energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Meeting diritti umani in dodicimila: libertà per Zaki Cultura, Foto del giorno

Firenze – “Io rispetto” è stato il titolo del meeting  dei diritti umani, tradizionale appuntamento organizzato dalla Giunta regionale con i ragazzi delle scuole per ricordare l’adozione della Dichiarazione universale dei diritti umani, avvenuta il 10 dicembre del 1948.

L’appuntamento, come accade oramai da ventiquattro anni, si è svolto oggi al Mandela Forum di Firenze, ma gli studenti di medie e superiori, circa dodicimila, si sono collegati da scuola e dalla propria casa via internet, misura imposta dall’emergenza sanitaria da coronavirus ancora in atto. Un record di partecipanti, visto che la capienza massima del Mandela è di 7800 persone.

“Dalla crisi, dalla pandemia, può discendere un nuovo Rinascimento, ma solo se saranno i giovani a dargli forza e concretezza, trovando spirito di comunità”, ha detto il presidente della Toscana Eugenio Giani nel suo intervento. “La storia ci insegna che sono i momenti critici quelli in cui si compiono i maggiori salti culturali”, ha detto Giani. “Stiamo vivendo una fase nella quale i giovani possono essere davvero protagonisti. La pandemia ci costringe al distanziamento, ma crea una situazione nuova, nella quale i giovani possono dimostrare la propria concretezza”.

“Le nuove generazioni – ha aggiunto – utilizzano mezzi virtuali ma in realtà ci insegnano obiettivi molto concreti, come la condanna dell’uso della plastica, la promozione dell’energia pulita, lo sviluppo sostenibile. E in questo contesto un ruolo fondamentale lo hanno i diritti. Vogliamo che la pandemia sia una spinta verso l’innovazione. Come che il paese diventi più accogliente per le loro start up e le loro proposte”.

l’assessora regionale Alessandra Nardini ha ricordato Patrick Zaki ingiustamente incarcerato da 300 giorni: “La Toscana, da sempre terra di diritti, aggiunge la sua voce a quelle di coloro che stanno chiedendo a sua liberazione. Zaki deve poter tornare ai suoi affetti, deve poter tornare ai suoi studi, come tutte le ragazze ed i ragazzi hanno il diritto di fare. Deve poter tornare a difendere i diritti umani”.

Foto: l’assessora Nardini con un’immagine di Zaki

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »