi e la zona di Montalcino, Vescovado si estende in un territorio che comprende anche Casciano e Murlo, sede del comune e centro storicamente più importante.

431474_109626969185416_1574093499_n.jpgPiccolissimo borgo di origine medioevale, Murlo è stato abitato fin dall'età etrusca, come testimoniano i ritrovamenti di Poggio Civitate, in cui gli scavi hanno portato alla luce un palazzo signorile del VII secolo A.C. e un laboratorio artigianale: due novità nel panorama degli scavi etruschi, in genere costituiti a villaggio o a necropoli. Nel museo del paese è possibile ammirare anche tutti i reperti della zona nelle diverse età di sviluppo.
 Le maschere etrusche giunte fino a noi sono di due tipi: quelle funebri, celebri quelle con il “ghigno”, che traggono origine da convinzioni magiche secondo le quali la fede nell'oltretomba prevede che la testa rimanga intatta dopo la morte. La maschera diviene quindi il mezzo per difendere il cadavere dai dèmoni ostili, anche se talvolta servivano solo a preservare la fisionomia della persona.
Diversi sono invece i modellini di maschere comiche abbastanza frequentemente trovati nelle tombe etrusche, che sembra fossero usati negli spettacoli scenici a carattere di mimo, rappresentati da attori-danzatori mascherati (histriones o ludiones), talvolta anche con allusioni buffonesche e satiriche.
Tutte possono esser fonte di ispirazione per partecipare al concorso per la maschera più originale: basta presentarsi mascherati il 10 febbraio alle 14.30 in Piazza Umberto a Vescovado di Murlo, da dove partirà la sfilata del Carnevale. A conclusione, si terrà la premiazione della maschera etrusca più originale e in concomitanza con la consegna delle coppe ai carri.
 Al termine della premiazione musica per tutti con la band murlese "Look Like Strange".

Per maggiori informazioni sul concorso contattare l'Antiquarium di Poggio Civitate – Museo Archeologico allo 0577 814099 oppure all'indirizzo scr.murlo@museisenesi.org, Fondazione Musei Senesi.

crediti fotografici: gnuckx
Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email

Translate »