energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mattarella inaugura l’anno accademico: Università presidi di democrazia Breaking news, Cronaca

Firenze – L’Università è presidio di democrazia. Lo afferma con forza il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che è intervenuto stamattina alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Firenze. La cerimonia si è svolta nel Salone dei 500 di Palazzo Vecchio, e il presidente non ha mancato di richiamare il ruolo fondamentale che la cultura, sempre radicata nella realtà quotidiana del popolo, può giocare come trincea verso l’intolleranza, l’ignoranza da cui nascono gli incubi peggiori. Ad esempio, il manifesto della razza, un episodio della storia che Mattarella non ha esitato a definire “una pagine grave, triste e spregevole della nostra storia”.  Un incubo, quello del nazifascismo, nato, come dice il presidente citando sia il pensiero politico occidentale che veri e propri protagonisti  di vicende terribili come i condannati a morte della Resistenza italiana, dallo scollamento della società dalla politica. Il non volerne sapere, insomma, è ciò che provoca il Leviatano.

E dunque, di fronte all’esigenza di salvaguardare le istituzioni democratiche, il ruolo della cultura e dei luoghi dove questa cresce e alligna è fondamentale per formare una “società consapevole, attenta, attiva e vigile”.
Il presidente Mattarella, sempre nella mattinata, ha anche visitato la mostra fotografica  “Soli Mai: due anni di gratuità” aperta fino al 7 dicembre nel Cortile di Michelozzo di Palazzo Vecchio.

“Una visita che ci ha riempito di gioia e di orgoglio. Il Presidente della Repubblica ha apprezzato la mostra e soprattutto il nostro lavoro, che, come ci ha detto, fa bene alla comunità”, ha commentato il presidente di Montedomini Luigi Paccosi.

“Abbiamo presentato il nostro lavoro sul territorio e il progetto che in questi due anni è cresciuto e si è rafforzato, come le relazioni tra i volontari e gli anziani, creando una vera e propria rete di protezione contro la solitudine. Il Presidente – continua Paccosi – si è complimentato per il nostro lavoro e ci ha spronato a fare sempre meglio per il bene della comunità”.

Una battaglia, quella per la diffusione della cultura, che vedrà in prima fila, come annunciato dal sindaco Nardella, anche la giunta comunale, che nel bilancio del prossimo anno vedrà  una serie di misure di misure per favorire l’accesso e la diffusione della cultura fra i ragazzi, in particolare nella fascia 18-25.

Nel pomeriggio, il capo della stato visiterà l’ospedale pediatrico Meyer.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »