energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Medicina, grevigiano doc premiato a Venezia Società

Ancora un prestigioso premio per il dottor Tommaso Cai, grevigiano doc (è anche consigliere comunale)
e medico in forza all’ospedale Santa Chiara di Trento. 
In occasione dell'85° Congresso Nazionale della Società Italiana di Urologia, tenutosi in questi giorni a Venezia, è stato assegnato al dottor Cai, dell'Unità Multizonale di Urologia dell'Ospedale Santa Chiara di Trento, il premio messo in palio dalla stessa Società Italiana di Urologia, in collaborazione con l'Azienda Farmaceutica Pierre-Fabre, per il miglior progetto su infiammazione, LUTS e IPB. 

“Il progetto – spiega il dottor Cai – è stato selezionato da una rosa di progetti inviati per questo concorso da tutta Italia. Il riconoscimento ottenuto rappresenta uno stimolo importante per continuare le nostre ricerche su un tema molto attuale: il legame tra infiammazione, calcificazioni e patologie prostatiche. Sappiamo infatti da molti studi che molte patologie prostatiche, come l'IPB (cioè la crescita benigna della prostata) ed il cancro della prostata sono associati con l'infiammazione. Questo dato è assolutamente interessante perché se riusciremo a caratterizzare questo tipo di flogosi e valutarne la sua storia clinica potremmo intraprendere trattamenti specifici anche preventivi sulle patologie prostatiche”. 

Lo studio – continua il dottor Cai – sarà condotto su circa 100 pazienti che saranno arruolati dopo l'approvazione del protocollo da parte del Comitato Etico dell'Azienda Provinciale per i Servizia Sanitari e saranno studiati al fine di valutare le caratteristiche morfologiche, microbiologiche ed ultrastrutturali delle calcificazioni prostatiche (che sono quelle immagini caratteristiche che spesso si vedono all'ecografia della prostata) e ne sarà valutato, infine, l'impatto della terapia sulla loro storia naturale. Questo studio durerà circa un anno ed i dati ottenuti saranno presentati al prossimo Congresso della Società Italiana di Urologia e saranno, inoltre, oggetto di pubblicazioni su riviste specializzate”. 

“La ricerca medica – conclude Cai – è fondamentale per la progressione delle conoscenze sia in campo diagnostico che terapeutico e, visti i tempi “bui” per la ricerca italiana, sempre più alle prese con la ricerca di fondi e finanziamenti, un riconoscimento del genere da ossigeno e voglia di fare. Questo riconoscimento, si inserisce in una recente e continua crescita della nostra unità nell'ambito della ricerca urologica. Negli ultimi anni, infatti, abbiamo puntato molto sugli aspetti formativi e di ricerca clinica, al fine di offrire ai pazienti un trattamento ed un'assistenza sempre più aggiornata e sempre più finalizzata al loro benessere”. 

“Siamo particolarmente onorati – dice il sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà – per questo riconoscimento ad un grevigiano che oltre nell’attività professionale dà un contributo al progresso della nostra comunità come consigliere comunale”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »