energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Mecenatismo: Beste Hub a Prato, l’impresa offre cultura Cultura

Prato – Nasce all’interno di Beste Hub un nuovo modo di proporre cultura con eventi di approfondimento, incontri con gli autori,intrattenimenti musicale e di sport. Una scommessa che nasce dalla volontà dell’imprenditore Giovanni Santi di restituire qualcosa di bello e importante alla città.

Beste infatti è un’azienda che sin dal suo nascere si è impegnata  in attività di mecenatismo nei confronti di artisti locali e internazionali e che restituisce  iniziative e progetti a livello sociale a vantaggio della collettività pratese e della  città.

“La Beste Hub,- esordisce Santi,- poteva nascere solo a Prato dove c’è l’humus tessile, e se ha avuto la fortuna di nascere qui deve poter ridare qualcosa. Abbiamo recuperato questo spazio  che ha una bellissima storia pensando a due obiettivi: non stravolgerne l’architettura e che non doveva essere una fabbrica chiusa. Abbiamo progetti ambiziosi che vogliamo  fare qui perché la Beste Hub diventi un luogo aperto per i cittadini pratesi. Il mio augurio,- ha concluso Santi, – è che questa iniziativa non resti isolata, ma sia seguita da altri imprenditori. Quasi un patto delle imprese fra città,cittadinanza che oltre che doveroso è anche utile”.

Per Walter Bernardi, professore molto noto in città per i suoi libri e la passione per Malaparte “questo progetto è una vera e propria svolta culturale. Nell’epoca d’oro di Prato gli imprenditori non hanno mai reso qualcosa alla città mentre oggi Beste Hub dà un segnale simbolico. Un’azienda che dà lavoro, produce, ed investe nella cultura nell’ottica di restituire ciò che riceve. È un contenitore culturale, uno spazio nuovo aperto alla città; Beste Hub fa una cosa positiva per Prato ed io darò il mio contributo”.

Per Marco Morelli direttore del Museo di Scienze Planetarie a cui si deve il primo incontro di domani sera,” il mondo imprenditoriale di questa città non ha mai fatto iniziative così. La cultura ha bisogno del sostegno del privato perché lo Stato non sempre trova i fondi necessari e soprattutto a Prato dove c’è un bacino di 200mila abitanti ma sono ancora poche le persone disposte ad investire in progetti culturali. Con Beste Hub la sfida è innovare. Prato è una città che culturalmente è chiusa e lo si vede dall’urbanistica. Ecco perché ciò che accade oggi qui a Beste Hub merita molta attenzione”.

Il primo ciclo di eventi è una rassegna di libri con personaggi di assoluta rilevanza in vari campi della scienza, della letteratura, della storia. Si inizia il 6 ottobre con Luca Bindi, pratese doc e direttore del dipartimento di Mineralogia dell’Università di Firenze, che ha avuto una risonanza mondiale eccezionale con la sua scoperta dei quasi cristalli naturali; una scoperta che ha rivoluzionato il paradigma fondamentale della mineralogia e della fisica. Si proseguirà l’8 novembre con il famoso virologo del S. Martino di Genova Matteo Bassetti. A seguire altri eventi, ciascuno ogni mese.

Per info : www. Beste.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »