energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mecenate d’estate: danza contemporanea e Giorgio Albertazzi Notizie dalla toscana

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo organizza in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo una serie di appuntamenti che vedranno per grande protagonista Giorgio Albertazzi.
L’estate aretina è frutto di una serie di reti e collaborazioni che questo assessorato ha voluto e perseguito – ha sottolineato l’assessore Pasquale Macrì- . Ultima in ordine di tempo ma particolarmente preziosa è quella con Aterballetto, la compagnia di danza contemporanea dell’Emilia Romagna. Ma non lasciatevi ingannare da questa definizione, perché si tratta di una compagine di caratura internazionale che siamo riusciti a trattenere in Italia per un giorno prima della sua partenza per la tournee europea che la vedrà protagonista. Una presenza che ci permette di cominciare a lavorare anche sulla danza contemporanea, attività oramai di rilievo sociale oltre che artistico.
La collaborazione, invece, già instaurata con Fondazione Toscana Spettacolo e Teatro Franco Parent
i – ha proseguito Macrì – ci regala un ospite straordinario, un ‘giovane’ ottantanovenne di nome Giorgio Albertazzi. Portarlo ad Arezzo non per un singolo spettacolo ma per una residenza di quattro giorni non è stato semplice, il maestro lavora sempre meno d’estate, ma l’abbiamo convinto. Così ci proporrà letture di D’Annunzio in onore delle performance amorose aretine del vate che lo portarono a scrivere per la sua amante di qui alcune delle poesie più belle. Poi sarà la volta di Dante e chissà che non riusciremo a mettere in piedi un bel duetto, infine Pietro Aretino in onore di uno dei grandi che impreziosisce le nostre radici culturali”.
Due parole sulle location degli spettacoli – ha proseguito il direttore artistico Andrea Biagiotti-. Non più l’anfiteatro, visto che la Soprintendenza ha messo a bando le proprie strutture ma che ci sembrava comunque un po’ a sé stante. Andiamo a coinvolgere due posti bellissimi di Arezzo, Piazza della Badia e l’Arena Eden, dotati di ristoranti e bar in loco così che la sera la gente può andare a mangiarsi una pizza e ascoltare Giorgio Albertazzi senza problemi. E non dimentichiamo che l’Arena Eden è una struttura capace di ospitare 300 spettatori”.
La stagione di prosa – ha concluso Daniele Stortoni della Fondazione Toscana Spettacolo – ha avuto un grande successo, non potevamo perdere l’occasione per una replica estiva. A questo punto il rapporto con il Comune di Arezzo mi pare collaudato per cui siamo pronti a riproporlo durante il prossimo autunno-inverno. Anzi, confesso che il programma della stagione del ‘Petrarca’ ospitata al ‘Mecenate’ è già pronto. Ma scordatevi ogni anticipazione”.
Si comincia comunque in Piazza della Badia mercoledì 18 luglio alle 21,15 con “ATERBALLETTO SUITE. Almost Blue – Cantata – Romeo and Juliet”, coreografie di Mauro Bigonzetti. Per "Almost Blue" musica di Elvis Costello interpretata da Chet Baker. Per "Cantata" musiche originali e tradizionali arrangiate dal gruppo musicale Assurd, costumi di Helena Medeiros. Per "Romeo and Juliet scene" e costumi di Fabrizio Plessi, montaggio musicale da Sergei Rokovieff. Luci di Carlo Cerri. Una produzione Aterballeto. La coreografia di Mauro Bigonzetti si muove in totale sintonia con il fascino viscerale della composizione di Elvis Costello e della struggente interpretazione della tromba e della voce di Chet Baker. "Cantata" è una coreografia dai colori forti tipici del sud, un balletto nato dall’incontro di Bigonzetti con un gruppo di musiciste napoletane e pugliesi. Di Romeo e Giulietta sono i sentimenti a determinare la struttura portante del balletto, insinuandosi sino a colpire le nostre sensibilità.
Dopo questo primo spettacolo, ecco irrompere Giorgio Albertazzi: Piazza della Badia, sabato 21 luglio alle 21,15 il maestro legge D’Annunzio. All’Arena Eden, domenica 22 luglio alle 21,15 sarà la volta della lettura di Dante. Alla Galleria d’Arte Contemporanea di Piazza San Francesco, lunedì 23 luglio alle 18,30 Giorgio Albertazzi incontra il pubblico. Martedì 24 luglio alle 21,15 si torna in Piazza della Badia per una lettura di Pietro Aretino.
A sentire Albertazzi «… in realtà non leggo niente, e nemmeno recito: improvviso, a memoria, su tre grandi, compreso Aretino, che è un birbante, figlio di povera gente. Geniale improvvisatore, pittore, libraio, scrive i Pronostici – una sorta di calendari – ma soprattutto Lettere volanti, che lo qualificano come primo giornalista, il primo interprete del “quarto potere”. Orson Welles verrà molti secoli dopo! Fu anche compagno di Giovanni dalle Bande Nere in qualità di segretario. L’Aretino aveva gran qualità volpine, un genio toscano da ricordare: inventò Le Aretine, belle e compiacenti fanciulle che allietavano il cenacolo del nostro e del suo grande amico Tiziano. Forse leggerò, questo sì, lo leggerò, qualche pagina de La cortigiana, una delle sue più belle commedie.
Che dire di Dante? Lo frequento da sempre, molto prima di chiunque nel mondo lo declami. A proposito di leggere, uno dei miei ultimi spettacoli su di lui aveva per titolo Dante legge Albertazzi… questo la dice lunga!
D’Annunzio è un conterraneo, anche se nato a Pescara. Io sono nato sotto Settignano, e a Settignano c’è la Capponcina, dove D’Annunzio ha vissuto e si è indebitato fra levrieri e cavalli finché per sfuggire ai debiti si rifugiò ad Arcachon in Francia. Anche il Vate, come l’Aretino, era maestro nelle fughe per sottrarsi ai debiti! Penso, però, che l’immenso credito artistico e culturale accumulato da questi personaggi riduca a misera cosa i loro debiti quotidiani
».
L’incontro con il pubblico alla Galleria è gratuito, per gli appuntamenti del 21 – 22 – 24 luglio il biglietto d’ingresso è di € 6,00 con possibilità di abbonamento alle tre serate al prezzo di €10,00.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »