energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Maurizio Berlincioni fotografo Cultura, Gallerie Fotografiche

Firenze – sabato 19 gennaio dalle ore 11 alle 14 – inaugurazione della mostra fotografica di Maurizio BerlincioniExposizione fotografica“. La mostra resterà aperta dal 19 gennaio al 10 febbraio presso il Circolo La Montanina a Montebeni (FI) il sabato e la domenica dalle ore 15:00 alle 20:00.

Maurizio Berlincioni utilizza il mezzo fotografico per raccontare le storie dell’uomo oltre il confine territoriale in cui è nato e cresciuto, a Firenze nel 1943.

La sua ricerca incessante si è sempre spinta anche oltre confine: a Londra cerca nell’Est End,  dove si trovano i docks e dove vivevano gli operai portuali, cerca nelle scuole, nei pub; a New York cerca e si relaziona, nei diversi quartieri, con le varie comunità etniche provenienti da tutto il mondo; quando il 6 febbraio 1971 la zona compresa tra Tarquinia e Tuscania viene colpita da un sima, Maurizio vi si reca per documentare non tanto i danni alle cose, ma la disperazione delle persone colpite da questa catastrofe.

Tuscania diventa un libro fotografico e molti altri sui libri escono negli anni successivi: “Un parco produttivo” sulla comunità montana del Mugello, “Whenzou – Firenze” sulle comunità cinesi in Toscana e “Pietrasanta” sui laboratori del marmo e del bronzo, e nel 2016 “My seventies in California” in formato PDF. 

Nella mostra di sabato alla Montanina Maurizio espone le foto scattate a Londra, New York e soprattutto quelle di Tuscania.

Indirizzo: Circolo La Montanina di Montebeni – Via di Montebeni 5, Fiesole 

La galleria fotografica è un’anticipazione di alcune stampe in mostra a Montebeni. 
Le prime 3 foto scattate a Londra nella seconda metà degli anni ‘60: dentro un Pub, all’interno di una scuola e la terza all’interno di un appartamento di una famiglia di operai.

Poi New York, agosto 1969: un ragazzino che vendeva giornali ad una manifestazione in sostegno delle “Pantere nere”, un uomo seduto davanti ad un lustrascarpe in un momento di relax in una back alley della City, un gruppo di ragazzi appoggiati ad un palco, prima che iniziasse una street performance di neri ed ispanici per protestare contro il razzismo. 
L’ultima immagine ci mostra invece la parte più malmessa di Park Avenue nel bel mezzo di Spanish Harlem. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »